Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » The Ultimate Hreflang Guide for Dummies

The Ultimate Hreflang Guide for Dummies

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Con Google che esce con la sua nuova funzione di targeting internazionale, ho visto più annotazioni Hreflang implementate male che buone.

Questi 5 semplici passaggi ti aiuteranno a evitare contrattempi e ad implementare correttamente i tag Hreflang nel tuo sito web multilingue.

Ho bisogno di Hreflang?

Prima di tutto, Hreflang NON dovrebbe essere usato semplicemente per indicare la lingua della pagina: ha altri metodi consolidati per farlo. Hreflang dice a Google che sono correlate versioni in diverse lingue o paesi della stessa pagina, quindi può offrire il contenuto giusto agli utenti giusti in tutto il mondo.

Ecco gli esempi più comuni di quando è bene usare Hreflang:

Hai trovato somiglianze con il tuo sito web globale? Fantastico, facciamo rock’n’roll.

Perché dovrei preoccuparmi del targeting per lingua e per paese

Targeting per lingua è utile quando vuoi avvicinare utenti che parlano la stessa lingua in paesi diversi. Ad esempio, utenti che viaggiano molto o specialisti sul campo abituati a leggere in lingue straniere o paesi della stessa lingua.

Anzi, indirizzare gli utenti in un determinato paese di solito è più preciso ed efficiente del targeting degli utenti in base alla loro lingua.

Quindi, che il divertimento abbia inizio!

PASSAGGIO 1: Elenca gli URL del tuo sito web multilingue

Per facilitare le cose, ti mostrerò prima come gestire il targeting per lingua. In un nuovo foglio di lavoro, crea una tabella con le intestazioni corrispondenti alle versioni linguistiche del tuo sito web. Aggiungi una colonna in più e chiamala “Hreflang”.

Quando ordini gli URL del tuo sito web in questo modo, vedrai quali pagine hanno equivalenti in diverse lingue. Gli URL indipendenti e non equivalenti non devono essere modificati in hreflang.

Fin qui tutto bene.

FASE 2: Crea un set Hreflang da 1 riga

Diciamo che proveremo a creare un tag Hreflang per la pagina: www.miosito.com/page2.html rivolto a utenti di lingua inglese.

Questo è l’aspetto di un tag Hreflang di esempio:

da questo elenco. Quindi “en” per l’inglese in questo caso. Sostituiremo anche l’URL di esempio con l’URL inglese desiderato:

Non era poi così male, vero? Ora, facciamo lo stesso per tutti gli equivalenti rimanenti che abbiamo nella tabella:

Per la versione tedesca:

es“href =”www.miosito.com/es/pagina2.html“/>

Facile, vero? Quindi mettiamoli tutti insieme:

de“href =”www.miosito.com/de/seite2.html“/>

Account Strumenti per i Webmaster di Google e vai a Traffico di ricerca> Targeting internazionale. Se imposti correttamente i tuoi tag Hreflang, dovresti essere in grado di testarli utilizzando questa funzione incorporata.

I risultati potrebbero assomigliare a questo:

Credito immagine e ulteriori informazioni: http://googlewebmastercentral.blogspot.cz/2014/07/troubleshooting-hreflang-annotations-in.html

Se tu non può vedere numeri o cifre, non preoccuparti. Torna a Strumenti per i Webmaster tra un paio di giorni. Se continui a non vedere nulla, potresti dover controllare quanto segue:

  1. Stai usando il codice corretto che ti ho fornito? No? (Cattivo cattivo…)
  2. Hai inserito il codice nell’intestazione (tra e )? Se non hai idea di cosa diavolo sto parlando, parla con il tuo webmaster.
  3. Hai usato la lingua o il prefisso internazionale corretto? Controlla di nuovo i link sopra.
  4. Manca una virgoletta?
  5. C’è uno spazio aggiuntivo intorno al codice della lingua / del paese?
  6. Non hai scambiato la lingua e i codici paese? (prima la lingua, trattino, paese)
  7. Non hai confuso un trattino e un trattino? (questo è un trattino: -)

Quando scegli come target utenti in un determinato paese

Se desideri avvicinare gli utenti in una determinata località, il targeting per paese è decisamente più adatto a te. L’unica differenza rispetto al targeting per lingua è che specifichi la posizione nelle intestazioni della tabella:

… e aggiungi un codice paese da questo elenco dopo un trattino. Come questo verde:

Il riposo è lo stesso. Va benissimo anche combinare il targeting per lingua e per paese. Una versione linguistica potrebbe essere destinata agli utenti di lingua tedesca, mentre l’altra agli utenti in Spagna.

IMPORTANTE: non confondere mai i codici delle lingue e i codici dei paesi. Sono diversi. Ad esempio “be” è un codice paese per il Belgio, ma un codice lingua per il bielorusso. Inoltre, non cercare di capire da solo il codice del paese: “uk” non è un codice del paese per il Regno Unito, ma per l’Ucraina.

Sei riuscito a implementare le annotazioni Hreflang sul tuo sito web? Fatemi sapere nei commenti!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di ottimizzazione sui motori di ricerca.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *