Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » 6 modi in cui i vantaggi del social media marketing per i marchi di e-commerce

6 modi in cui i vantaggi del social media marketing per i marchi di e-commerce

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Alcune persone sottovalutano drasticamente l’impatto continuo e in evoluzione dei social media sulle vendite. Per determinare se i social media funzionano per te, devi esaminare il potenziale dei social media nel produrre un impatto quantitativo sulle vendite.

L’assunzione di analisti non qualificati può rivelarsi disastrosa per le società di e-commerce perché è improbabile che le loro strategie comuni abbiano successo. A peggiorare le cose, i clienti finiranno per credere che sia colpa dei social media se i loro siti non ricevono abbastanza lead.

In realtà, è perché le strategie sbagliate scoraggiano il successo. Quante di queste strategie utilizzi attualmente?

1. Adottate un approccio orientato alla qualità

Il caso in questione è l’indagine CMO del 2014 sull’importanza dei social media per il marketing. I risultati del sondaggio sono aperti all’interpretazione. Coloro che vedono il sociale come meno impattante in termini di differenze quantitative rappresentano il 45% degli intervistati.

Solo circa il 40% degli intervistati ha assistito a un impatto qualitativo che, secondo loro, non ha influenzato gli aspetti quantitativi delle vendite. Potrebbero aver avuto visitatori, un alto tasso di fidelizzazione e persino lead. Ma alla fine i dati di vendita non erano impressionanti.

I risultati del sondaggio sono piuttosto semplici. Tra i sondaggi, il 45% non ha rilevato alcun impatto qualitativo e il 40% non ha visto aspetti qualitativi che portassero al successo quantitativo.

Quali lezioni dovrebbe trarre un amministratore di un sito di e-commerce dai due risultati precedenti?

Le lezioni includono rendere le campagne sociali esistenti più focalizzate sulla qualità e osservare l’impatto della campagna sulle vendite calcolando ogni misura di qualità e il suo risultato quantitativo.

Quasi tutti i marchi di e-commerce stanno già postando sulle loro pagine Facebook, caricando video sui loro canali YouTube, mettendo nuove foto sui loro account Instagram e microblogging su Twitter. Cos’altro dovrebbero fare? … Continuare a leggere.

2. Esplora piattaforme alternative

Molti professionisti del marketing hanno un approccio distorto. Preferiscono i social network convenzionali, ma non fanno marketing sufficiente sui siti di recensioni online, le reti C2C e le piattaforme di domande e risposte.

Le recensioni dei clienti sono così potenti che Il 61% legge recensioni online prima di decidere su un prodotto e L’88% dei consumatori considera importanti le recensioni online come raccomandazioni personali. I siti di recensioni dei clienti online sono intrinsecamente social, in cui gli utenti si fidano l’uno dell’altro. La loro comunicazione può influire seriamente sulle vendite online.

Un marchio può nascondersi in quelle reti. Può fingere di essere un individuo su un sito C2C o un richiedente su un sito di domande e risposte. Questo tipo di monitoraggio del comportamento dei consumatori è manuale e può dare al marketer un’idea onesta dell’esperienza del marchio che i consumatori stanno vivendo. Successivamente, il marchio può lavorare sulle aree che identifica come colli di bottiglia per un’impressionante esperienza del marchio.

3. Ricorda: M sta per Mobile AND Millennials

Potrebbe sembrare difficile collegare dispositivi mobili, e-commerce e millennial. Ma si sommano e offrono agli operatori di marketing sufficienti opportunità per rendere le loro campagne più focalizzate sulla qualità.

Mai sentito parlare di m-commerce? È un’abbreviazione di mobile commerce. Ma mi piace chiamarlo millennial commercio sociale perché i millennial costituiscono il pubblico di destinazione dei siti di e-commerce. Costituiscono anche una grossa fetta di traffico mobile, il che indica che potenti strategie di mobile marketing evitano ai marchi di e-commerce di ideare strategie separate per attirare i millennial, un po ‘come uccidere due piccioni con una fava.

Quando si tratta di strategie, alcuni marchi di e-commerce scelgono solo app. Il Web mobile supera il Web desktop in tutte le aree, incluso traffico, diversità e tempo dei media. Quindi, quei marchi si attaccano solo alle app e consolidano tutte le attività di marketing intorno a loro. Nel caso in cui abbandonare il sito web sembri troppo estremo, puoi almeno offrire ai tuoi clienti la migliore esperienza di navigazione mobile rendendo il sito mobile reattivo e riducendo il tempo di caricamento.

4. Utilizzare la leva finanziaria offline

Il marketing offline può creare un ronzio all’interno e intorno ai social media, portando finalmente a più vendite. I marchi di e-commerce potrebbero trovarlo controintuitivo perché hanno solo una presenza online. Tuttavia, gli eventi offline possono alimentare la creazione e la cura dei contenuti online. Ricorda il tweet record stabilito dal Super Bowl l’anno scorso?

Il marketing offline su questa scala è estremamente costoso. Ma non è molto costoso su piccola scala. I marchi di e-commerce possono legarsi a ristoranti, caffè e punti vendita e distribuire gadget in omaggio. Possono sponsorizzare eventi di musica dal vivo, spettacoli di danza di piccoli artisti e condividere le notizie sui canali social.

Groupon ha fatto qualcosa di simile. Si sono rivolti ai punti vendita locali e hanno presentato offerte di acquisto di gruppo sul loro sito web. Il risultato è stato un successo fenomenale. Quando il sito dell’offerta quotidiana ha presentato istanza di IPO, è stato valutato a $ 13 miliardi. L’acquisto di gruppo non è più un modello approvato nell’e-commerce.

Tuttavia, il punto che sto cercando di trasmettere qui è che Groupon ha stretto rapporti con commercianti locali con negozi fisici e ha fatto circolare le offerte di accordi su tutti i social network. Questo è esattamente ciò che gli altri marchi di e-commerce dovrebbero fare per sfruttare il social commerce in modo più produttivo.

5. Adotta un approccio integrato

È un modo sicuro in cui un marchio di e-commerce può migliorare le proprie prestazioni di vendita, ridurre i costi di vendita e persino monitorare il comportamento dei clienti. Email e account di ricerca per una conversione migliore rispetto al social media marketing.

Un approccio integrato include l’aggiunta di opzioni di condivisione sociale al modello di posta elettronica, utilizzando risorse dei social media per migliorare la ricerca prestazioni del motore, ecc.

Il contenuto di qualità gioca un ruolo qui. Quando qualcuno apre la propria casella di posta e trova interessanti il ​​titolo e la descrizione dell’e-mail, le probabilità che faccia clic sul collegamento allegato all’e-mail aumentano. Per migliorare le prestazioni del motore di ricerca, l’ottimizzazione delle immagini potrebbe tornare utile. L’ottimizzazione di un’immagine allegata a un post sui social media equivale a una migliore visibilità della pagina da parte dei motori di ricerca e porta più traffico al sito.

6. Utilizzare strumenti automatici

I vantaggi dell’utilizzo di strumenti di automazione sono il risparmio di tempo, l’espansione della portata di una campagna social e il monitoraggio delle attività di consumatori e fan. La funzionalità degli strumenti include l’aggiornamento automatico delle foto di Twitter e dei post di Facebook, la pianificazione e l’invio automatico di e-mail, l’accesso ai contenuti generati dai contatti sociali, ecc. Boomerang, Shoeboxed e Rapportive sono alcuni di questi strumenti.

Secondo alcuni, non è possibile stabilire relazioni significative con fan e lead utilizzando strumenti automatizzati. Ma non è vero. Gli ingredienti di una relazione significativa sono contenuti di qualità, comunicazione rapida e, soprattutto, comprensione dei consumatori. William Johnson magnificamente ha spiegato come gli strumenti di automazione della generazione di lead può spuntare tutte queste caselle di controllo.

Gli strumenti di generazione delle recensioni dei clienti possono aiutare la gestione della reputazione online, essenziale per i marchi di e-commerce. Tali strumenti utilizzano algoritmi all’avanguardia per determinare il prodotto giusto, chiedere recensioni ai clienti giusti e rappresentano quasi il 50% delle e-mail aperte e oltre il 10% del tasso di risposta alle e-mail.

Sommario

Il social media marketing orientato alla qualità è più che essenziale per il c-commerce. Quindi sono strumenti automatici per monitorare come la qualità (gli sforzi di marketing) sta influenzando la quantità (vendite). È vero, ci sono problemi di prestazioni, ma i social media sì continuare a facilitare la vendita al dettaglio online nel 2016e il tasso di spesa per dispositivi mobili aumenterà grazie alle prestazioni del marketing mobile.

Pertanto, è imperativo per i marchi di e-commerce aumentare la propria presenza sul dominio palmare, sotto forma di sito Web e app ottimizzati per i dispositivi mobili, e elaborare strategie efficaci per sfruttare tutto il potenziale del social commerce, sia in termini di online che di attività offline.

Stai utilizzando la tua presenza sui social media al massimo delle sue potenzialità? Fateci sapere nei commenti.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *