Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Social Media » 3 suggerimenti per monetizzare il principale traffico mobile di Facebook

3 suggerimenti per monetizzare il principale traffico mobile di Facebook

    Facebook lo ha recentemente annunciato la pubblicità per dispositivi mobili rappresenta l’84% delle sue entrate e il numero dei suoi utenti “solo mobile” ha raggiunto 1 miliardo.

    Per soddisfare questi utenti, all’inizio di quest’anno la società ha rilasciato nuovi strumenti per creare, testare, condividere e rivedere gli annunci per dispositivi mobili al fine di rendere gli sforzi pubblicitari sulla sua piattaforma il più efficaci possibile per i marchi e gli operatori di marketing.

    Cosa possono fare i professionisti del marketing per sfruttare Facebook e le opportunità di pubblicità mobile?

    Anno del cellulare

    Mentre gli esperti dei social media annunciavano “l’anno del mobile” da circa un decennio e il traffico mobile ha ufficialmente superato il desktop nel 2015, Facebook era in testa al gioco.

    Ha sviluppato una piattaforma mobile-first per offrire un’esperienza utente semplice, rapida e facile e ha offerto un targeting a grana fine per gli inserzionisti. Il vasto pubblico mobile di Facebook rappresenta una potente opportunità per i professionisti del marketing digitale per monetizzare tutti questi spettatori.

    I consumatori stanno spendendo 25 percento del tempo di utilizzo dei media sui dispositivi mobili, mentre gli operatori di marketing spendono solo il 12% dei dollari pubblicitari su questo canale.

    La discrepanza mostra che gli inserzionisti perdono opportunità non riuscendo a convertirsi alla mentalità mobile-first. Facebook, d’altra parte, si è svegliato presto a questa realtà.

    Lo svantaggio degli annunci di Facebook

    PricewaterhouseCoopers, ad esempio, ritiene che la spesa pubblicitaria per dispositivi mobili supererà tutti gli altri canali entro il 2020. Ma prima che i professionisti del marketing intervengano per colmare il divario, è necessario considerare alcuni importanti ostacoli al successo della pubblicità mobile su Facebook.

    La pubblicità su Facebook è più difficile di quanto sembri.

    Gli annunci possono perdere rapidamente la loro efficacia, il che è problematico per i marchi che assumono agenzie, fissano budget e lanciano grandi campagne all’inizio dell’anno. Se gli annunci si esauriscono rapidamente senza alcuna strategia per misurarli e sostituirli continuamente, il budget languirà.

    Gli inserzionisti dovrebbero combattere gli annunci che perdono la loro efficacia con pianificazione della campagna basata sulla creatività e monitorare costantemente il coinvolgimento degli annunci per cambiare le cose quando necessario.

    Altrettanto frustrante è l’imprevedibilità della portata dell’annuncio causata dal mercato dinamico e dagli algoritmi di Facebook. Il numero di persone in un pubblico di destinazione che hanno effettuato l’accesso, la quantità di concorrenza e il numero di impressioni disponibili cambiano costantemente e possono generare risultati non uniformi. Stabilire un budget con incrementi minori e monitorare le prestazioni più frequentemente può aiutare a combattere queste barriere. Ad esempio, spendere quotidianamente l’intero budget su Google è più realizzabile perché è probabile che lo stesso numero di persone cercherà un determinato termine ogni giorno. Ma con le impressioni che cambiano così spesso su Facebook, può essere difficile per i professionisti del marketing investire lo stesso importo per meno certezza.

    Cosa ha da offrire Facebook

    Quando i marketer digitali superano questi ostacoli, tuttavia, i vantaggi di sfruttare il potere di Facebook possono essere enormi. Sebbene la frode dei clic sia un problema serio, il traffico di Facebook è più pulito rispetto ad altre piattaforme di pubblicità display.

    Uno studio del 2014 su miliardi di annunci dell’Associazione degli inserzionisti nazionali lo ha rilevato 11 per cento degli annunci display e quasi il 25% degli annunci video sono stati visti da software, non da persone.

    Sebbene ci siano polemiche sulla presenza di bot su Facebook, il traffico attribuito ai bot è indubbiamente inferiore rispetto a qualsiasi altra fonte. Gli utenti di Facebook sono persone reali che vedono i tuoi annunci.

    Il targeting di Facebook offre anche una maggiore granularità rispetto ad altre piattaforme di pubblicità digitale. Quando qualcuno crea un profilo Facebook, inserisce la sua data di nascita, sesso, posizione e altro. Facebook sa cosa piace agli utenti, di cosa parlano e con chi sono amici. Cerchi una mamma di 30 anni in Nebraska che ama cucinare? Fatto. Gli annunci possono essere offerti a quella persona.

    Per schivare gli ostacoli e raccogliere i vantaggi della pubblicità mobile di Facebook, i professionisti del marketing digitale devono fare bene tre cose:

    1. Prova, prova e prova ancora

    Anche per le aziende che si sentono bene con i risultati degli annunci, i test sono importanti. I numeri sono migliori dei sentimenti. All’interno della piattaforma pubblicitaria di Facebook è possibile eseguire test A / B o split test, il che semplifica il confronto dei risultati degli annunci sulla base di dati reali anziché di opinioni o speculazioni. E le intuizioni raccolte da una campagna creativa possono facilmente contribuire a quella successiva.

    Immagini diverse, testi, momenti della giornata, inviti all’azione e posizione dell’annuncio sulla pagina sono tutti fattori che possono influenzare il rendimento degli annunci. Una volta identificato un annuncio ad alto rendimento, approfondisci: se un’immagine viene convertita a una velocità maggiore, prova immagini simili. Scopri a cosa rispondono gli utenti e renditi conto che non è un risultato statico perché il numero e il tipo di utenti che accedono a Facebook cambiano costantemente.

    2. Misura i tuoi risultati

    Le analisi di Facebook sono ottime, ma è importante confrontare i risultati con strumenti di terze parti come Google Analytics, Simply Measured o il plug-in di WordPress Metriche sociali per ottenere più dimensioni di analisi.

    Google Analytics ti consente di confrontare le prestazioni di Facebook con altri social network e altre sorgenti di traffico, mentre Simply Measured e Social Metrics si concentrano esclusivamente sulle prestazioni social. Ciascuno fornisce ricche opzioni di reporting.

    3. Crea un’esperienza utente innovativa

    È incredibile quanti inserzionisti inseriscano un’esperienza desktop in una pagina per dispositivi mobili anziché creare un’esperienza mobile unica. La personalizzazione aggiunge valore e aumenta la fedeltà dei clienti, e sta diventando un’aspettativa tra i consumatori.

    Non pensare solo al comportamento dei dispositivi mobili in generale, ma a un comportamento specifico di Facebook.

    Crea pagine velocemente. Usa gli annunci dinamici di Facebook per offrire l’annuncio giusto alla persona giusta in base alla posizione, al comportamento passato e ai Mi piace e ai gruppi della persona.

    Crea più annunci per più target secondari. Offri notifiche push per consentire agli utenti di partecipare e pubblica annunci e promozioni in base a ciò che gli utenti desiderano che venga offerto.

    L’enorme base di utenti mobili di Facebook e la fantastica tecnologia di targeting stanno rendendo la pubblicità digitale accessibile anche per le piccole e medie imprese. Tuttavia, monetizzare quel traffico non è scontato. Ma con costante attenzione, test e tattiche dinamiche, le ricompense per i professionisti del marketing possono essere notevoli.

    Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Social network.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *