Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Instagram per l’e-commerce

Instagram per l’e-commerce

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Immagina di avere solo 10 minuti di pausa per rinfrescarti prima di iniziare il tuo prossimo importante progetto. Allora, cosa ne pensate, come trascorrerete quei 10 minuti cruciali? Potrebbe essere giocando a “Pokemon Go” o leggendo “Gone Girl ‘ o sfogliando i top di “Marks and Spencer” su Instagram?

Ma poi, è più probabile che la maggior parte di loro trascorra il proprio tempo a scansionare top su Instagram piuttosto che leggere un romanzo rubicondo o giocare su app in questi giorni semplicemente perché è l’era delle immagini e dei video. La crescita in attività di video marketing è una testimonianza del fatto.

Quindi, come proprietario di un e-commerce, se desideri sfruttare il potere delle immagini e dei video quest’anno, prova Instagram. Nessuno lo fa meglio di Instagram quando si tratta di visualizzare immagini e video nel modo più creativo possibile.

Fatturato come “Lo strumento di vendita più potente al mondo”, Instagram, grazie alle sue strategie di contenuto generato dagli utenti, sta aiutando i marchi ad attirare gli utenti in gran numero.

Alcuni dei marchi ben noti che stanno già sfruttando al meglio Instagram includono:

  • Starbucks – 2,6 milioni di foto
  • Nike – 12,7 milioni di foto
  • Michael kors – 1 milione di foto
  • Chanel – 2,4 milioni di foto
  • Audi – 1 milione di foto

Certo, anche le aziende più piccole stanno sfruttando la potenza di Instagram per far crescere le loro attività.

Tuttavia, non tutti i tipi di immagini e video attireranno le corde del cuore degli utenti di Instagram. Sfrutta i contenuti generati dagli utenti (UGC) se vuoi davvero coinvolgere più utenti a bordo. Adesso che ci penso, UGC è il cuore e l’anima del content marketing.

Ora, come puoi attirare contenuti richiesti, pertinenti e generati dagli utenti per Instagram? E, oltre ai contenuti UGC, quali altre strategie attireranno più utenti sul tuo account Instagram? Sfrutta questi semplici suggerimenti e strategie di Instagram per assicurarti di attirare il massimo traffico sul tuo sito di e-commerce quest’anno.

# 1. Trasforma i rifiuti visivi dei clienti in oro per il marketing

C’è un’enorme differenza tra la ceretta sul tuo prodotto e l’ispirare i tuoi clienti a fare la ceretta sul tuo prodotto. La tua ceretta sarebbe chiaramente etichettata come pura auto-promozione mentre convincere i tuoi clienti a fare lo stesso potrebbe aiutarti ad attirare più bulbi oculari.

In poche parole, sfrutta i contenuti di crowdsourcing per la promozione dei prodotti. Marchi iconici come Starbucks e Nike generano le sue classifiche su Instagram dai contenuti generati dagli utenti o in crowdsourcing. Questo li aiuta a costruire un’immagine di marca più riconoscibile perché le immagini utilizzate sono di persone reali.

Quindi ora, come si raccolgono i contenuti in crowdsourcing?

Inizia lanciando una campagna o un concorso. Ciò attirerebbe l’attenzione dei follower di Instagram. Suggerisci loro di condividere foto pertinenti relative alla tua campagna, che potresti curare e mostrare.

Supponiamo che tu voglia eseguire una campagna Instagram per la tua piccola attività di caffetteria che ha anche una piccola biblioteca. Quindi, prima di tutto, scegli un tema su cui basare la tua campagna. Diciamo qualcosa come: “Cattura alcuni dei tuoi fantastici momenti di caffè in compagnia dei tuoi libri preferiti e goditi 30 giorni di lettura gratuita”.

Ora siediti e rilassati.

Campagna Instagram per una caffetteria

Riceverai dei fantastici contenuti visivi dagli utenti di Instagram e dai topi di biblioteca.

Alcuni must-have da tenere a mente durante l’esecuzione della tua campagna Instagram

Scegli un hashtag per la campagna adatto.

Dal momento che raccoglierai contenuti tramite un hashtag, assicurati che il tuo hashtag sia unico e semplice. E, cosa più importante, legge da ogni lato. Oppure potresti rimanere intrappolato in una situazione catastrofica proprio come la pop star Susan Boyle.

È successo che quando Susan Boyle ha organizzato una festa per il lancio di un album #SusanAlbumParty, l’hashtag alla fine ha letto qualcosa come questo #SusAnalBumParty. Puoi leggere la storia qui.

Punti aggiuntivi da tenere a mente sugli hashtag di Twitter

1. Mantenerlo descrittivo e il più specifico possibile. Se sei un fan di “Game of Thrones”, l’hashtag dovrebbe essere #gameofthrones.

2. Controlla gli hashtag esistenti. Quando la società di abbigliamento da yoga, Lululemon, ha lanciato una sfida fotografica su Instagram di 30 giorni nel settembre 2012, intitolata “What the Focus” e ha utilizzato l’hashtag ## WTFSEPT. All’inizio sembrava tutto a posto finché gli utenti non hanno iniziato a controllare le foto contrassegnate con #WTFSEPT e sono rimasti sorpresi di trovare immagini di persone in diverse pose yoga accanto alle foto commemorative dell’11 settembre.

3. Aggiungi il tuo nome. L’aggiunta del tuo nome all’hashtag assicura che gli utenti vedano ciò che hai pubblicato finora. Questa strategia viene comunemente applicata sia dai brand marketer che dai fotografi interessati a mostrare il proprio lavoro online.

4. Numeri, lettere e trattini bassi possono essere usati negli hashtag. Tuttavia, evita i caratteri speciali.

5. Il numero massimo di hashtag che puoi utilizzare per foto è 30. Se superi questo limite, le tue foto non verranno caricate.

Scegli un tema

L’impostazione di un tema di campagna è importante perché aiuterebbe gli utenti a creare immagini specifiche. Ma poi ricorda: mantieni il tema più ampio, perché un tema più ampio offre alle persone una finestra più ampia per esplorare e acquisire immagini. Al contrario, se scegli un tema più ristretto, le persone potrebbero stancarsi di provare a catturare quello scatto perfetto e potrebbero anche lasciare la campagna delusa.

Ma poi, se il tuo tema è tale che gli utenti sono liberi di caricare foto di se stessi o dei loro amici o parenti su Instagram, niente del genere.

Trova un luogo di nidificazione per le tue foto

Potresti essere riuscito ad accumulare un buon numero di foto da Instagram. Ma, per trarne il massimo vantaggio, il prossimo passo dovrebbe essere trovare un posto dove archiviare queste foto. Per questo, puoi creare un microsito o persino visualizzarli nella scheda della tua pagina Facebook. Ma poi, non dimenticare di utilizzare un adeguato strumento di aggregazione dei contenuti o un servizio di terze parti per moderare le tue immagini.

Collega le gallerie Instagram al tuo sito di e-commerce

Semmai, potresti persino collegare le immagini generate dagli utenti alla tua galleria di prodotti o microsito per generare più vendite.

Supponiamo che tu sia un’azienda XYZ che vende abiti estivi a tariffe scontate e che stai conducendo una campagna per lo stesso in modo da raccogliere in crowdsourcing alcuni fantastici contenuti Instagram. A tal fine, un utente di Instagram ha pubblicato un’immagine che mostra il tuo vestito riepilogativo XYZ. Ora puoi sfruttare questo UGC per dare ulteriori suggerimenti sui prodotti a questo utente e ad altri inserendo URL XYZ pertinenti nelle gallerie UGC.

Tuttavia, la soluzione migliore è prendere l’aiuto di società di terze parti come Link2Buy e inserire il collegamento nella sezione della biografia. Facendo clic su questo collegamento l’utente verrà indirizzato a tutti i tuoi post su Instagram, inclusi gli articoli disponibili per la vendita. Una volta che l’utente raggiunge questa pagina, i consumatori possono trovare la strada per la pagina di destinazione del prodotto nel negozio di e-commerce, dove possono anche fare clic su tutte le immagini correlate.

Il link link2buy di Banana Republic è stato aggiunto nella sezione bio

# 2. Usa i video ogni volta che è possibile

Non dimenticare che Instagram non riguarda solo le immagini. Si tratta anche di video. Quindi, se pensi per una situazione specifica, i video sono migliori delle immagini per il tuo pubblico di destinazione, allora opta per i video. Per esempio, NBA presenta un assortimento di video costituiti da momenti salienti delle partite, sessioni di allenamento ed eventi, consentendo così ai suoi fan di relazionarsi maggiormente con loro e con il loro gioco. L’approccio video aiuta l’NBA a stare al di sopra dei suoi rivali come MLB e NFL.

# 3. Registra le immagini più popolari

Se una particolare tendenza o stile sta prendendo piede, i marchi dovrebbero “riprogrammarla” per coinvolgere ulteriormente i suoi utenti. Ad esempio, Starbucks è noto per riprogrammare le immagini dei suoi utenti più popolari per interagire con i suoi clienti e anche per aggiungere più potenza ai suoi contenuti. Potresti leggere di più riprogrammazione Qui.

# 4. Partecipa con i tuoi post pertinenti

D’accordo, i contenuti generati dagli utenti guidano il meglio del traffico. Ma poi, è altrettanto importante essere parte della conversazione e condividere anche la voce del tuo marchio.

Per questo, puoi pubblicare immagini di ciò che sta accadendo dietro le tende del tuo ufficio aziendale. Ciò aiuterebbe i tuoi utenti a legarsi con te e anche a stabilire un certo senso di trasparenza sui tuoi affari in ufficio. Inoltre, puoi pubblicare immagini di lanci di nuovi prodotti. Tuttavia, tieniti alla larga da promozioni pesanti. Primo aspetto con impazienza di stabilire un rapporto con gli utenti. Le vendite potrebbero arrivare più tardi.

# 5. Le immagini dovrebbero rispecchiare la tua personalità

Le tue immagini dovrebbero riflettere la tua personalità. Instagram ti aiuta a fare proprio questo, il che potrebbe non essere il caso del tuo sito aziendale. Il tuo sito aziendale potrebbe incontrare problemi sotto forma di problemi tecnici e limitazioni di usabilità. Adidas Originals è una di queste società che si assicura che le immagini di Instagram siano in sintonia con la sua personalità. Il suo tema urbano permea in tutti i suoi post, sia le immagini dei suoi prodotti, le star dello sport o il post dell’artista musicale Rita Ora che sembra dominare i feed.

# 6. Ripubblicare le azioni per migliorarne la durata

I post sui social media di solito non hanno una durata di conservazione più lunga. Man mano che vengono pubblicate nuove immagini, quelle più vecchie vengono reinserite nel feed dell’utente.

Puoi convertire questi post dei clienti in blog utilizzando titoli come Post di Instagram del giorno, della settimana o del mese. Potresti anche pensare di ripubblicarli su Facebook o Twitter e persino su altri canali di social media. In questo modo ricompenseresti gli sforzi dei tuoi clienti e prolungheresti anche la durata di conservazione dei post generati dai clienti.

Avvolgendo

Certo, Instagram è una madre eredità di immagini. Ma è l’era dei contenuti generati dagli utenti e quindi se riesci a convincere gli utenti a generare immagini per te, niente di simile. D’accordo, sta diventando una strategia sovrautilizzata, ma è una delle strategie di marketing e-commerce più efficaci che sicuramente testimonierà l’adozione diffusa negli anni a venire. Un’ultima e più importante cosa, vedi se le tue immagini potrebbero lasciare un sorriso sul volto degli utenti. Se sei in grado di farlo, l’utente è tuo per sempre.

In qualità di azienda di e-commerce, la tua azienda applica strategie Instagram uniche che stanno indirizzando gli utenti al tuo sito in gran numero? Se sì, ci piacerebbe sentire parlare di loro.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Social media.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *