Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Strumento SEMrush per la difficoltà delle parole chiave: analisi competitiva

Strumento SEMrush per la difficoltà delle parole chiave: analisi competitiva

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Qualsiasi esperto di marketing digitale ti dirà che la ricerca di parole chiave è alla base di tutto: la scelta di parole chiave per la SEO organica, l’utilizzo di parole chiave per i titoli dei contenuti, la scelta di parole chiave per le campagne PPC, l’utilizzo di parole chiave per la ricerca psicografica e personale e molto altro ancora. L’attuale panorama degli strumenti a pagamento è limitato nei tipi di dati che forniscono e quasi sempre si basa sui dati di Google AdWords.

Lo strumento SEMrush per la difficoltà delle parole chiave offre ai professionisti del marketing un’alternativa. Dimentica di sprecare tempo e denaro per ottimizzare le parole chiave sbagliate perché la ricerca non era corretta. Ora puoi rivedere oltre 100 parole chiave alla volta, vedere rapidamente il ranking del sito e ottenere un punteggio aggregato in modo da poter capire se e se puoi competere.

Ecco una guida passo passo su come padroneggiare il Strumento SEMrush per la difficoltà delle parole chiave.

Un semplice processo in 4 fasi

Sotto l’input della parola chiave, SEMrush delinea il processo per l’utilizzo di questo strumento:

  • Scegli parole chiave
  • Stima la difficoltà delle parole chiave
  • Vedi Domini analizzati
  • Esporta dati

Se segui questi passaggi, puoi ottenere informazioni su parole chiave preziose da utilizzare per le tue campagne SEO e PPC.

Passaggio 1. Scegli le parole chiave

L’interfaccia utente dello Strumento per la difficoltà delle parole chiave è piuttosto intuitiva. Puoi aggiungere e confrontare fino a 100 parole chiave alla volta.

Prima di iniziare a inserire le tue parole chiave, dovrai selezionare le impostazioni di posizione. Questo viene fatto semplicemente tramite i pulsanti grandi nella parte superiore della pagina.

Lo strumento non consente la selezione di più posizioni, quindi se stai ricercando la difficoltà delle parole chiave in più posizioni è necessario ripetere il processo più volte con diverse impostazioni di posizione.

Lo strumento per le parole chiave può analizzare 100 parole chiave alla volta. Tutto quello che devi fare è inserire o incollare le tue dieci parole chiave in questa casella e fare clic su Mostra difficoltà.

Per creare un set iniziale di parole chiave, puoi iniziare utilizzando lo strumento Keyword Planner di Google, esaminando i siti e i meta tag della concorrenza e utilizzando siti e forum di domande e risposte. Dopo aver inserito il tuo set di parole chiave, dovresti vedere questo:

Occasionalmente, invece di ricevere la restituzione dei dati, riceverai questo messaggio:

Ciò significa che SEMrush non dispone delle informazioni per quella parola chiave. È possibile che aggiungano quelle informazioni nel loro database in un secondo momento, ma per ora non sarai in grado di ottenere dati per quella specifica parola chiave.

Passaggio 2: stima la difficoltà delle parole chiave

Analizziamo i dati restituiti se la parola chiave è nel database.

La prima colonna elenca le tue parole chiave.

Noterai che le parole chiave sono cliccabili. Le parole chiave si collegano alla panoramica di SEMRush della parola chiave che include riepilogo, tendenza e primi 20 risultati organici da quella parola chiave.

Alcuni modi fantastici per utilizzare questo rapporto includono:

Sommario: Fatti un’idea del CPC medio per fare offerte per quella parola chiave. Inoltre, osserva la quantità di tempo in cui viene eseguita la ricerca della parola chiave al mese e il numero di risultati restituiti da Google. Questo ti darà un’idea generale della concorrenza e del traffico da aspettarti.

Tendenza: La domanda per questa parola chiave è in crescita? Se vedi un aumento elevato, potresti concentrare maggiormente gli sforzi su questa parola chiave, aumentando le offerte PPC o creando contenuti e link organici.

Rapporto sulla corrispondenza a frase: Qui puoi ottenere un riepilogo di altre parole chiave che puoi aggiungere al tuo set di semi per espandere le tue parole. Inoltre, puoi vedere il volume e il CPC medio per aiutarti a trovare opportunità sia nel mondo organico che in quello PPC.

Rapporto sulle parole chiave correlate: Questo rapporto ti consente di andare oltre frasi specifiche e cercare parole chiave più ampie per fare pubblicità. Con questi, puoi effettivamente lanciare una rete più ampia nella tua ricerca per parole chiave.

Parole chiave SE: Qui puoi vedere i migliori siti in classifica per la parola chiave, che possono aiutarti nella tua analisi competitiva. Questi siti hanno troppa autorità o puoi competere?

Annunci: Quali annunci vengono pubblicati per queste parole chiave? Quali sono le pagine di destinazione? Usalo quando esegui ricerche competitive per le tue campagne PPC.

Cronologia annunci: Qui puoi vedere un riepilogo del numero totale di annunci pubblicati per quella parola chiave e, se fai clic su uno qualsiasi dei mesi, puoi ottenere una cronologia degli annunci effettivi in ​​esecuzione. Questo è un ottimo modo per ottenere idee per gli annunci creativi e per scrivere testi. Ecco come appare:

Quanto è difficile classificare una parola chiave specifica?

La colonna successiva è Difficoltà,%.

Questa è una stima di quanto sarà difficile superare le posizioni dei concorrenti nella ricerca organica per quella particolare parola chiave. La difficoltà è misurata in percentuale (1 – 100). Secondo SEMrush, ecco come viene calcolato questo punteggio:

“Prendiamo l’elenco dei domini che si trovano nei primi 20 risultati di ricerca organici di Google o Bing per la parola chiave specificata. In base al SEMrush Rank di ogni sito web, calcoliamo la forza del dominio e definiamo l’intervallo di numeri medio, dall’1 al 100 percento. Maggiore è la percentuale, maggiore sarà lo sforzo necessario per superare la concorrenza per le parole chiave mirate “.

Se fai clic su una determinata parola chiave, puoi vedere le pagine classificate per quella parola chiave, inclusa la loro forza di dominio SEMrush:

Quindi puoi eseguire il drill-down ed essere molto più granulare nella tua ricerca, invece di utilizzare semplicemente un punteggio aggregato.

Ad esempio, guardando la parola chiave sopra, puoi vedere che lemonly.com ha solo una forza di dominio di 39,78. Se il tuo sito ha una forza di dominio simile, allora è possibile competere per quella parola chiave!

Quante volte viene cercata quella parola chiave ogni mese?

La colonna successiva è Volume.

Questa colonna mostra il numero di query di ricerca mensili per la parola chiave specificata. Puoi fare clic sulle frecce sopra e sotto Volume per ordinare in ordine crescente o decrescente.

Quante pagine Google ha indicizzato per queste parole chiave?

La colonna successiva è Risultati.

Visualizza il numero di URL visualizzati nei risultati della ricerca organica per la parola chiave specificata. Di nuovo, puoi ordinare le informazioni in ordine crescente o decrescente facendo clic sulle frecce circostanti Risultati.

La colonna successiva è Tendenza.

Questa metrica mostra l’interesse delle ricerche per la parola chiave specificata negli ultimi 12 mesi. Questa metrica si basa sulle modifiche al numero di query al mese.

L’ultima colonna è Fonte SERP.

Puoi fare clic in un punto qualsiasi della casella per ottenere la SERP per la parola chiave:

Passaggio 3: vedere Domini analizzati

Quando fai clic sulla colonna della difficoltà, verrà visualizzato un elenco dei siti classificati per quel dominio.

SEMrush ti darà la forza del loro dominio, ma per eseguire un’analisi competitiva, dovresti scavare più a fondo in ogni dominio.

Vai alla barra di ricerca in alto e digita uno degli URL visualizzati sotto la colonna difficoltà%:

Qui puoi esaminare vari aspetti del dominio, come ad esempio:

  • Traffico dai motori di ricerca
  • Quante parole chiave hanno classifiche organiche
  • Quali sono alcune delle parole chiave per cui si posizionano (puoi usarlo per aggiungere più parole chiave nella tua ricerca)
  • Chi sono alcuni dei loro concorrenti

Scavare più a fondo nel ranking dei siti per le parole chiave che stai mirando ti aiuterà a familiarizzare con la nicchia, oltre a fornirti informazioni su parole chiave e concorrenti che possono essere utilizzate come parte delle tue campagne organiche e PPC.

Passaggio 4: esportazione dei risultati

I dati nello Strumento per la difficoltà delle parole chiave possono essere facilmente esportati scegliendo il formato preferito.

Dopo aver esportato i dati, puoi aggiungere ulteriori metriche come Page Authority, Domain Authority, Mozrank, Trustflow e CitationFlow. La capacità di esportare i dati è molto potente in quanto consente di iniziare a salvare i rapporti, tenere traccia delle modifiche nel tempo e acquisire dati molto più completi.

Conclusione

Lo strumento SEMrush Keyword Difficulty Tool è un potente strumento da aggiungere all’arsenale di qualsiasi marketer. La capacità di testare più parole chiave contemporaneamente, vedere i risultati per i siti con il ranking più alto e vedere il loro punteggio a colpo d’occhio è molto potente. Questo strumento farà risparmiare innumerevoli ore di ricerca di parole chiave e aiuterà ad accelerare notevolmente questo processo.

Che cosa state aspettando? Smetti di leggere e dai un’occhiata!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di SEO.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *