Pubblicità e vendita sui social media

Pubblicità e vendita sui social media

Negli ultimi anni, mi sono sorpreso a fare shopping senza interruzioni dalla comodità di casa mia, dell’auto e persino di un ristorante! Tutto grazie alla comodità dello smartphone, non ho più la pazienza di visitare centri commerciali affollati, curiosare tra i prodotti, aspettare che la commessa mi fornisca informazioni e peggio di tutto fare lunghe file per pagare. I telefoni cellulari hanno creato una rivoluzione dello shopping! Non si tratta solo del mezzo attraverso il quale facciamo acquisti, come i social media, ma hanno creato un enorme cambiamento nel comportamento e nella mentalità dei consumatori.

Sono finiti i giorni in cui eravamo soliti fare una lunga lista di articoli da acquistare, riservare un fine settimana dedicato all’acquisto e allo stanziamento dei budget. Ora, la sensazione è “Mi piace quello che vedo e lo voglio ORA”. Puoi chiamarlo gratificazione immediata, terapia rapida al dettaglio o shopping d’impulso.

Questa tendenza in aumento è riconosciuta dalle piattaforme di social media e dai rivenditori. Bene o male, è qui per restare e crescere.

Le nuove funzionalità colmano il divario

Ogni due mesi vediamo nuove funzionalità aggiunte alle piattaforme online per rendere più facile la pubblicità e la promozione del marchio per le aziende (piccole o grandi) e per rendere le esperienze di acquisto, il check out e i metodi di pagamento pertinenti e, soprattutto, convenienti per i consumatori.

Proprio di recente, Instagram, la più grande app di condivisione di foto al mondo, ha annunciato una serie di miglioramenti e prove di mercato per rendere più facile la vendita per le aziende.

Uno dei principali collegamenti mancanti per un consumatore era che la maggior parte delle esperienze di acquisto li prendeva semplicemente direttamente dalla vetrina del prodotto per il check-out senza fornire alcuna informazione aggiuntiva, e quindi solo il 21% dei clienti ha completato l’acquisto dopo aver visualizzato il prodotto.

Instagram sta ora cercando di colmare questa lacuna offrendo capacità a 20 rivenditori come Kate Spade, Jack Threads, ecc., in una corsa di prova per fornire tag in ogni immagine per trasmettere una varietà di informazioni come prezzi, dimensioni, ecc.

Pertanto, un consumatore può visualizzare ulteriori informazioni sul prodotto semplicemente toccando il pulsante “tocca per visualizzare”. Quando viene toccato, vengono visualizzati i tag che mostrano i prezzi e puoi anche toccare il tag per informazioni dettagliate come dimensioni, descrizione, ecc. Se ti piace quello che vedi, fai semplicemente clic sul pulsante “acquista ora” per acquistarlo.

La parte migliore è che il consumatore non deve lasciare l’applicazione, andare avanti e indietro per completare la transazione. Questa è una caratteristica molto importante, che Pinterest ha anche aggiunto per consentire l’acquisto di prodotti con la sua funzione “Pin acquistabile”.

Instagram, che ha un’enorme base di utenti, si aspetta di imparare molto sulle aziende e sul comportamento dei consumatori. Ci saranno più funzionalità aggiunte all’esecuzione del test, come consigli sui prodotti, come rendere i loro contenuti globalmente accattivanti, salvare i contenuti per una visualizzazione successiva, ecc. Una volta che l’esecuzione del test iniziale è stata implementata senza problemi.

I nuovi annunci mostrano semplicemente 3 cose:

  1. Personalizza il contenuto. Con una base di utenti in continua espansione sui social media, app come Instagram, Facebook, ecc. Si sono rese conto che è ancora più importante coinvolgere l’utente con contenuti realistici e personalizzati in modo che gli utenti non lascino l’app e cedano alle distrazioni. Come mantenere vivo l’interesse per questo crescente disordine è la chiave e quindi il loro sforzo per rendere le loro app funzionalità end-to-end per i suoi utenti.
  2. Annunci accattivanti e feed mirati. Instagram e Facebook sono molto pesanti su grafica, immagini, video, ecc. E, a parte le tradizionali opzioni pubblicitarie, hanno bisogno di introdurre nuove funzionalità per consentire alle aziende di mostrare informazioni più approfondite sul prodotto, magari personalizzandole in base all’utente preferenza e consentono un’esperienza di acquisto senza interruzioni su tutti i loro cellulari. Questa è una situazione vantaggiosa per tutti i marchi e le piattaforme di social media
  3. Marketing e test agili. È un test unico nel suo genere con una manciata di marchi che mostra solo che lavorare a stretto contatto con un marchio per implementare diverse funzionalità pubblicitarie e testarle è un’ottima strategia per migliorare sia la brand equity dell’azienda che la generazione di entrate se il test ha esito positivo.

Lo storytelling è la chiave del B2B

La pubblicità è incentrata sulla narrazione ed è stata pubblicizzata bene da Instagram e Snapchat, attraverso la loro funzione di storie visive. La creazione di una breve storia illustrata o video con testo, colori e filtri rende più facile e veloce per le aziende mantenere il coinvolgimento dei propri follower.

La cosa migliore è che sia Instagram che Snapchat hanno un meccanismo di autodistruzione 24 ore su 24 per queste storie. In tal modo, ricordando ai consumatori che “Ehi, siamo proprio qui e non dimenticarci” e invoca anche la paura dell’ignoto e prende di mira la natura umana curiosa su ciò che potrebbe mancare.

A differenza di Instagram, Facebook o Twitter; Snapchat è relativamente nuovo nello spazio B2B e ha una funzione di analisi limitata. Tuttavia, ha ancora alcune caratteristiche uniche come i filtri facciali (dove puoi aggiungere espressioni / oggetti di scena divertenti alle immagini) e filtri geografici che comunicano il “dove e quando” di un marchio in modo divertente.

Tutto quello che devi fare è creare un filtro o un’immagine per evidenziare l’evento, il luogo o la cosa e incoraggiare le persone a utilizzare il filtro nelle loro storie Snapchat. La promozione del marchio e il coinvolgimento dei clienti non sono mai stati così entusiasmanti.

Le aziende, piccole o grandi, hanno molto da guadagnare da queste reti popolari perché è lì che si trova il loro pubblico di destinazione.

Secondo un recente sondaggio, Il 53% delle imprese è attivo su Instagram e piattaforme simili.

Le piattaforme di social media come Instagram e Facebook sono ora le fasi principali per mostrare il tuo marchio, la cultura aziendale ei prodotti in modo divertente.

Ancora più importante, i responsabili delle decisioni e i consumatori sono in giro su queste reti, quindi vale sicuramente la pena avere una presenza attiva su queste reti. Facendo alcuni compiti sul tuo pubblico di destinazione, budget e obiettivi, puoi decidere quale rete o una combinazione di reti funziona per te.

Quali piattaforme di social media utilizzi attualmente per il marketing B2B o dov’è il tuo attuale pubblico per il tuo marchio?

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Social.

Write a Comment