Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Strategie di sensibilizzazione più efficaci – Studio SEMrush

Strategie di sensibilizzazione più efficaci – Studio SEMrush

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Sebbene vengano introdotte sempre nuove strategie per aumentare la visibilità di un sito Web, la creazione di link non scomparirà presto. I backlink di alta qualità non solo ti aiutano a posizionarti più in alto nelle SERP, ma hanno anche un impatto ampio e positivo sulla reputazione generale del tuo sito web e del tuo marchio. A questo proposito, il marketing digitale non è diverso dal marketing tradizionale, quindi una strategia di sensibilizzazione efficace è qualcosa di cui non puoi fare a meno.

Volevamo vedere le strategie di sensibilizzazione e i tipi di contenuti che gli specialisti di diverse aree del marketing digitale scelgono per raggiungere i loro obiettivi di link building.

Quindi, SEMrush ha intervistato oltre 500 professionisti SEO e marketing digitale (l’elenco completo delle scelte fornite agli intervistati si trova nella sezione Glossario in fondo all’articolo).

Diamo un’occhiata ai dati condivisi con noi da SEO, PR, responsabili marketing, CEO e proprietari di PMI. Ci auguriamo che ti aiuti a risparmiare tempo e fatica permettendoti di scegliere gli approcci più efficaci in base al tuo ruolo lavorativo e alla tua esperienza.

Fatti flash

I nostri intervistati

Più della metà degli intervistati si è definita specialista SEO. Circa un quarto ha affermato che il loro ambito di responsabilità includeva anche PR e marketing management; lo stesso numero di persone si è identificato come CEO e proprietari di PMI. Questi numeri ci dicono che i link sono andati ben oltre l’essere un importante fattore di ranking per la SEO, si sono trasformati in uno strumento di marketing universale.

In termini di esperienza di link building, più della metà dei nostri intervistati si considerava dei neofiti, un terzo dei professionisti e solo il 13% si considerava degli esperti. O erano modesti o il link building è visto da molti come una questione complessa.

Combinazioni di diversi ruoli e livelli di esperienza si sono rivelati fattori determinanti per la scelta delle strategie di sensibilizzazione e del contenuto utilizzato per realizzarle.

I nostri risultati

Strategie di sensibilizzazione preferite rispetto all’area di competenza

Ora analizzeremo le strategie di sensibilizzazione preferite per ruolo lavorativo.

I SEO hanno dato la loro prima e seconda preferenza alla pubblicazione degli ospiti e all’aggiunta di link all’articolo. Blogger Outreach si è classificato al terzo posto. I primi due sono davvero semplici e, se fatti bene, possono aiutarti a costruire un portafoglio di backlink forte e robusto.

La maggior parte degli specialisti di pubbliche relazioni ha anche dato il proprio voto a Blogger Outreach, il che non è stato sorprendente considerando la specificità del loro lavoro. L’aggiunta di un collegamento all’articolo è stata la seconda strategia più popolare, seguita dai post sponsorizzati con un piccolo margine. Gli specialisti di PR hanno a cuore la reputazione del loro marchio e questo è esattamente il motivo per cui applicano la più ampia gamma di approcci.

La maggior parte degli intervistati con responsabilità per la funzione di marketing ha indicato l’aggiunta di un collegamento all’articolo come la strategia di sensibilizzazione più potente. Hanno assegnato la seconda posizione a Guest Posting e la terza a Blogger Outreach. Per i responsabili marketing, la creazione di link è solo uno dei tanti modi per aumentare il traffico di referral e il numero di menzioni e attirare lead sui loro siti web. Questo li rende più selettivi quando si tratta di scegliere la giusta strategia di sensibilizzazione.

Anche i CEO e i proprietari di PMI hanno scelto Aggiunta di link ad articolo e Blogger Outreach. Tutte le altre strategie di sensibilizzazione hanno ottenuto punteggi più o meno uguali. La creazione di link a livello C sembra riguardare la semplicità e metodi collaudati nel tempo.

Formati di contenuto preferiti rispetto all’area di competenza

Ecco le scelte fatte dai nostri intervistati.

Gli specialisti SEO utilizzano attivamente l’intera gamma di contenuti ma considerano ancora Longreads il più efficace, seguito da ricerca e infografica. La minoranza dei voti dei SEO è andata a podcast e webinar, che sono relativamente difficili da produrre.

La metà degli intervistati che lavorano in PR e marketing management ha scelto la ricerca come il modo più efficace per ottenere collegamenti. Il secondo posto è stato condiviso tra Longreads e Comunicati stampa. Il motivo di questa scelta è ovvio: la ricerca è soprattutto un ottimo innesco di PR e lo stesso vale per i comunicati stampa.

Anche i CEO e i proprietari di PMI consideravano Longreads efficace per scopi di link building, ma a differenza degli altri, hanno dato il secondo posto a Infographics e il terzo posto a Short Answers. Le infografiche aiutano ad attirare l’attenzione dei loro colleghi dirigenti, che lavorano 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e consumano solo le cose che possono essere analizzate rapidamente e facilmente. Risposte brevi presenti tra i vincitori solo perché sono così facili da scrivere.

L’impatto dell’esperienza di link building sulla scelta della strategia di sensibilizzazione

Vediamo se c’è una grande differenza.

La maggior parte dei neofiti ha identificato l’aggiunta di un collegamento all’articolo come la propria strategia di sensibilizzazione preferita, la pubblicazione degli ospiti è al secondo posto. Questi due sono quasi a prova di errore, come abbiamo detto sopra.

I PRO utilizzano anche l’aggiunta di un collegamento all’articolo, ma considerano la pubblicazione degli ospiti più efficace poiché hanno più connessioni e sanno a chi chiedere contenuti unici.

Gli esperti rimangono con Guest Posting e Blogger Outreach. Queste strategie implicano il contatto personale e forniscono una grande varietà di contenuti.

L’impatto dell’esperienza di link building sulla scelta del formato dei contenuti

Ecco come si sono divise le opinioni.

I neofiti del link building testano attivamente l’idoneità di vari tipi di contenuto per i loro obiettivi, ma la maggior parte di loro ha scelto Longread e comunicati stampa come metodi principali per guadagnare link.

Man mano che acquisiscono più esperienza, passano alla ricerca. I professionisti continuano anche a dare credito ai sempre popolari Longreads. In questa fase, gli specialisti del link building sembrano essere abbastanza coraggiosi da correre il rischio con un tipo di contenuto relativamente complicato, perché aumenta notevolmente le loro possibilità di successo.

A livello Esperto, vediamo una gamma di preferiti accuratamente selezionati. Quasi la metà dei guru del link building è tornata a Longreads sostenibili, dando ancora abbastanza valore a ricerche più lunghe e complicate. Altri tipi di contenuti diminuiscono un po ‘.

Conclusione

Quindi ecco le nostre 3 principali strategie di sensibilizzazione: Blogger Outreach, Guest Posting e Adding Link to Article. A seconda del tuo ruolo lavorativo e della tua esperienza puoi cadere in una routine o provare un nuovo approccio.

Il modo più semplice per iniziare è aggiungere un collegamento a un articolo. È veloce e non richiede abilità speciali, quindi passa alle restanti due strategie di sensibilizzazione.

Blogger Outreach può richiedere molto tempo e finire con un fallimento; i blogger moderni sono molto esigenti e spesso molto impegnati. Tuttavia, se riesci a suscitare il loro interesse, potresti finire con collegamenti davvero potenti e la consapevolezza del tuo marchio potrebbe salire alle stelle.

Guest Posting non è la tazza di tè di tutti e devi possedere i talenti di un vero scrittore e qualche forma di esperienza di marketing per creare un articolo che le persone vorranno. Se ci riesci, potresti ottenere non solo un collegamento, ma anche un’ottima fonte di traffico di riferimento.

I nostri leader tra i tipi di contenuto sono Longreads e Research. In genere sono utili per qualsiasi area di marketing e sono amati da Google, ma richiedono tempo, risorse e abilità. Per distinguerti e creare contenuti sempreverdi, devi essere migliore di tutti quelli che ti circondano.

Cosa tenere a mente prima di pianificare la tua strategia: consigli degli esperti

Per aiutarti a comprendere meglio le complessità dietro la creazione di link, abbiamo chiesto Judith Lewis, la mente del marketing online, giudice UK / EU / US / MENA Search Awards e sesta SEO più popolare in Europa, per condividere i suoi pensieri su cose a cui vale la pena prestare attenzione quando pianifichi la tua strategia di guadagno di link.

“Tieni presente che il link building non è il risultato finale. Il link building è solitamente legato al desiderio di aumentare le classifiche che sono legate a una percentuale di clic prevista che è anche legata a un tasso di conversione previsto che è poi legato alle vendite. Prima intraprendere una campagna di link building chiedi quale sarà il risultato effettivo dell’attività. Con questo in mente, concentrati sull’assicurarti che il tuo lavoro sia direttamente complementare a quelle esigenze aziendali e lavora con i blogger che complimentano l’azienda e l’etica dell’azienda.

Prima di intraprendere una campagna di link building, chiedi quale sarà il risultato effettivo dell’attività.

Devi assicurarti che le persone che scegli siano affidabili, avere un pubblico che sarà interessato all’articolo e fare clic sul collegamento e avere almeno in parte probabilità di conversione. Guarda il quadro generale quando cerchi blogger a cui rivolgersi. Usa elenchi personali. Comprendi dove si trovano i tuoi personaggi. Indirizza la tua personae con link, pubblicità ed e-mail. Tieni sempre presente un approccio olistico “.

Sviluppare la propria strategia

Nel mondo del marketing digitale, gli errori sono comuni e anche se potresti perdere tempo e denaro, c’è sempre qualcosa da imparare da un fallimento. Alcuni preferiscono guardare gli alti e bassi dei loro rivali per ottenere informazioni invece di correre rischi. Qualunque percorso tu scelga, l’elaborazione di una tua strategia richiederà uno sforzo. SEMrush è qui per offrirti 10 strategie di sensibilizzazione predefinite e 2.000 potenziali clienti di link building per ciascuno dei tuoi domini proprio qui e ora.

I nostri strumenti ti aiuteranno anche a mantenere pulito il tuo profilo di backlink, ti ​​aiuteranno a confrontare il tuo profilo con quello dei tuoi rivali e a scoprire ulteriori opportunità promozionali in tutte le fasi della creazione di link.

Se sei anche interessato a rafforzare i tuoi sforzi di link building, confrontare i tuoi profili di backlink e quelli dei tuoi concorrenti e altro ancora, puoi provare i nostri strumenti di Link Building e Backlink Gap.

Glossario

Strategie di sensibilizzazione per il link building

  • Directory / Catalogo è un bel posto per ottenere collegamenti rapidamente e facilmente. Puoi semplicemente contattare gli editori per avere le tue informazioni elencate per una piccola tassa o anche senza alcun costo. Inoltre, puoi facilmente mettere il tuo marchio davanti al tuo pubblico di destinazione.

  • L’aggiunta di un collegamento a un articolo garantisce quasi che questo collegamento non venga svalutato da Google, poiché ti assicuri che l’articolo sia correlato al tuo prodotto o servizio.

  • La rivendicazione di menzioni non collegate è una strategia relativamente semplice in quanto chiedi semplicemente di aggiungere un link a una menzione già esistente del tuo marchio. Tuttavia, questi richiedono un po ‘di ricerca avanzata per trovarli.

  • Il recupero dei backlink persi è un altro approccio semplice, ma tenere d’occhio il numero crescente dei tuoi backlink può diventare piuttosto dispendioso in termini di tempo, soprattutto se un link è stato perso molto tempo fa.

  • Raccolte di link / pagine di risorse sono solo magici fornitori di traffico di riferimento. Si tratta di digest regolari che abbracciano i migliori contenuti nel tuo settore. La competizione per i link potrebbe essere relativamente alta, ma se la vinci potresti avere il tuo pubblico di destinazione nel palmo della tua mano.

  • Product Review è un’altra fonte sempreverde di buoni collegamenti. È necessario identificare blog o siti Web affidabili che hanno sezioni di recensione del prodotto e sono strettamente correlati alla tua attività (l’analisi della concorrenza è utile qui) e contattare i loro proprietari, chiedendo loro di coprire i tuoi materiali.

  • Il guest posting per i link è considerato controverso da alcuni, ma funziona bene, soprattutto se ti applichi davvero e offri un post fantastico.

  • I post sponsorizzati possono sembrare troppo costosi ma possono aumentare seriamente la consapevolezza del tuo marchio e il rimborso se scritti dai giusti influencer o opinion leader.

  • Blogger Outreach al giorno d’oggi funziona allo stesso modo di invitare i critici gastronomici ad assaggiare il tuo pasto, e funzionerà solo se il contenuto che fornisci loro è davvero eccezionale.

  • Local Listing è una fantastica funzionalità lanciata da Google My Business. Coloro che lavorano direttamente con i propri clienti possono ora scegliere tra una gamma di categorie e aggiungere collegamenti diretti a ordini online, menu, recensioni ecc.

Tipi di contenuto per link building

  • Longread – il modo migliore per raccontare la tua storia, ma solo se sei un bravo scrittore.

  • Video: garanzia di un elevato tasso di coinvolgimento grazie alla comodità del formato.

  • Podcast / Webinar: la chiave per attirare specialisti dalla tua area di interesse.

  • Risposta breve: un segno per i tuoi clienti attuali e potenziali che ti interessano.

  • Ricerca: la tua occasione per dimostrare la conoscenza dell’area target e aumentare la credibilità del tuo marchio.

  • Infografiche: una bella tattica per accorciare una lunga storia e mostrare il quadro più ampio.

  • Comunicato stampa – una cosa che può portare una buona pubblicità, ma c’è sempre il rischio che Google svaluti i link che considera irrilevanti.

Hai ancora domande sulla creazione di link? Non esitate a chiedere loro nella sezione commenti.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Search Engine Optimization.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *