Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Discutere il ROI dei social media

Discutere il ROI dei social media

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Negli ultimi dieci anni, la strategia di marketing ha subito un drastico cambiamento grazie alla saturazione dei social media, alla tecnologia degli smartphone e dei tablet e al perfezionamento della ricerca semantica. Il marketing si è evoluto dal fornire un passo di vendita ad alta pressione alla costruzione di una relazione di fiducia tra marchi e clienti. Spesso non c’è un risultato immediato a cui puntare su un grafico di crescita.

Questo può essere un problema per i professionisti del marketing. Come dimostri il tuo valore?

Vendere gli obiettivi

Una delle sfide più elusive del marketing è definizione degli obiettivi per i loro sforzi sui social media. Si tratta di inquadrare la discussione in un modo in cui i contatori di fagioli attenti al budget possano relazionarsi. Quindi parliamo di statistiche.

Solo Twitter lo ha fatto 288 milioni di utenti mensili attivi… e il 72% di loro afferma di sì più probabilità di acquistare da un marchio che seguono. Se la tua mente non è già completamente sbalordita, considera questo: 135.000 nuovi account Twitter vengono creati ogni giorno. Eppure il 34% dei marketer afferma di aspettarsi di spendere meno del 10% del proprio Budget marketing 2015 sui social media.

Dati i numeri, è ragionevole presumere che l’aumento del numero di follower attivi si tradurrà in un aumento delle vendite … ad un certo punto in futuro. È una goccia lenta, non una soluzione istantanea. Un obiettivo iniziale ragionevole, quindi, sarebbe aumentare i follower di una certa percentuale ogni mese. Tieni presente che la copertura è esponenziale. Più follower hai e più alto è il tuo livello di coinvolgimento, più nuovi follower raccoglierai naturalmente. Potrebbe essere necessario modificare i propri obiettivi man mano che si cresce.

Un altro obiettivo più nebuloso include l’aumento della consapevolezza del marchio, la creazione di autorità e fiducia. Possono essere difficili da definire, ma tu può valutare il livello di coinvolgimento.

Analisi che puoi misurare

Ci sono diversi modi in cui puoi misurare il tuo coinvolgimento. Strumenti incorporati come Twitter Analytics e Facebook Audience Insights fornire uno sguardo approfondito ai tuoi follower, che può essere incredibilmente utile per assicurarti di raggiungere il giusto pubblico.

Ecco un elenco di strumenti popolari per misurare l’analisi dei social media:

  • statistiche di Google: Utilizza GA per monitorare il traffico del sito web, le conversioni e gli opt-in per le mailing list provenienti dalle condivisioni dei social media.
  • Hootsuite: una suite di strumenti che puoi utilizzare per monitorare la tua copertura, crescita, conversioni e altro ancora.

  • Moz: Visualizza le visite al tuo sito web, le menzioni, le interazioni, le prestazioni SEO, la suddivisione del traffico e altro da una dashboard ben progettata.
  • Buffer: Buffer è una suite di strumenti che ti aiuta ad aggregare e automatizzare i tuoi post sui social media. Per funzionalità extra, puoi integrarti con Google Analytics per monitorare le campagne, la crescita dei follower e le prestazioni giornaliere.
  • SEMrush: un’analisi competitiva approfondita ti offre un vantaggio di marketing che non hai mai visto prima. Cerca tendenze della pubblicità, denaro speso dai tuoi concorrenti, parole chiave, volume di ricerca, posizione organica e molto altro. Scopri quanto sono realmente efficienti i tuoi sforzi di marketing e dove potresti budget più saggiamente.

  • IQ rivale: Analizza più canali di social media e confronta le tue prestazioni sui social con i tuoi concorrenti … comprese cose come le parole chiave in cui si posizionano i tuoi concorrenti e tu no.

La ciliegina sulla torta

Se i tuoi guru finanziari sono ancora scettici, menziona General Electric (GE). Dopo che la loro popolarità è crollata nel 2008 durante la recessione, GE ha preso i social media… e goduto di un fragoroso ritorno. Utilizzando i big data, hanno rafforzato con attenzione la loro immagine attraverso un magistrale coinvolgimento sociale con il loro pubblico principale (che sarebbero tutti).

Il CMO Beth Comstock afferma del content marketing, “otteniamo il 30% di valore in più per ogni dollaro speso”.

Dopodiché, puoi rilasciare il microfono. Discussione finita. I social media vincono.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Social.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *