Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come combinare social e contenuti per guadagnare visibilità nella ricerca #semrushchat

Come combinare social e contenuti per guadagnare visibilità nella ricerca #semrushchat

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Ciao cari lettori del blog SEMrush!

I contenuti e i social media sono entrambi parte integrante di un puzzle di marketing digitale. Che impatto possono avere su una strategia SEO? Qual è il modo migliore per combinarli insieme per aumentare la visibilità della tua ricerca? Come puoi ottenere contenuti generati dagli utenti e trarne vantaggio? Scopriamo le risposte insieme ai nostri partecipanti alla chat di Twitter!

Hai visto i tuoi contenuti diventare più chiari passo dopo passo, diventare più dettagliati e, infine, trasformarti in una pubblicazione a tutti gli effetti. Ora la tua idea si è sviluppata in qualcosa che le persone possono vedere o leggere. Allora, qual è il prossimo? Come puoi far funzionare i tuoi contenuti dopo che sono stati pubblicati?

A1: distribuire contenuti. Ripeti il ​​titolo, rielabora e distribuisci i tuoi contenuti su molte piattaforme. Raggiungerai diverse parti del tuo aud #semrushchat

– Diana Mackie (@Diana_at_Work) 27 maggio 2015

Creare contenuti favolosi è solo metà del lavoro: nessuno saprà quanto sia utile o divertente se le persone semplicemente non lo vedono. Per far notare i tuoi contenuti, devi spargerne la voce.

Q1 Gli editori dovrebbero andare alle fonti dei social media in cui il loro pubblico è più attivo e inviare loro un ping sui nuovi contenuti. #semrushchat – Bill Slawski (@bill_slawski) 27 maggio 2015

Nessun uomo è un ‘isola; è difficile fare tutto da soli. Contatta le persone che hanno contribuito alla creazione dei tuoi contenuti, quelle che hai menzionato o a cui ti sei collegato. Fagli sapere del tuo post, mostra la tua gratitudine e saranno lieti di condividerlo con i loro follower.

D1: Condividilo su tutti i social network e contatta ogni persona che hai intervistato per far loro sapere che il pezzo è in diretta. #semrushchat

– Ryan Johnson (@ rsj8000) 27 maggio 2015

Uno dei modi migliori per coinvolgere un pubblico è avviare una conversazione. Poni domande, invita la discussione e rispondi sempre ai commenti.

A1: Ho letto da qualche parte che l’autore dovrebbe sempre lasciare il primo commento, invitando le persone a commentare e fare domande #semrushchat – Louise Dickens (@_LouiseDickens) 27 maggio 2015

Una singola condivisione potrebbe non essere sufficiente. I social media forniscono così tanti post e condivisioni al giorno – e persino all’ora – che i tuoi contenuti possono facilmente perdersi. Per raggiungere il pubblico che potrebbe aver perso il tuo post, “Ricordati di condividerlo di nuovo dopo alcuni giorni” come Pablo López @popiplo raccomanda. Funziona particolarmente bene con contenuti sempreverdi come tutorial, guide e how-to.

A1. Assicurati anche di avere un elenco di libreria di contenuti. Dopo la pubblicazione, aggiungilo al tuo elenco totale per ricondivisioni future! #semrushchat

– Diana Mackie (@Diana_at_Work) 27 maggio 2015

Quindi, scoprire un’idea interessante e trasformarla in contenuto avvincente non è sufficiente per il successo. Anche il contenuto più brillante potrebbe non essere efficace senza promozione.

Grazie per Cherry Kwan @kwanstaa per aver condiviso l’immagine! Questi tre fondamenti del marketing sono strettamente collegati: una buona strategia di contenuto fornisce informazioni utili o divertenti, i social media aiutano a promuovere il contenuto e la SEO garantisce che le persone troveranno i tuoi contenuti attraverso i motori di ricerca. Diamo un’occhiata a come i tuoi contenuti e la tua strategia sui social media possono influire sul tuo SEO.

A2: Social media e SEO insieme aiutano a costruire un’identità digitale, dando coerenza alla tua presenza digitale #semrushchat – Sergio Redondo (@sergio_redondo) 27 maggio 2015

Recentemente, Twitter e Google hanno stretto una partnership, dando a Google l’accesso al tubo antincendio di Twitter. Di conseguenza, i tweet vengono indicizzati e vengono visualizzati su Google, al momento solo sui dispositivi mobili, ma la versione desktop arriverà presto. Quindi come possono i professionisti del marketing trarre vantaggio da questo accordo?

R3: Avere un indice dei tweet su Google significa che la tua visibilità sui termini chiave può cambiare e aumentare rapidamente. Grande opportunità. #semrushchat – gShift (@gShiftLabs) 27 maggio 2015

D’ora in poi, la visibilità dei contenuti di Twitter aumenterà notevolmente e questo può migliorare direttamente il tuo SEO. L’accordo Firehose offre molti opp. #Parole chiave & #hashtag nei tuoi tweet potrebbe apparire in #SERPs, ingrandimento #SEO raggiungere.Medium Blue @MediumBlueSEM.

A3 Aggiunge un’altra dimensione alla tua presenza nella ricerca. Ora puoi sfruttare la visibilità a pagamento, organica, locale E sociale #semrushchat

– Brandon Seymour (@Beymour) 27 maggio 2015

Inoltre, con i tweet visualizzati nei risultati di Google, hai la possibilità di raggiungere utenti che non hanno account Twitter, ampliando così il tuo pubblico.

R3: Se il tuo tweet ottiene abbastanza trazione, può apparire nei risultati di ricerca di Google, raggiungendo un pubblico precedentemente non sfruttato. #semrushchat – Tripp Hamilton (@Tripp_Hamilton) 27 maggio 2015

Gli utenti ricevono così tanti contenuti in un dato momento che semplicemente potrebbero non notare il tuo tweet. Appare davanti ai loro occhi solo per un paio di minuti e poi viene espulso con un contenuto più fresco. “Hai solo pochi minuti per raggiungere le tue persone su Twitter. Con G indicizzandoli, quel tempo viene ampliato tramite SERPS,” secondo Patrick McKeown @pjmckeown. E ora i tuoi vecchi tweet possono essere visualizzati nei risultati di ricerca.

A3: Si tratta di mantenere lo slancio. Twitter è in tempo reale, ma le SERP possono mantenere gli argomenti meno recenti in superficie. #semrushchat

– Ben Beville (@CoupeBeville) 27 maggio 2015

Un altro punto essenziale: l’indicizzazione dei tweet può indirizzare il traffico al tuo sito web, soprattutto se ottimizzi i contenuti che condividi su Twitter.

A3: Includi link al tuo sito web quando twitti in modo che Google veda che il tuo sito web è più visibile. #seo #semrushchat – Marty.B.Trent (@Marty_Marketing) 27 maggio 2015

Per assicurarti che i tuoi contenuti raggiungano un pubblico globale; puoi coinvolgere influencer di nicchia e convincerli a condividerlo con i loro follower.

A3. Connettere e coinvolgere gli influencer di Twitter diventa più importante. I piccoli ragazzi possono comparire nei risultati di ricerca tramite Influencer #semrushchat

– Diana Mackie (@Diana_at_Work) 27 maggio 2015

Senza alcun dubbio, l’accordo Google-Twitter aumenterà la popolarità di Twitter. Ma questo non significa che ossessionarsi su Twitter e ignorare altri aspetti della tua strategia promozionale sarebbe una buona idea!

A3: Certo che aiuta, ma se ti affidi principalmente ai tweet indicizzati per il traffico, stai sbagliando #semrushchat – Jesse Stoler (@JesseStoler) 27 maggio 2015

Una delle maggiori sfide che un marketer deve affrontare è la costante invenzione di nuove idee di contenuto. Fortunatamente, ci sono numerosi strumenti a cui un content marketer può chiedere aiuto se ha bisogno di ispirazione.

A4: @Twitterla sezione scopri, @feedly, @buffersuggerimenti di e @buzzsumo #semrushchat – Sergio Redondo (@sergio_redondo) 27 maggio 2015

Se stai cercando argomenti caldi in tempo reale, Twitter è una miniera d’oro di nuove idee per argomenti.

Q4 Il posto preferito per trovare nuove idee e contenuti sono gli elenchi focalizzati su Twitter. #semrushchat

– Bill Slawski (@bill_slawski) 27 maggio 2015

@semrush #SEMrushchat A4: Dire che Twitter è la mia migliore risorsa significa dire che PEOPLE è la mia migliore risorsa, cosa si dice che sia la chiave x me – Javier Abrego (@fjabrego) 27 maggio 2015

Probabilmente il lettore RSS più popolare è Feedly, uno strumento fantastico sia per trovare gli argomenti che ti interessano sia per organizzarli in diverse categorie. La versione a pagamento di Feedly ti consente anche di collegarlo ad altri strumenti, ad esempio Evernote.

A4) Ci piace molto usare @feedly. Essere in grado di avere vari blog e punti vendita in un unico posto è molto utile. #semrushchat

– Databerry Inc. (@Databerry) 27 maggio 2015

Ogni contenuto che crei, lo fai per i tuoi utenti, sia reali che potenziali. Ecco perché per renderlo accattivante e coinvolgente, devi sapere esattamente a cosa è interessato il tuo pubblico, quali problemi deve affrontare e di quali problemi è preoccupato.

A4: risultati di ricerca sul sito del tuo sito web (cosa cercano i tuoi utenti?), Tendenze sociali, rapporti sulle tendenze del settore. #semrushchat – Joe Martinez (@MilwaukeePPC) 27 maggio 2015

Google Trends è un altro ottimo strumento per tenersi aggiornati su ciò di cui il tuo pubblico mirato sta discutendo in questo momento.

A4 – Ultimamente ho utilizzato molto Google Trends, raccoglie dati per 10 anni, il che è ottimo da citare nei post del blog #semrushchat

– Jenny Foster (@LocalSEOJenny) 27 maggio 2015

Una risorsa fantastica per trarre ispirazione è Pinterest, in quanto offre tonnellate di infografiche e contenuti visivi killer.

A4: @Pinterest diventando anche una delle mie risorse preferite per trovare ciò che piace alle persone su un argomento #semrushchat – Charlie Williams (@pagesauce) 27 maggio 2015

Ora diamo uno sguardo più da vicino alla strategia dei contenuti. Ci sono alcune semplici regole per migliorare i tuoi sforzi, ma non tutti i marketer si ricordano di usarle.

I contenuti generati dagli utenti vengono effettivamente creati dai tuoi clienti, da coloro che conoscono e rispettano il tuo marchio. E chi può raccontare al mondo il tuo marchio meglio di chi lo ama davvero? Esistono vari modi per ottenere contenuti generati dagli utenti. “Puoi curare il contenuto degli altri; chiedere di blogger ospiti (asterisco); intervista clienti / professionisti / ecc. per post di blog, ecc.“- ThinkSEM @ThinkSEM.

Q6 Contenuti generati dagli utenti – Trova modi per convincere le persone a interagire tra loro e generare un’attenzione positiva, se possibile. #semrushchat – Bill Slawski (@bill_slawski) 27 maggio 2015

Perché il contenuto generato dai tuoi utenti è così prezioso? Nessuno può negare: la creazione di contenuti richiede molto tempo e risorse. E per soddisfare le esigenze sia dei tuoi clienti che dei motori di ricerca, devi produrre nuovi contenuti il ​​più spesso possibile. E quando finirai le nuove idee, i tuoi clienti verranno in soccorso.

A6: UGC significa un flusso costante di nuovi contenuti che sappiamo che Google mangia. Rendilo strutturato e ben definito. #SEMRushChat – Mark Murphy (@MarketingMurphy) 27 maggio 2015

Come abbiamo già visto, è impossibile sottovalutare il ruolo della promozione dei contenuti. E le persone condivideranno volontariamente un contenuto se sono state coinvolte nella sua creazione – ci hanno dedicato il loro tempo, quindi ovviamente vogliono che gli altri lo vedano. “Gli utenti AMANO #UGC – lo condividono di più, interagiranno di più con te nella speranza che i loro contenuti vengano raccolti“, Dice Diana Mackie @Diana_at_Work.

A6: UGC è un modo per far partecipare il tuo pubblico al tuo marchio, per sentirsi coinvolto #semrushchat – Sergio Redondo (@sergio_redondo) 27 maggio 2015

I contenuti generati dagli utenti creano fiducia per il tuo marchio, che è essenziale per ogni azienda. Anche la più brillante campagna pubblicitaria lanciata da un marchio stesso può essere accolta con scetticismo, mentre una recensione semplice e positiva da parte di un cliente reale può rivelarsi affidabile un marchio.

A6: Recensioni e testimonianze. Senza quelli, come possono i potenziali clienti sapere se sei degno di fiducia? #semrushchat – Tripp Hamilton (@Tripp_Hamilton) 27 maggio 2015

Oltre alla costruzione del marchio, le recensioni dei clienti hanno un impatto positivo sul tuo SEO.

A6 Le recensioni possono essere un buon gioco ORM e occupano più spazio SERP per la ricerca con marchio. Inoltre, i commenti possono aumentare la freschezza #semrushchat – Brandon Seymour (@Beymour) 27 maggio 2015

Quindi cosa puoi fare per ispirare gli utenti a creare contenuti interessanti attorno al tuo marchio, a scrivere recensioni e consigli positivi? La risposta è semplice come l’ABC: dovresti offrire ai tuoi clienti un prodotto veramente prezioso e utile. Questo servirà come la migliore motivazione possibile!

A6: non importa quale sia la tua strategia, se lo fai più sui tuoi utenti e meno su te stesso, avrai successo. #semrushchat – Anthony Randall (@tonyxrandall) 27 maggio 2015

Sentiti libero di condividere le tue idee nei commenti e speriamo di vederti alla nostra prossima chat su Twitter il 3 giugno!

Un ringraziamento speciale ai seguenti partecipanti per i loro tweet, che abbiamo utilizzato nelle immagini:

@SeoKungFu
@Diana_at_Work
@MacDonie
@GoBrandify
@JRiddall
@idowebid
@Marty_Marketing
@Tripp_Hamilton
@BryceLiggins
@gShiftLabs
@sergio_redondo
@ Liliholl
@VerticalLeap
@maddymadhava
@CreativeEMarket
@tonyxrandall
@GrowMap
@anneke_aswegen
@KGarvSEO
@RahulSudeep
@alisonmays
@MediumBlueSEM
@JeffTincher
@fjabrego
@ECWseo
@ Jump2ITMedia
@ThinkSEM

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Social.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *