Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Come eseguire un controllo a ritroso in 5 semplici passaggi

Come eseguire un controllo a ritroso in 5 semplici passaggi

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Che cos’è un controllo di backlink?

In termini semplici, un audit backlink è la valutazione di tutti i link che puntano al tuo sito web. Significa che devi trovarli, identificare quelli cattivi e quelli buoni e sviluppare la giusta strategia per affrontarli.

Puoi scaricare l’elenco dei tuoi link da Strumenti per i Webmaster di Google e rivedi manualmente tutti i tuoi backlink. Tuttavia, se gestisci un grande sito Web affidabile con un’abbondanza di domini di riferimento, il processo può richiedere anni.

In questo articolo, ti spiegherò come svolgere il lavoro in meno di un’ora utilizzando gli strumenti di SEMrush Backlink Audit e Backlink Analytics. Il database di collegamenti 30T, Google Analytics, Google Search Console e integrazione Majestic e il sistema di valutazione intelligente (oltre 40 indicatori di tossicità) ti consentiranno di migliorare il tuo portafoglio di backlink in 5 semplici passaggi.

Passaggio 1: confronta il tuo profilo di backlink con i concorrenti

Questo passaggio non è un must. Sebbene possa darti una buona dose di informazioni sulle strategie di link building dei tuoi concorrenti e aiutarti a dare al tuo profilo la valutazione più ragionevole.

Vai su Backlink Analytics e digita il tuo dominio e quello di 1-4 concorrenti. Nella scheda “Panoramica” troverai tutto ciò di cui hai bisogno per capire se stai andando nella giusta direzione con la tua strategia di link building.

Cosa dovresti guardare

  • Numero di backlink / domini di riferimento / IP di riferimento per stimare quanto è grande la tua impronta di backlink rispetto alla concorrenza.

  • Punteggio di autorità per capire quanto dovrebbe essere attraente il tuo dominio per i potenziali clienti di link building.

  • Domini di riferimento per scoprire se dovresti raggiungere più domini di quelli che fai attualmente.

Passaggio 2: trova e valuta ogni backlink che hai

Ora che sai se il tuo portafoglio di backlink è rilevante per la concorrenza, è tempo di trovare i principali problemi che ti impediscono di batterli. Dovresti prima cercare di trovare i link di spam che danneggiano le tue classifiche, ma questo è solo il primo passo.

Ci sono molte altre cose da tenere d’occhio, ad esempio, link preziosi che potresti perdere o le lacune nella tua strategia di link building che ti mancano.

Utilizza SEMrush per trovare e analizzare i tuoi backlink. Vai allo strumento Backlink Audit, imposta un progetto e configura lo strumento (inserisci le parole chiave, le categorie e i concorrenti di destinazione associati al tuo dominio). Ciò consentirà allo strumento di capire quanto sia pertinente ciascun collegamento.

Cosa dovresti guardare

Nella scheda “Panoramica”:

  • Numero totale troppo alto o troppo basso di backlink analizzati. Se è alto e al momento non stai creando collegamenti o pubblicando molti contenuti, potrebbe esserci un attacco di spam. Se è troppo basso, il tuo sito potrebbe essere percepito come tossico dagli altri sul web.

  • Un picco di backlink guadagnati o persi in un certo periodo. Dovrebbe essere interpretato allo stesso modo del numero totale di backlink analizzati.

Passaggio 3: decidi se rifiutare o rimuovere collegamenti dannosi

Il passo successivo è ovviamente sbarazzarsi dei backlink tossici. Questo può essere fatto in 2 modi:

  1. Contattare il proprietario del sito web di riferimento chiedendogli di eliminare il collegamento (rimozione)

  2. Inviandolo all’elenco dei rinnegati e quindi esportandolo nel file Strumento Google Disavow (Rinnegare)

Non perdere tempo a contattare spammer e truffatori, dividi i tuoi link tossici in quelli che puoi rimuovere e quelli che non puoi.

Vai alla scheda “Audit” dello strumento Backlink Audit e inserisci nella whitelist tutti i link con un punteggio tossico inferiore a 45.

Quindi, filtra l’elenco per visualizzare i tuoi collegamenti tossici e prova a raggrupparli in base ai problemi principali rilevati nel passaggio 2.

Ad esempio, se hai un punteggio tossico alto, devi sapere quali collegamenti lo causano. Poiché i collegamenti più tossici vengono visualizzati per primi, puoi controllare i loro marcatori e filtrare l’elenco per trovare quelli simili. Sfortunatamente, i link che trovi in ​​questo modo molto probabilmente provengono da domini i cui proprietari non sono interessati a soddisfare la tua richiesta di rimozione del link.

Allo stesso modo, puoi filtrare l’elenco per Attributo di collegamento o Ancoraggi, che ti forniranno alcuni collegamenti che potresti aver rimosso.

Un altro modo per ordinare i link è ordinare i backlink tossici in base all’origine del problema: URL, titolo della pagina, URL di destinazione o testo di ancoraggio. È particolarmente utile quando si tratta di SEO negativo.

Aggiungi i link che puoi aver rimosso all’elenco “Da rimuovere” e quelli che non puoi rimuovere all’elenco “Da rinnegare” *. Ricorda che dovrai dimostrare la tua decisione di rinnegare a Google.

[Alt text] SEMrush Backlink Audit: rimozione link

* Considera se desideri che Google salti i link provenienti da un solo URL o dall’intero dominio. Quest’ultimo potrebbe ostacolare il tuo sito web da collegamenti potenzialmente utili in futuro.

Passaggio 4: ripulisci il tuo portafoglio di backlink

Rimozione

Passa alla scheda “Rimuovi” in cui hai inviato alcuni dei tuoi link tossici nel passaggio 2 e collega la tua email. Personalizza il modello per richiedere la rimozione del collegamento. L’indirizzo e-mail del destinatario verrà rilevato automaticamente oppure potrà essere aggiunto manualmente se lo trovi in ​​rete.

Quando richiedi la rimozione di un collegamento, è importante adottare l’approccio corretto. Contattando i webmaster, dovrai dimostrare di non essere uno spambot. Il messaggio dovrebbe suonare naturale ed educato.

Sarai in grado di tenere traccia delle risposte in SEMrush e nella tua casella di posta. Usali come prova dei tuoi sforzi se hai bisogno di un rinnegamento in futuro.

Disconoscere

Se non è possibile trovare un collegamento o il proprietario del sito Web non può essere raggiunto, il rinnegamento rimane la tua unica opzione.

Passa alla scheda “Rifiuta”, esporta i suoi contenuti in .txt, quindi caricalo nello strumento Google Disavow per il dominio appropriato.

Tieni presente che Google desidera che i webmaster dimostrino di aver compiuto ogni sforzo per eliminare manualmente i collegamenti non validi prima di inviarli all’elenco dei rinnegati. Ciò significa che devi documentare tutti i passaggi che stai eseguendo.

Per saperne di più sulla procedura del disconoscimento, consulta questa guida dettagliata di Patrick Grubbs.

Passaggio 5: trova nuove opportunità per creare collegamenti preziosi

Un audit di backlink è più che trovare e rimuovere backlink tossici. Può aiutarti a individuare nuove opportunità per ottenere link di alta qualità e migliorare la tua strategia complessiva di link building. Ecco alcuni suggerimenti invece di una conclusione.

  • Tieni d’occhio il rapporto “Oggetti smarriti e trovati” nell’Audit backlink in modo da non perdere nessuna modifica importante al tuo profilo di backlink. Utilizza lo strumento Link Building per contattare i proprietari di siti web e riparare i link persi o interrotti.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Social.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *