Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come classificare un video di YouTube

Come classificare un video di YouTube

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Nell’era digitale, pochi siti sono più potenti di YouTube. In qualità di sito di video numero uno, secondo motore di ricerca più popolare e terzo sito web più trafficato su Internet, YouTube è il posto dove stare.

I proprietari di aziende intelligenti sanno di poter entrare in contatto con i clienti attuali e potenziali creando video YouTube coinvolgenti e informativi. La creazione di ottimi contenuti video è solo il primo passo, però.

Come puoi assicurarti che il tuo duro lavoro ripaghi e che i tuoi video siano in cima a Google e YouTube?

Impostazioni video

Ottenere il miglior posizionamento possibile per il tuo video inizia con la scelta delle giuste impostazioni. L’ultima cosa che vuoi è seppellire un video fantastico con un titolo come “myvideo1.avi” senza descrizione, tag, categoria o altri elementi descrittivi che possono aiutare il tuo video a finire davanti agli occhi giusti.

Ricorda, YouTube in realtà non sa di cosa tratta il tuo video. L’algoritmo deve elaborare le informazioni che gli dai, quindi sii accurato. Dare il tuo file video grezzo un nome video pertinente e aggiungi tag e commenti al file raw. Quando carichi il video su YouTube, dedica del tempo a compilare ogni campo possibile per il tuo video. Scegli un avvincente titolo che include le tue parole chiave. Scrivi un adattamento descrizionee assicurati di collegarti al tuo sito web per spingere gli utenti all’azione.

È meglio utilizzare lo spazio massimo assegnato (circa 1.000 parole) piuttosto che inserire una descrizione breve e parziale. Includi pertinente tag utilizzando sinonimi per evitare il riempimento di parole chiave. Se il tuo video include un’importante componente vocale, valuta la possibilità di includere un file trascrizione a fini di accessibilità.

Continua con le impostazioni compilando un file categoria associazione più strettamente correlata al contenuto video. Carica un file miniatura personalizzata che rappresenta al meglio il contenuto del video e cattura l’attenzione degli spettatori di YouTube per migliorare le percentuali di clic (CTR). Man mano che aumenti la tua libreria video, usa playlist per organizzare i tuoi video in base al tema.

Qualità video è estremamente importante. Vuoi che tutti abbiano un’esperienza visiva ottimale, dallo schermo di uno smartphone rotto a un iMac con display Retina. È facile convertire la qualità verso il basso, quindi registra con la massima qualità possibile e carica un video ad alta definizione in formato AVI, se possibile. Il caricamento di un video di due minuti potrebbe richiedere dalle due alle sei ore a seconda della connessione Internet, ma vale la pena aspettare.

Puoi rafforzare gli inviti all’azione con annotazioni. Per abilitare questa funzione, devi verificare il dominio a cui desideri collegarti. In alcuni casi, come il collegamento a una campagna di raccolta fondi su un sito rispettabile come Kickstarter o Indiegogo, puoi bypassare il processo di verifica. Le annotazioni dovrebbero durare dai cinque ai sette secondi ed essere mantenute sui fotogrammi esterni del video.

Carte sono una nuova alternativa (che presto sostituiranno le annotazioni) che recentemente sono diventate disponibili per la maggior parte degli account. Le schede si sovrappongono sul lato destro del tuo video e possono presentare siti web associati, progetti di raccolta fondi, merchandising (prodotti) o un altro video / playlist. Puoi selezionare il tipo di carta e inserire il tuo URL. YouTube acquisirà automaticamente il titolo e le immagini dal tuo sito oppure puoi anche personalizzarli insieme al testo dell’invito all’azione.

Ecco una guida rapida su come configurare una scheda YouTube:

  1. Passa al tuo video e fai clic su “Modifica”. Seleziona “Carte” e fai clic su Aggiungi carta. Sarai quindi in grado di selezionare il tipo di carta.
  1. Dopo aver selezionato il tipo di carta, verrà visualizzata una finestra in cui verrà richiesto l’URL del sito Web. Quindi prenderà il titolo e le immagini dal sito. È quindi possibile personalizzare il titolo, l’invito all’azione e l’immagine (selezionare un’immagine fornita o caricare la propria).
  1. Questo è tutto! Guarda quanto è bello.

Il tuo canale

Il tuo canale è l’hub per la tua azienda su YouTube. Mentre le singole pagine di visualizzazione dei video saranno dove finisce la maggior parte degli spettatori, man mano che aumenti la tua libreria video, vuoi avere un canale organizzato e attraente. L’ottimizzazione del canale è un passaggio spesso trascurato che può aiutare il posizionamento dei tuoi video.

Inizia aggiungendo grafica del canale. Non vuoi che il tuo canale assomigli a una pagina YouTube generica. Distinguiti dalla concorrenza e sfrutta l’opportunità per stabilire il tuo marchio. Carica il tuo logo come file immagine del profilo e scegli un file sfondo immagine che rappresenta al meglio i servizi o l’etica della tua azienda. Ottimizza le tue immagini scegliendo i titoli dei file immagine corretti.

Il tuo canale dovrebbe indirizzare le visualizzazioni ai tuoi video, ma dovrebbe anche indirizzare il traffico al sito web della tua azienda e agli account dei social media. Essere sicuri di aggiungere collegamenti al tuo sito, Facebook, Twitter, Google+, Instagram e Pinterest. Avrai bisogno di verificare il tuo sito web associato. Non trascurare l’opportunità di comunicare i servizi e la missione della tua azienda con un testo ben scritto descrizione, comprese le parole chiave importanti.

YouTube è più di un sito di video, è un social network. Nessun canale aziendale di successo è un’isola, quindi sottoscrivi ad altri canali con contenuti simili e inizia a costruire la tua rete. L’algoritmo di YouTube tiene conto di queste connessioni per aiutarti a capire dove si inseriscono i tuoi contenuti.

Infine, collega il tuo canale YouTube al tuo statistiche di Google ID di monitoraggio. Ciò ti consentirà di tenere traccia delle metriche, come riproduzioni, percentuale di completamento e altro. Man mano che impari di più su come i tuoi video vengono ricevuti dagli spettatori, puoi modificare i video passati o pianificare i video futuri per migliorare la fidelizzazione.

Marketing dei tuoi video

Tutto il duro lavoro di creare un video e compilare tutti i dettagli del tuo account YouTube potrebbe essere inutile se non attiri nessuno spettatore sulla tua pagina di visualizzazione. Mentre le tue ottimizzazioni dovrebbero aiutare il tuo video a posizionarsi nelle ricerche su YouTube e Google, le aziende intelligenti aiutano se stesse. Sfrutta i tuoi social media per indirizzare il traffico al tuo video, aumentando il coinvolgimento organico.

Per iniziare, imposta il tuo canale YouTube su sincronizza automaticamente con i tuoi account Facebook, Twitter e Google+. Ogni nuovo video verrà automaticamente pubblicato in base alle impostazioni delineate, facendoti risparmiare un sacco di tempo e collegando il tuo pubblico ai tuoi video quando sono appena fuori dalla stampa.

Oltre a condividere con gli account dei social media della tua azienda, costruire collegamenti al tuo video sul tuo sito web, sia sulle pagine normali che sui post del blog. Condividi il tuo video su Internet su pagine di gruppo, forum e piattaforme di microblogging pertinenti. Non essere timido nemmeno per questo. Se rispetti la qualità dei tuoi contenuti, perché non condividerli con le parti interessate? Puoi anche generare più visibilità per il tuo video investendo in posizionamenti a pagamento.

Considera anche l’assunzione di un’agenzia di marketing digitale se desideri sfruttare tecniche di link building più avanzate.

Gli annunci a pagamento su YouTube vengono gestiti tramite Google AdWords. Per impostare una campagna pubblicitaria, devi collegare il tuo account YouTube al tuo account Google AdWords. Le opzioni per gli annunci video includono annunci video ignorabili (ex annunci TrueView in-stream) e annunci non ignorabili. Sono un ottimo modo per abbinare il tuo video a un pubblico interessato, come potenziali clienti e colleghi del settore. Per ulteriori informazioni sugli annunci YouTube controlla la mia guida al marketing di YouTube 2015.

Monitoraggio

È fondamentale collegare il tuo canale YouTube al tuo account Google Analytics per monitorare le prestazioni. Puoi tenere traccia di tutto, dal numero di riproduzioni alla percentuale di completamento; tuttavia il sistema di tracciamento interno attualmente non lo fa monitorare le classifiche di Google o YouTube.

Per tenere traccia delle tue classifiche, devi utilizzare un servizio esterno come RankTrackr. Questi servizi esterni possono monitorare analisi più dettagliate, come la posizione delle parole chiave in base alla posizione. La raccolta dei dati dei rapporti ti consente di sapere quali aggiustamenti devi apportare in termini di ottimizzazione del canale e del video per continuare a migliorare il tuo posizionamento.

I video sono un ottimo modo per fornire ai tuoi clienti attuali e potenziali informazioni in un formato audiovisivo accattivante. Non importa quanto sia buono il contenuto, non importa se non puoi classificare il tuo video e generare visualizzazioni. Segui questi suggerimenti per ottimizzare le impostazioni video, il canale e la strategia di marketing e i tuoi video avranno maggiori probabilità di essere classificati. Chi è pronto per iniziare?

Hai domande, storie di successo o suggerimenti aggiuntivi? Lasciali nei commenti!

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Social.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *