Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » 9 strategie efficaci per i backlink

9 strategie efficaci per i backlink

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

I backlink sono uno dei fattori principali nell’algoritmo di ranking organico di Google, quindi la creazione e la gestione di un profilo di backlink di successo è una parte importante dell’ottimizzazione per i motori di ricerca.

Il team di SEMrush è orgoglioso che il nostro database abbia raggiunto 16,7 trilioni di backlink nel 2019.

Per aiutarti a ottenere il massimo dal nostro Strumenti di link building SEO, abbiamo messo insieme un elenco delle migliori “mosse”, che manterranno pulita e in crescita la tua raccolta di backlink.

In questo elenco troverai suggerimenti su come:

  • Raccogli idee per la creazione di collegamenti e mantieni i risultati dei tuoi sforzi

  • Elimina rapidamente i backlink dannosi

  • Ottieni informazioni dettagliate sulla creazione di contenuti che ti portano traffico pertinente da molte sorgenti, proprio come consiglia Google.

  • Accelera il processo di acquisizione di nuovi collegamenti.

Dai un’occhiata a questo breve video sul nostro strumento di Link Building, prima di scoprire ulteriori dettagli di seguito:

Mossa # 1. Controlla esattamente le novità nel tuo profilo a ritroso

Maggiori informazioni su questo Il nuovo database di backlink di SEMrush: post più grande, migliore, più veloce Elena Terenteva

Il primo potrebbe sembrare l’abitudine di un maniaco del controllo, ma la maggior parte degli esperti consiglia di programmare questo controllo ogni 2 settimane, poiché è in genere il tempo necessario a Google per indicizzare i nuovi collegamenti. Il tempo speso per il monitoraggio ripagherà per diversi motivi.

Cominciamo con uno bello, che sta monitorando i risultati del tuo successo. Digita il tuo dominio nel nostro rapporto sui backlink. Scegli il filtro rapido “Nuovi” collegamenti a ritroso e, come opzione, seleziona solo il tipo “Segui” per controllare prima quelli di maggior valore. In questo modo puoi vedere se le tue precedenti attività di sensibilizzazione, campagna di pubbliche relazioni virali, programma di affiliazione o qualsiasi altro tipo di cooperazione di marketing sono finite con un fallimento. Combina questi dati con la quantità di traffico di referral dal tuo Google Analytics e invialo al tuo cliente o capo per dimostrare che stai facendo un ottimo lavoro.

Allo stesso tempo, saranno utili altri strumenti di link building come il nostro backlink checker. Il monitoraggio di nuovi backlink può aiutarti a rilevare rapidamente e, cosa più importante, eliminare il danno dai link tossici che non ti aspettavi di ottenere. Quest’ultimo potrebbe accadere a causa di un attacco spam rivale, del difetto del tuo appaltatore o di una serie di altri motivi.

Rimani nel rapporto Backlink, fai clic su “Tutti i link” e scegli l’ordinamento crescente in base al punteggio della pagina, che è un buon rilevatore di un dominio di riferimento indesiderato.

Una volta trovato un collegamento sospetto, aggiungilo all’elenco Rifiuto con un clic. Se non hai ancora impostato lo strumento di controllo dei backlink per il dominio analizzato, ti chiederemo di farlo o esportare i risultati in un file .txt. Se ne hai uno, dall’elenco Rifiuto potrai aggiungerlo alla scheda Rifiuto nel tuo progetto corrente, in modo da poterlo inviare al Strumento Google Disavow in seguito.

Mossa # 2. Recupera tutto ciò che hai perso

Ottenere nuovi backlink ogni volta è un grosso problema e vuoi assicurarti di non perdere i tuoi preziosi link. Quando utilizzi il controllo backlink, scegli i backlink “Persi” dal tuo profilo e aggiungi il filtro “Segui” e l’ordinamento decrescente in base al punteggio della pagina. In questo modo troverai le perdite maggiori di tutte: backlink da domini affidabili. Prova a contattare i loro proprietari e recuperare il tuo backlink.

Mossa # 3. Sneak le migliori idee di link building dai rivali giusti

Rubare idee non è una brutta cosa in un mondo in cui tutto è già stato inventato. Vediamo come possiamo trarre vantaggio da questa regola per potenziare le nostre strategie di link building. Il nostro studio sui fattori di ranking ha dimostrato che il numero di domini di riferimento ha un forte impatto sul modo in cui Google valuta il tuo sito. Ma come si scelgono le persone giuste a cui rubare idee?

Ci sono alcuni modi per scegliere i tuoi concorrenti di maggior successo. Il nostro rapporto sui concorrenti a ritroso mostra i tuoi rivali in base al numero dei tuoi domini di riferimento comuni correlati alla dimensione dei profili di backlink dei siti web (per evitare di rilevare giganti di tipo Wikipedia, che non vuoi analizzare). Si tratta di aziende che potrebbero ricevere traffico da referral dalle risorse in cui è molto probabile che il tuo pubblico di destinazione trascorra del tempo.

Ora sappiamo di quali domini di riferimento vogliamo analizzare e quelli che ti verranno offerti nella scheda Confronto dello strumento Backlink Gap. Puoi anche utilizzare il rapporto Concorrenti organici se desideri cercare più concorrenti della ricerca organica.

Puoi fare clic sul dominio del tuo concorrente per generare un nuovo report Analisi backlink per esso. Vai alla scheda Domini di riferimento per vedere i siti che fanno riferimento al tuo concorrente, quindi usa questo elenco per mettere insieme il tuo futuro registro “outreach”. Non dimenticare di prestare attenzione alla colonna Punteggio di autorità per scegliere solo domini utili.

Punteggio di autorità: una metrica composta utilizzata per valutare la qualità complessiva di un dominio e l’influenza sulla SEO. Il punteggio si basa sul punteggio del dominio del dominio, punteggio di affidabilità, quantità di backlink, quantità di domini di riferimento, quantità di IP di riferimento, una correlazione tra punteggio di dominio e punteggio di affidabilità, link follow vs nofollow, traffico di ricerca organico (dalle nostre posizioni organiche rapporto) e il numero di utenti (dal nostro rapporto Analisi del traffico).

Mossa # 4. Trova le idee di contenuto che valgono i tuoi sforzi

Se hai mai lottato con la questione di quale contenuto creare, sai quanto sia difficile prendere tali decisioni. È un processo gravoso in termini di tempo e denaro. Alla fine della giornata, vuoi che i tuoi lettori si convertano in clienti. Ma prima, devi ottenere traffico.

Ottenere visibilità su Google potrebbe richiedere tempo, ma il traffico dai referral è sempre un’opzione. Nel nostro rapporto sulle pagine indicizzate, puoi trovare idee per contenuti “attraenti a ritroso”. Digita il dominio del tuo rivale e guarda quali pagine attirano il maggior numero di link da domini diversi.

Mossa # 5. Usa in modo intelligente i reindirizzamenti per le pagine precedentemente riuscite

È abbastanza comune fare un ottimo lavoro guadagnando backlink a, diciamo, una particolare pagina di prodotto, ma dopo ciò, ti perdi in nuove campagne di marketing e perdi il momento in cui quella pagina smette di funzionare. Diamo un’occhiata al caso di Sephora.

Quasi 1000 domini collegati al loro fantastico kit per capelli, ma il prodotto è sparito, molto probabilmente insieme a potenziali clienti.

Maggiori informazioni su questo Gli errori più comuni nella costruzione di collegamenti interni: un post di studio SEMrush Elena Terenteva

Quello che sarebbe bene fare qui è reindirizzare gli utenti a una pagina con un prodotto simile, o almeno una categoria del prodotto: https://www.sephora.com/hair-care-sets.

È importante prestare attenzione alle tue pagine più performanti dal punto di vista del backlink, non solo perché non vuoi perdere clienti, ma non vuoi anche rovinare i rapporti con le persone che ti collegano per una futura cooperazione.

Mossa # 6. Rendi il tuo profilo a ritroso naturale come vuole Google

Il testo di ancoraggio non è mai stato un proiettile d’argento per quanto riguarda l’indicizzazione dei link, soprattutto dopo una serie di aggiornamenti dell’algoritmo di Penguin. Tuttavia, i SEO preferiscono mantenere il giusto equilibrio e costruire un profilo di ancoraggio diversificato. Poiché Google lo confronta con l’ottimizzazione delle parole chiave sul sito, è bene ridurre il numero di ancore monetarie (come le chiamiamo in SEMrush, che sono semplicemente le ancore che coincidono con le parole chiave target nella ricerca organica) e magari lavorare per aumentare il numero di ancore di marca o composte (combinazione di nome del marchio e testo aggiuntivo).

Per trovare tutti i domini che si collegano al tuo sito con un testo particolare, vai al nostro rapporto Anchors e digita le parole che desideri controllare. Nel menu a tendina, vedrai i suggerimenti che sono presi da tutti gli anchor text che hai effettivamente.

Metti insieme un bel modello chiedendo di cambiare il testo delle tue ancore e accelerare il processo di sensibilizzazione. Questo ti aiuterà a evitare una situazione in cui Google considera la tua strategia spam o manipolativa o addirittura penalizza le tue pagine in SERP.

Mossa # 7. Sbarazzarsi di tutti i backlink tossici, proprio come tutti loro

A proposito di essere penalizzati, fortunatamente, svegliarsi sudando freddo e vedere tutta la tua classifica in forte calo è un ricordo del passato. Ma tutti i professionisti con cui ho parlato hanno avuto il tempo di controllare la “salute” del loro profilo di backlink ogni settimana come parte della loro strategia.

Questo ci ha fatto pensare, cosa potrebbe eventualmente ottimizzare questo processo? E la soluzione era darti l’opportunità di controllare tutti i backlink che hai in un unico posto, che abbiamo chiamato lo strumento Backlink Audit.

E una volta impostato il Backlink Audit, hai i backlink dal database SEMrush, dalla tua Google Search Console e da qualsiasi altro fornitore di dati di terze parti in una tabella.

Tutti i backlink verranno automaticamente uniti e analizzati per più di 60 marker di tossicità. Puoi scegliere di contattare i proprietari di siti web chiedendo loro di rimuovere il collegamento, o aggiungerlo a un elenco Rifiuto, se il collegamento sembra tossico, o mantenerlo così com’è se non rappresenta una minaccia per le tue classifiche. Ma abbiamo deciso di non fermarci qui e abbiamo aggiunto l’opzione per inviare e-mail direttamente dall’interfaccia SEMrush. Aggiungi tutti i link o domini sospetti all’elenco Rimuovi e inizia a diffondere; Backlink Audit seguirà automaticamente i progressi per te.

Personalmente mi piace questo modello come un modo educato per contattare i proprietari di siti web, ma puoi sempre personalizzarlo nel modo che preferisci 🙂

Mossa # 8. Impostare un “allarme” per la forza maggiore

Anche se controlli regolarmente ed elimini i link indesiderati, potrebbero verificarsi casi in cui si verifica un picco imprevisto nel livello di tossicità del tuo profilo di backlink. Nel nostro strumento di controllo dei backlink puoi attivare le notifiche che aiutano molti utenti a mettere rapidamente fuori uso l’attacco di uno spammer. Cerca di non perderli nella tua casella di posta.

Mossa # 9. Automatizza la ricerca di idee per la creazione di link

Questa non è in realtà una “mossa”, ma voglio parlarvi del nostro strumento lanciato di recente che è stato progettato per accumulare diverse idee infallibili per la costruzione di link che abbiamo raccolto dai nostri utenti. L’abbiamo chiamato semplicemente Link Building Tool.

Copre 3 fasi principali del processo di acquisizione del collegamento: ricerca di idee, divulgazione e monitoraggio dei progressi.

Consideriamo varie fonti di idee, tra cui:

  1. Backlink che i tuoi rivali sono riusciti a ottenere.

  2. Backlink che hai perso.

  3. Menzioni senza alcun collegamento (che è un ottimo modo per guadagnare ancore di marca).

  4. Ricerche automatiche di buone fonti utilizzando operatori di ricerca avanzati.

  5. Le tue idee caricate manualmente nello strumento.

Per iniziare la ricerca, fai clic sul pulsante di configurazione nel widget Link Building e inserisci fino a 10 parole chiave per le quali desideri ottenere un posizionamento più alto. I successivi obiettivi di sensibilizzazione verranno presentati in base ai backlink che aiutano altri siti Web a classificarsi per le parole chiave di destinazione. Puoi anche inserire fino a 10 concorrenti e SEMrush determinerà quali domini hanno backlink che puntano ai tuoi concorrenti.

Non appena tutte le idee vengono raccolte, stimiamo automaticamente la qualità dei tuoi collegamenti futuri, inclusi i segnali potenzialmente pericolosi del sito web di destinazione, la quantità di traffico che questo dominio riceve ogni mese dal nostro rapporto di analisi del traffico, il numero di backlink e domini di riferimento che porta a questo sito Web e se i tuoi concorrenti hanno guadagnato link o meno, proprio come nello screenshot qui sotto.

Dopo aver esplorato e filtrato i potenziali clienti (per tipo di URL, TLD o parola chiave), potrai inviarne alcuni alla sezione In corso e far rifiutare gli altri.

Ma non è tutto! Puoi utilizzare un modello dal nostro elenco degli scenari di guadagno di link più comuni per restringere il targeting:

Una volta terminata l’analisi, è tempo di contattare questo dominio per aggiungere il collegamento desiderato. La procedura guidata automatizzata di SEMrush ti consente di farlo direttamente dall’interfaccia. Personalizza semplicemente uno dei modelli di email forniti o salva il tuo per un utilizzo futuro.

E il fatto che estraiamo automaticamente i dettagli di contatto del sito web per te ti farà risparmiare ancora più tempo.

Dopo che la tua e-mail è stata inviata, sarai in grado di monitorare lo stato della tua richiesta, sapendo se la tua e-mail è stata consegnata, ha risposto o meno.

Se la fortuna ti sorride e acquisisci un backlink da uno dei tuoi potenziali clienti, sarebbe ragionevole tenerlo d’occhio. Invia questo collegamento alla sezione di monitoraggio dello strumento Link Building per assicurarti che non sia perso o danneggiato.

Ovviamente, dovrai eseguire più di 9 passaggi per costruire una strategia di backlink efficace e ancora di più per una SEO di successo. Ma questi suggerimenti sono un ottimo modo per iniziare a costruire un solido portafoglio di backlink per il tuo sito web!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Social network.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *