Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Weekly Wisdom con Itamar Blauer: Video Content Sharing

Weekly Wisdom con Itamar Blauer: Video Content Sharing

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Trascrizione modificata

Ciao a tutti. Mi chiamo Itamar Blauer e benvenuto all’episodio di Weekly Wisdom con SEMrush di questa settimana. Oggi parlerò di come condividere in modo efficace i tuoi contenuti video per aumentare il coinvolgimento. Come tutti sappiamo, il video è molto, molto popolare al giorno d’oggi. Realizzare contenuti video non è sufficiente per avere successo. È fondamentale che tu sappia quali piattaforme utilizzare e come condividerle in modo efficace per convincere più persone a guardare i tuoi contenuti e interagire con essi. Con queste informazioni, puoi ottenere più spettatori ma, cosa più importante, più contatti per la tua attività.

Perché i contenuti video sono in aumento

Quindi, hai registrato e modificato un video. È fantastico, ma poi cosa? Cosa fai dopo? E questo è qualcosa che è davvero molto comune quando le persone hanno già ricevuto i video, ma semplicemente non sanno come diffonderli, come convincere la gente a guardarli, come portarli là fuori al pubblico giusto e questo è molto importante.

Diamo solo un’occhiata al motivo per cui i contenuti video sono così importanti al giorno d’oggi.

  • Le persone sono meno interessate a leggere post di blog e lunghe forme di testo, ecc., Anche infografiche e immagini.
  • La tendenza al giorno d’oggi è che alle persone piace consumare contenuti video perché li rende molto più facili da guardare.
  • Il video è un metodo di consumo più semplice per il tuo pubblico.
  • Le persone non hanno davvero molto tempo per leggere un post sul blog di una o duemila parole; preferirebbero di gran lunga guardare un breve video che spiega tutto in dettaglio.
  • È molto più efficiente.

Piattaforme di condivisione video da considerare

Parliamo delle piattaforme su cui dovresti condividere i tuoi contenuti video. Conosciamo tutti piattaforme come Facebook, Twitter, LinkedIn, Instagram e YouTube e persino Reddit è un’ottima piattaforma.

Puoi anche condividere i tuoi contenuti video sul tuo sito web e tratterò un case study che ho fatto per un cliente in cui sono riusciti ad aumentare il loro coinvolgimento semplicemente incorporando un video in una delle loro pagine di servizio.

Abbiamo un sacco di opzioni diverse qui per le piattaforme su cui puoi scegliere di condividere i tuoi contenuti video, ma devi essere davvero specifico nel sapere dove si trova il tuo pubblico di destinazione e anche quale tipo di contenuto le persone su queste piattaforme amano consumare .

Video brevi e lunghi

Sopra c’è una tabella dei contenuti in formato lungo e breve in cui puoi vedere quale tipo di contenuto in genere funziona meglio in termini di lunghezza del video su piattaforme diverse. Per tre di loro, la lunghezza del contenuto non ha importanza, ovvero YouTube, Reddit e il tuo sito web.

Su YouTube, le persone in genere si aspettano di trovare video sia lunghi che brevi. La lunghezza non ha molta importanza perché YouTube è la piattaforma di trasmissione video più popolare al mondo. Quindi non devi preoccuparti davvero della lunghezza del video quando parli di YouTube.

È la stessa cosa con Reddit perché è più probabile che gli utenti siano davvero interessati se si trovano in un particolare subreddit con un certo tipo di nicchia che gli piace molto, e questo è importante per loro. In genere non si preoccupano della durata di un video purché corrisponda a ciò che vogliono ottenere da esso.

Lo stesso vale per i tuoi siti web. Il video sul tuo sito web non deve essere limitato in termini di tempo.

Dove e perché essere cauti con la lunghezza del video

Le piattaforme su cui devi essere cauto sono le altre sul tavolo come LinkedIn, Facebook, Instagram e Twitter. Queste piattaforme sono piene di così tanti tipi di contenuti di persone diverse, e questo è tutto il tempo.

Pensa al feed di Twitter e alla frequenza con cui cambia. È in continuo aggiornamento. In genere, le persone non avranno il tempo di guardare un video di 10 minuti sul loro feed Twitter perché ci saranno nuovi tweet che emergono e ci sono sempre distrazioni e suggerimenti su nuovi contenuti a loro disposizione. Ed è per questo che su piattaforme come questa, devi mantenere i tuoi contenuti video molto più brevi.

C’è una strategia che puoi utilizzare per sfruttare questo breve modulo video su queste piattaforme e convincere i tuoi spettatori a guardare un video completo. Se carichi un video completo su YouTube, ad esempio, è un video di sette o otto minuti, potresti caricare una versione più breve di quel video su piattaforme come LinkedIn e Twitter. Potresti effettivamente collegarti al video di YouTube per coloro che potrebbero voler guardare la versione completa.

Puoi utilizzare questo piccolo e divertente trucco per sfruttare più visualizzazioni su piattaforme diverse utilizzando il contenuto video breve rispetto a quello completo o lungo che hai. E, naturalmente, questo dipende interamente dai video che hai, ma può aiutarti a massimizzare la tua portata e il tuo coinvolgimento.

Caricamenti video nativi

I caricamenti nativi sono molto importanti per le piattaforme di social media. Nello screenshot seguente, puoi vedere alcuni esempi diversi di video nativi caricati su Facebook, LinkedIn e Twitter.

I video nativi si verificano quando carichi il file video direttamente sulla piattaforma. Non è la stessa cosa che twittare un URL di YouTube perché il video verrebbe caricato su YouTube. Stiamo parlando specificamente di prendere il file video e caricarlo sulla piattaforma scelta. Il motivo per cui questo è così importante è che le piattaforme di social media vogliono che gli utenti rimangano sulla loro piattaforma. Se vedono che ti stai collegando a un video di YouTube, ad esempio, sapranno che le persone che fanno clic su quel link rimbalzeranno su YouTube e si allontaneranno da quella piattaforma. Puoi perdere la copertura organica.

Video nativi su LinkedIn: vantaggi

La piattaforma che utilizza davvero video nativi e la ricompensa è LinkedIn. Ogni volta che ti impegni con un video nativo di LinkedIn, tutti i primi collegamenti di chi lo interagisce verranno anche informati che ti è piaciuto o commentato o condiviso quel video. E la cosa grandiosa di questo è che LinkedIn in genere ha utenti che sono collegati tra loro con interessi simili, sia nel loro campo di lavoro o hobby generali, o cose che seguono. Quindi, qualcuno che è connesso a te su LinkedIn, è più probabile che le sue connessioni siano interessate allo stesso tipo di contenuto.

Se ricevono una notifica, significa che ti stai estendendo ad altre persone che potresti non conoscere, ma si tratta di persone altamente rilevanti per i tipi di contenuti che stai creando. Quindi i video nativi sono altamente raccomandati per tutti i tipi di piattaforme, specialmente con LinkedIn, perché il coinvolgimento che puoi ottenere è davvero buono rispetto ai caricamenti nativi su altre piattaforme come Facebook e Twitter.

Incorporamento di video sul tuo sito web

Ora passerò a un caso di studio che ho fatto che ha coinvolto effettivamente la ripresa di un video che è stato caricato su YouTube e quindi l’incorporamento in una pagina di servizio; questo è molto semplice da fare, soprattutto su YouTube. La piattaforma offre opzioni di condivisione video e una di queste è un’opzione per incorporare il video. Tutto quello che devi fare è copiare il codice di incorporamento, accedere a qualsiasi pagina del tuo sito Web in cui desideri inserirlo e quindi modificarlo con HTML. Incolla il codice e il video verrà incorporato.

Il motivo per cui incorporare video sui siti Web è davvero cruciale per il coinvolgimento è che offre semplicemente più opportunità agli utenti del sito Web di impegnarsi e rimanere più a lungo su una determinata pagina Web. L’esempio che puoi vedere di seguito mostra che quando il video è stato incorporato, le statistiche per il coinvolgimento, le metriche relative alle frequenze di rimbalzo, il tempo medio sul sito e persino le sessioni sono migliorate drasticamente.

Principalmente perché il video era incorporato in questa pagina ed era nella parte superiore della pagina, il che significa che le persone che sono arrivate sulla pagina molto probabilmente avrebbero fatto clic su quel video e avrebbero guardato e coinvolto prima ancora di leggere il altro contenuto della pagina del servizio.

L’incorporamento dei video è un’opzione molto semplice che puoi utilizzare e non deve essere solo per le pagine di servizio. Puoi farlo anche per i post del tuo blog ei video tendono a completare molto bene i post del blog. Si consiglia inoltre di incorporare video che parlino più in dettaglio dell’argomento dei post del blog.

Avvolgendo

I punti chiave di questo episodio sono:

  1. Avere lunghezze video diverse per piattaforme diverse. Le persone non hanno tempo su piattaforme come Twitter, Facebook, Instagram, LinkedIn per guardare video di 10-15 minuti. Quindi, mantienilo breve su quelle piattaforme e quindi includi link che vanno ai video di forma più lunga che hai su piattaforme come YouTube.
  2. Utilizza i tuoi contenuti video sul tuo sito web. È davvero un buon modo per aumentare il coinvolgimento sul tuo sito web, il che è molto utile se vuoi che le persone rimangano sui tuoi siti web. Sicuramente, incorpora i video nel tuo sito web.
  3. Sperimenta con i contenuti video. Devi provare video di diversa durata. A volte potresti scoprire che 60 secondi funzioneranno alla grande su piattaforme come Twitter, piattaforme come Facebook, potresti scoprire che le persone stanno effettivamente guardando un video di quattro, cinque minuti su LinkedIn. Devi sperimentare e ottenere le informazioni che funzionano con il tuo pubblico. E questo è qualcosa che mi piace sempre dire, sperimentare con i contenuti video che stai realizzando, ottenere i risultati e poi avrai la tua formula vincente su come condividere efficacemente i tuoi contenuti video.

Grazie mille per aver guardato questo episodio di Weekly Wisdom. Il mio nome è Itamar Blauer. Non esitate a contattarmi su LinkedIn e Twitter.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di S.E.O.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *