Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Utilizza i dati dell’analisi competitiva per rendere irresistibili le tue raccomandazioni

Utilizza i dati dell’analisi competitiva per rendere irresistibili le tue raccomandazioni

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Sappiamo tutti cosa vuol dire lavorare con clienti che disallineano le preoccupazioni aziendali offline e online. Questo è particolarmente vero per i clienti che gestiscono attività commerciali locali che sanno esattamente chi è la loro concorrenza e cosa serve per batterli offline. Tuttavia, questa comprensione offline spesso offusca le informazioni necessarie per vincere online nelle SERP.

Uno di questi clienti che abbiamo è una mediazione immobiliare di fascia alta. La loro quotazione più costosa al momento costa $ 19 milioni. Se ti interessa, posso inviare le tue informazioni di contatto: ho dovuto passare poiché sto risparmiando per la Bugatti Veyron W16 Quad Turbo del prossimo anno. O no.

Ad ogni modo, i miei clienti sono fantastici in quello che fanno. Ma a causa della loro esperienza, è difficile influenzarli dalle opinioni che hanno. A meno che non mostri loro alcuni dati.

Ecco un esempio di come ho utilizzato l’analisi della concorrenza per convincere il mio cliente a fidarsi dei miei consigli.

Inizia l’analisi competitiva

Quando si lavora con qualsiasi cliente, è sempre bello sapere cosa stanno facendo i suoi concorrenti. Quando ho assunto questo cliente, la prima cosa che ho fatto è stata capire chi lo sta battendo nelle SERP.

Lo strumento concorrente di SEMrush ha reso questo processo di scoperta piuttosto semplice. Basta digitare il dominio del cliente e quindi fare clic su “Concorrenti”. Facile.

La cosa divertente è che, non importa quanto un cliente pensi di conoscere la propria concorrenza, ho scoperto che SEMrush scoprirà almeno un concorrente che prima non era sul radar. Questo strumento è un must.

Nuovo arrivato

Sì, ho appena fatto riferimento a una boy band degli anni ’90.

Durante l’analisi della concorrenza, ho scoperto un nuovo concorrente che il cliente non aveva menzionato durante la mia prima chiamata con loro. Quindi ho usato un altro strumento SEMrush: Domain vs Domain. Ed ecco cosa ho trovato:

Whoa, il nuovo ragazzo era più onnipresente delle cassette di “Step by Step” nel 1990. E l’altra scoperta fu che un principale concorrente offline (il concorrente 2 nella tabella) non era affatto un concorrente online.

Rompere la notizia

Dato che ero nuovo sull’account, ho parlato al mio team del nuovo concorrente prima di parlare con il cliente. La loro risposta? “Oh sì, sappiamo che stanno vincendo. Ma il cliente non ci ascolterà perché gli elenchi di questo altro sito sono di bassa classe. “

Ma abbiamo chiaramente esposto i dati al cliente per vedere cosa stava succedendo? No.

Quindi, armato di dati digeribili, ho deciso di andare avanti. E ha funzionato.

Il cliente non poteva negare che questo altro sito – che non era nemmeno un vero broker, ma solo un sito che pubblicava elenchi MLS per una commissione di affiliazione – stava effettivamente spazzando il pavimento con noi e con i nostri concorrenti offline.

Cosa stava facendo il “nuovo ragazzo”

Soddisfare. Ma nemmeno molti contenuti, solo contenuti regolarmente aggiornati e applicabili al target demografico. Uno dei loro post sul blog è classificato per una parola chiave calda relativa alla scuola. E stavano aumentando il coinvolgimento del sito fornendo e-book su consigli di acquisto e vendita, oltre a ospitare pagine che servivano da introduzione ai vari quartieri della nostra città.

Tutti questi dati mi hanno aiutato a fornire consigli sulla strategia dei contenuti al mio cliente. Potrebbero non aver visto la necessità di questo se non avessi presentato cosa stava effettivamente succedendo nelle SERP.

Ora abbiamo diversi contenuti che stanno funzionando molto bene. Abbiamo anche più contenuti in programma per la primavera, quando il mercato si surriscalda davvero.

Quindi, se hai problemi a convincere il tuo cliente, usa i dati di SEMrush per mostrare loro chi sta vincendo e chi no. Presentalo chiaramente per rendere innegabile il bisogno. Il tuo cliente vorrà passare alla tua raccomandazione ogni volta. Bene, quasi ogni volta.

Biografia dell’autore:

Shawn Cohen è il direttore SEO di Cane in piedi interattivo dove lavora con un team premuroso di SEO, consulenti di social media, copywriter e sviluppatori. Il suo ultimo articolo per SEMrush era “Google rinnova l’estensione PageSpeed ​​in uno strumento intuitivo”.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di seo.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *