Statistiche sulla pubblicità display 2017: studio SEMrush

Statistiche sulla pubblicità display 2017: studio SEMrush

AGGIORNAMENTO: se stai cercando dati aggiornati, esplora il nostro studio “Display Advertising Stats 2019” basato su oltre 40 milioni di impressioni dai principali inserzionisti di e-commerce della Rete Display di Google (GDN) e 23 milioni di impressioni dai principali editori di e-commerce della Rete Display di Google.

Sia che tu stia pianificando provvisoriamente la tua prima campagna pubblicitaria display o che tu possa già crearne una mentre dormi, avrai comunque bisogno di dati per elaborare un piano d’azione efficace.

Per aiutarti in questa sfida, SEMrush ha raccolto informazioni su oltre 2 miliardi di impressioni dei 2000 principali inserzionisti della Rete Display di Google, sulla base dei dati del nostro rapporto sulla pubblicità display. Di conseguenza, abbiamo identificato diverse tendenze e modelli interessanti che aiuteranno gli specialisti della pubblicità a prendere decisioni più basate sui dati nelle loro prossime campagne sulla Rete Display di Google.

Prima di tutto, sono stati determinati i settori che utilizzano più spesso la Rete Display di Google; abbiamo diviso gli inserzionisti dal nostro elenco per argomento (ogni sito web può avere fino a cinque argomenti a cui appartenere contemporaneamente) e abbiamo creato un elenco dei cinque settori più frequenti.

Dalla nostra analisi, Internet e telecomunicazioni i siti web (social network, motori di ricerca, provider di pubblicità ecc.) si sono rivelati i più attivi in ​​termini di utilizzo della Rete Display di Google (32%). Sono seguiti da commercio al dettaglio (11%), software (10%), istruzione (10%) e servizi web (8%).

Vediamo i punti chiave che abbiamo raccolto dallo studio:

Il desktop è il perdente

5 anni fa era difficile immaginare il desktop come il tipo di dispositivo meno popolare. Tuttavia, nel 2017 risulta essere uno sfavorito tra i migliori inserzionisti: generalmente, solo il 15% degli annunci notati da SEMrush è stato mostrato su computer desktop.

Ma se guardiamo separatamente a ciascuna delle principali industrie, la situazione cambia. Inserzionisti da Software nicchia continua a puntare al desktop nelle proprie campagne più di qualsiasi altro dispositivo (28%) e quasi ignora i possessori di iPhone (6%). Nel frattempo, i siti web che appartengono alla nicchia del commercio al dettaglio sono fortemente focalizzati sugli utenti di iPad (31%). Gli inserzionisti della nicchia Education non hanno forti “preferenze”: le impressioni sono distribuite in modo abbastanza uniforme tra i dispositivi (dal 16% al 23%).

Puoi vedere tutti i dettagli nella versione completa dell’infografica alla fine del post.

Non c’è ancora un grande divario tra immagini e annunci HTML

Nonostante gli annunci HTML reattivi siano più facili da gestire con i loro approccio “taglia unica” e considerato più efficiente in termini di CTR, CPC e CPA, non sono ancora radicalmente prevalenti a livello globale (54%) rispetto agli annunci “media” standard che includono immagini statiche o animate (46%).

Osservando più da vicino alcune nicchie, possiamo notare che solo i settori del commercio al dettaglio e dell’istruzione sono dominati dagli annunci sui media (68% e 65%), mentre in altre categorie la distribuzione è quasi uguale.

Ogni terzo annuncio è una classifica

Secondo la nostra analisi, la taglia più frequentemente vista nel 2017 non corrisponde alla dimensioni degli annunci con il rendimento migliore (300 x 250 e 336 x 280) identificato da Google. 728 x 90 (leaderboard) era in assoluto la dimensione dell’annuncio più popolare in tutti i paesi e in tutti i settori, lasciando gli altri formati molto indietro.

Ora è il momento di esplorare l’intera infografica!

Cosa significa per te come marketer?

È sempre utile essere consapevoli delle tendenze globali. Tuttavia, quando si tratta di pianificare una singola campagna, è necessario scavare più a fondo e vedere se le regole del gioco sono diverse nella tua nicchia. Prima di fare offerte per una certa tattica, gli esperti di marketing dovrebbero eseguire ricerche approfondite e analizzare ciò che fanno i loro concorrenti e leader di mercato.

Se sei pronto a rischiare e testare, puoi adottare un approccio avventuroso, ad esempio indirizzare gli utenti desktop in modo più attivo (secondo uno studio di Stone Temple, gli utenti desktop trascorrere più tempo in loco, e questo è un motivo in più per non ignorarli). Oppure, se hai voglia di seguire il percorso battuto, puoi adattare le tattiche dei tuoi concorrenti e vedere se funzionano per te.

E se non riuscissi a trovare la mia nicchia nell’infografica?

In questo studio ci siamo concentrati sui 5 settori più popolari, tuttavia, ci rendiamo conto che ci sono molte altre nicchie di mercato che meritano attenzione. Quindi, se desideri ottenere dati su altri settori, faccelo sapere nei commenti!

Nel frattempo, ti invitiamo a provare lo strumento di pubblicità display di SEMrush che ti aiuterà a trarre vantaggio dalle best practice dei tuoi concorrenti. Leggi la nostra guida “Come scoprire le strategie pubblicitarie della concorrenza” per ottenere il massimo dal rapporto!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di seo.

Write a Comment