Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Social Media » In che modo Outreach si adatta alla tua strategia sociale

In che modo Outreach si adatta alla tua strategia sociale

    La maggior parte delle aziende utilizza i social media per promuovere la consapevolezza del marchio. Dopotutto, non c’è molto che puoi fare in 140 caratteri oltre a dire “Guardami!”

    Questo diventa un problema quando sei in una stanza – uno stadio, più precisamente – piena di innumerevoli altre società che gridano la stessa cosa. La cacofonia risultante è probabilmente il motivo quasi la metà dei marketer B2B non sono sicuri che i social media generino entrate per le loro attività.

    Questo non significa minimizzare l’importanza di una forte presenza sui vari canali social. Ma non appena estrai il social dai social media, diventa un media e non fa altro che suscitare uno sguardo di sfuggita.

    Fortunatamente, le percezioni stanno cambiando. I professionisti del marketing vedono i social media per quello che sono veramente: un’opportunità per creare consapevolezza oltre che interagire con i consumatori, generare domanda e coltivare lead.

    Colpire una corda sociale

    Se la tua strategia è quella di utilizzare i social media per generare lead, il coinvolgimento è essenziale per la connessione dei consumatori. Rispetto ai 10 marchi meno socialmente connessi, i 10 più connessi con esperienza Crescita dei ricavi maggiore del 31% su un periodo di tre anni.

    Una volta stabilita una connessione, i consumatori, almeno quelli nel regno B2B, lo sono Probabilità maggiore del 60% considerare, acquistare e persino pagare un premio rispetto ai concorrenti che hanno una “connessione con il marchio bassa”.

    Cosa rende l’outreach una strategia sociale vincente? Trovato un recente sondaggio tra gli acquirenti B2B 55 per cento degli intervistati fare affidamento sui consigli dei colleghi per arrivare alle loro decisioni di acquisto. Gli sforzi per costruire un rapporto e migliorare l’esperienza del cliente possono aiutare a trasformare un consumatore medio in un sostenitore del marchio.

    Raggiungi socialmente

    Il valore della sensibilizzazione sociale è chiaro. Ma come si fa a eseguire una strategia sociale basata sulla sensibilizzazione? Quanto segue può aiutare:

    1. Rivedi il tuo marketing mix. Cerca aree in cui potresti essere in grado di tessere nei social media per generare una maggiore domanda. Inizia con la generazione di lead e il nutrimento. Considera se puoi utilizzare i social media per identificare o indirizzare i potenziali clienti in tempo reale che stanno attivamente facendo ricerche nel tuo spazio.

    Usa parole chiave conversazionali e biografiche – hashtag, menzioni o titoli di lavoro – così come la posizione per identificare i potenziali clienti e imposta messaggi automatici attivati ​​da menzioni o comportamenti specifici. Ciò garantisce che i tuoi contenuti siano tempestivi e raggiungano le giuste prospettive.

    I clienti con cui abbiamo lavorato riportano una media percentuale di clic del 20 percento dopo aver fornito contenuti pertinenti ai lead tramite i social media. Considerando che più di un terzo degli utenti web prodotti di ricerca utilizzando i canali social, semplicemente essere presenti su quei canali ti aiuta a influenzare quelle decisioni.

    2. Tieni traccia del tuo impatto sociale. Per comprendere il potenziale di lead nurturing dei social, guarda oltre i Mi piace e le condivisioni. Valuta i tocchi social lungo il percorso dell’acquirente collegando le attività dei social media al tuo sistema di gestione delle relazioni con i clienti e alla piattaforma di automazione del marketing.

    Supponiamo che tu abbia notato un aumento degli abbonamenti dopo un post recente. Puoi collegare quei lead a quel contenuto. Lo sviluppo di contenuti simili potrebbe aiutarti ad attirare la stessa attenzione da lead simili. Ora sai cosa risuona con quel segmento.

    Collegare le attività sociali a CRM e MAP può anche fornire uno sguardo su come i consumatori si sentono riguardo al tuo marchio. Infatti, 96 per cento delle aziende mai sentire un pigolio da parte dei clienti insoddisfatti. Con un approccio orientato alla sensibilizzazione, puoi identificare dove e quando le opinioni potrebbero cambiare durante il ciclo di vendita e rispondere di conseguenza.

    3. Legare i social ai KPI. I social media hanno un imbuto simile alle vendite. Trasmetti i potenziali clienti dalla consapevolezza alla scoperta, costruendo relazioni prima di posizionare il tuo prodotto come soluzione ai loro problemi.

    Imposta i KPI lungo quella canalizzazione. Che tu sia concentrato sulle conversioni o sui lead per trimestre, definisci le metriche che corrispondono alla tua strategia social. E non dimenticare la velocità dell’imbuto. Monitora attentamente quanto tempo impiega un lead social per attraversare il ciclo di vendita rispetto a un lead di un altro canale.

    4. Investire in tecnologia. Se vuoi che i social siano scalabili, hai bisogno della tecnologia per supportarli. Anche il targeting della prima canalizzazione richiede la tecnologia per definire un vasto pubblico con precisione. In caso contrario, qualcuno dovrà eseguire le ricerche manualmente.

    Fortunatamente, esiste un software che consente di monitorare i punti di contatto e coltivare le relazioni. Il software compila automaticamente elenchi di potenziali clienti che soddisfano i criteri di destinazione del marketing, segue i potenziali clienti e invia messaggi diretti.

    E cosa sarebbero i test A / B senza la tecnologia? Hai bisogno di strumenti per acquisire i dati e confrontare i risultati. La tecnologia consente di determinare quale messaggio risuonerà con il tuo pubblico di destinazione.

    5. Calcola il ROI. Con così tanto controllo sul marketing, ogni tattica, programma e canale deve essere misurabile. Per determinare dove investire più dollari, è necessario comprendere il ROI di ogni canale.

    Disponete dei sistemi per generare i report necessari? Questi rapporti si ricollegano ai tuoi KPI? I sistemi di automazione del marketing come Marketo ti consentono di estrarre report su come ogni canale si comporta nella generazione di KPI come lead qualificati di marketing. In alternativa, puoi utilizzare soluzioni di analisi visiva come Tableau combinare dati provenienti da diverse fonti per ottenere informazioni sul ROI dei social.

    Pensieri finali

    La prossima volta che ti avventuri nel panorama sociale, pensaci due volte su ciò che stai per pubblicare. Stai gridando in uno stadio affollato o stai raggiungendo i consumatori in modo significativo? La sensibilizzazione sociale può aiutarti a tagliare il rumore e parlare direttamente al tuo pubblico di destinazione.

    Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Social.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *