Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Video, CRO, personalizzazione e altro

Video, CRO, personalizzazione e altro

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Quest’anno ha indubbiamente portato nuove tendenze e tendenze nel mondo digitale; il marketing ha raggiunto un livello completamente nuovo e continua a crescere e cambiare. E alle soglie del nuovo anno, le persone non solo guardano indietro e analizzano cosa è successo, ma cercano anche di prevedere cosa accadrà in futuro.

David Bain hanno fatto un ottimo lavoro chiamando insieme 54 esperti da diverse aree per una chat Blab per condividere le loro previsioni di marketing digitale per il 2016 e creare questo video approfondito.

E ora diamo un’occhiata più da vicino ad alcune delle previsioni che i partecipanti alla chat hanno menzionato di più:

Una delle previsioni più citate per il 2016 afferma che un approccio basato sui dati giocherà un ruolo ancora più significativo nel marketing di quanto non faccia ora. Sempre più marchi desiderano un’analisi approfondita e investono in strategie di marketing basate sui dati.

Olga Andrienko: Le persone si stanno concentrando maggiormente sui buyer personas; stanno impostando KPI e anche i social media marketer che non sono così esperti di tecnologia stanno cercando di ottenere il massimo dagli strumenti dei social media.

Quindi il 2016 sarà sicuramente un anno di marketing basato sui dati!

Non è necessario essere chiaroveggenti per vedere che i contenuti video diventeranno un attore importante per il marketing digitale nel 2016. Le aziende tendono a incorporare i video nelle loro strategie di marketing digitale; e con strumenti come Blab, Meerkat e Periscope, il live streaming è già diventato incredibilmente popolare. Nel 2016, “lo streaming live aumenterà ancora di più”, secondo Kamilla Gornia.

Amy Schmittauer: In realtà penso che l’accessibilità dei video mobili sia ciò che spingerà più marchi a diventare più interessati alla creazione di archivi su YouTube. Questo è il posto migliore per investire in video, perché gli archivi possono funzionare per te per molto tempo. Il live streaming è incredibile e schiaccia il funnel di vendita per essere molto più piccolo di quanto vediamo di solito, ma gli archivi di YouTube possono funzionare per te per molti anni.

Come Mike Russell sottolinea, nel 2016 “le agenzie pubblicitarie saranno molto più interessate al podcasting”. Questo è un ottimo modo per coinvolgere anche il pubblico più indaffarato che non ha tempo di leggere articoli o guardare webinar: si può ascoltare un podcast mentre si guida un’auto, si fa jogging o si cucina. Secondo Edison Research, 46 milioni di americani ascoltano podcast ogni mese.

Dave Jackson: Nel 2016, il podcasting continuerà la sua crescita. Le aziende stanno finalmente iniziando a capire il vero legame che i podcaster hanno con il loro pubblico.

Gli esperti prevedono che, il prossimo anno, assisteremo a un aumento del content marketing interattivo. Le persone desiderano ancora contenuti utili e di qualità, ma si stanno annoiando con i modi tradizionali in cui i professionisti del marketing presentano le informazioni. Quindi, per coinvolgere il nostro pubblico, dobbiamo introdurre nuovi tipi di contenuti. Applicazioni, calcolatrici, quiz e altri tipi di contenuti interattivi diventeranno molto popolari nel 2016.

Jeff White: Il 2016 sarà l’anno dei contenuti interattivi. Se riesci a creare strumenti che aiutano effettivamente i tuoi clienti che sono davvero utili, come calcolatori di pagamento e calcolatori di ROI, tendono a convertire significativamente meglio rispetto ai tipici white paper.

Quest’anno le aziende si sono concentrate sul content marketing, cercando di ottenere quanto più traffico possibile sui loro siti web; ma ora è giunto il momento di far funzionare davvero questo traffico. Come Calin Yablonski spiega, “nel 2015 le persone hanno davvero iniziato ad adottare il content marketing e lo utilizzano come strumento per indirizzare il traffico al proprio sito web. Ma quello che vedremo davvero nel 2016 sono le persone che cercano di prendere il controllo di quei contenuti e convertirli in iniziative di vendita o vendite dei loro prodotti o abbonamenti “.

Alex Harris: Penso che ci sarà un passo avanti nei sistemi e negli strumenti che le persone utilizzano per l’ottimizzazione del tasso di conversione. Le persone cercheranno alternative a Google Analytics, altri strumenti che possono utilizzare oltre a GA per ottenere dati qualitativi e quantitativi e mescolarli per tracciare e segmentare, ottenere targeting comportamentale e comprendere gli utenti a un livello più granulare.

La personalizzazione giocherà un ruolo più importante nel 2016: le aziende si concentreranno sull’avvicinamento ai propri clienti e sul tentativo di fornire i contenuti e gli annunci più pertinenti e su misura.

Secondo Kevin Krason, useranno tutti i dati sul comportamento che hanno raccolto e perfezioneranno la loro comunicazione. Perché è quello che ci vuole oggi per attirare l’attenzione della gente: deve essere personalizzato; deve essere in linea con le aspettative, i desideri e le esigenze. Deve essere tempestivo. “

Molti esperti di marketing affermano che, nel 2016, vedremo un approccio a silo sostituito dal marketing all-in-one. Come Lukasz Zelezny afferma, “i social media saranno molto più vicini al SEO; non ci saranno più silos. Non ci sarà niente del genere. Stai lavorando in SEO; Lavoro sui social media; a volte balliamo insieme – balliamo insieme tutto il tempo! “

Olga Andrienko: Negli ultimi due anni, i professionisti del marketing hanno dovuto essere dei super esperti in una nicchia specifica, e ora torneremo a essere professionisti del marketing all-in-one. Dobbiamo integrare tutti i nostri processi e lavorare insieme, ora devo capire di più su ogni altro canale, non solo sui social media.

Il 2015 è stato un anno significativo per i dispositivi mobili, soprattutto dopo l’aggiornamento di Google mobile-friendly del 21 aprile che ha spinto i professionisti del marketing di tutto il mondo a ottimizzare i propri siti Web per i dispositivi mobili. Poiché smartphone e tablet non mostrano segni di perdita di popolarità, ci si aspetta giustamente che il mobile marketing diventerà una delle tendenze dominanti del prossimo anno.

Martin Waxman: Nel 2016 presterò attenzione a ciò che Google chiama “micro-momenti”. Questi sono momenti davvero mobili; si tratta davvero di capire come noi, come esperti di marketing e comunicatori, possiamo liberarci dai desktop. Come creiamo storie che possano aiutare e coinvolgere e che siano in definitiva condivisibili?

Qualunque siano le nuove tendenze che compaiono e guadagnano popolarità nel marketing digitale, non si può ancora negare il potere del buon vecchio SEO in loco. L’utilizzo di dati strutturati, microdati e rich snippet non è una novità, ma può fare una grande differenza per un marchio che lo utilizza correttamente.

Jonny Ross: La SEO in loco è ancora molto importante! Molti grandi siti Web continuano a non contrassegnare correttamente i contenuti.

Il prossimo anno porterà sicuramente un aumento tangibile del blocco degli annunci. Come Mickey Lonchar afferma: “Abbiamo sempre avuto sistemi come i blocchi popup e così via, ma il blocco degli annunci di Apple, per la prima volta, ha reso il blocco degli annunci nativo per l’esperienza online, soprattutto per l’esperienza digitale”.

Ecco perché i professionisti del marketing dovranno cercare modi alternativi per andare avanti, uno dei quali è prestare la propria attenzione agli annunci nativi. Questo tipo di pubblicità non sembra contenuto promozionale; ecco perché può combattere le tecnologie di blocco. La pubblicità nativa non è una novità, ma nel 2016 sarà molto probabilmente presente in primo piano nelle strategie della maggior parte dei marketer digitali.

Qualunque siano le previsioni che facciamo per il 2016, c’è almeno una cosa di cui possiamo essere sicuri. Il marketing digitale continuerà a svilupparsi e crescere, diventando sempre più diversificato, assumendo nuove forme e portando sempre più sfide ai professionisti del marketing. Quindi rimanete sintonizzati e vediamo quali meraviglie, colpi di scena e sorprese ci saranno per il prossimo anno!

Quali sono le tue migliori previsioni per il 2016? Fateci sapere nei commenti!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Search Engine Optimization.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *