Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Social Media » Social media basati sui dati #semrushchat

Social media basati sui dati #semrushchat

    Ciao cari lettori del blog SEMrush!

    Questo mese abbiamo parlato molto dei social media: spero che tu abbia avuto la possibilità di dare un’occhiata alla nostra recente guida alla chat di Twitter e partecipare a uno dei nostri webinar durante la Social Media Week.

    Questo flusso di informazioni non sta per finire! Dai un’occhiata a questo approfondito riepilogo della chat di Twitter sui social media basati sui dati. I nostri ospiti speciali Lee Smallwood @leesmallwood, nod3x @ nod3x e John Dietrich@ John_Dietrich1!

    Questa è sempre una domanda delicata. Ogni volta che chiediamo ai nostri partecipanti di indicare le cinque metriche più importanti, riceviamo dozzine di risposte diverse. Questa domanda non ha fatto eccezione. Prima di poter parlare della misurazione del successo, dobbiamo capire quali obiettivi sono stati fissati per la campagna.

    A1- Dipende davvero dagli obiettivi e dal tipo di campagna: consapevolezza del marchio vs promozione dei contenuti rispetto a più post di tipo canalizzazione in basso #SEMrushchat

    – Miles Technologies (@milestech) 23 settembre 2015

    Ecco un elenco di metriche che i professionisti del marketing possono misurare. Scegli quelli che corrispondono agli obiettivi della tua campagna.

    Grazie ai seguenti partecipanti per i loro tweet. Bill Slawski@bill_slawski , Chris Desadoy@EliteYouTubePro, GML Team@GMLConsulting, John Dietrich@ John_Dietrich1, Liz Da Ponte@lizdaponte, Ryan Johnson@ rsj8000e Stephen’Bern ‘Banham@Berngaming.

    Prima di tutto, è essenziale conoscere le principali fonti di traffico. Questo ti darà una comprensione di quali piattaforme di social media funzionano meglio e quindi meritano maggiore attenzione. “Controlla il rapporto Acquisizione-> Canali per vedere quali social network portano traffico”, afferma Olga Andrienko@OlgaSEMrush suggerisce.

    A2: Controlla le acquisizioni in GA per vedere da dove provengono i referral, analizza il pubblico, controlla quali link ottengono il maggior coinvolgimento #semrushchat – GML Team (@GMLConsulting) 23 settembre 2015

    Oltre a sapere quanti visitatori vengono indirizzati al tuo sito web tramite i social media e quali particolari piattaforme mostrano i migliori risultati, potresti voler sapere quanti visitatori del tuo flusso complessivo stanno convertendo.

    A2: Utilizza i rapporti sulle conversioni indirette e assicurati di apprendere i modelli di attribuzione per vedere come i social contribuiscono al tuo tasso di conversione #SEMRushChat

    – Thom Craver (@thomcraver) 23 settembre 2015

    John Dietrich consiglia la seguente strategia.

    #semrushchat A2: creare rapporti per visualizzare il traffico in base alla fonte dei social media, quindi comprendere il comportamento degli utenti pertinente a tale fonte. – John Dietrich (@ John_Dietrich1) 23 settembre 2015

    Utilizzando il tuo codice UTM, puoi monitorare il tuo traffico da determinate campagne e misurare l’efficacia di tali campagne.

    A2) Rapporti sulle acquisizioni, in particolare Campagne se utilizzi il monitoraggio UTM per i social. #semrushchat

    – Nathan Lattanzi (@NathanLattanzi) 23 settembre 2015

    Un altro utile rapporto di Google Analytics è il rapporto Pubblico, che offre informazioni approfondite sugli utenti che visitano il tuo sito web: la loro età e sesso, i paesi da cui provengono, il tipo di dispositivo che stanno utilizzando per accedere al tuo sito web e così via . I rapporti sul pubblico “possono aiutarti ad adattare le tue campagne social alle persone giuste”, secondo Provoke Marketing@ProvokeOnline.

    A2: Mi piace guardare i dati demografici (di tutti i visitatori) e vedere come si confrontano con i dati demo dei social. Stesso? Diverso? Perché? #semrushchat – Thomas J. Armitage (@ThomasJArmitage) 23 settembre 2015

    L’identificazione della persona dell’acquirente è un problema di marketing fondamentale a cui molti professionisti del marketing non si preoccupano. “È pazzesco quante aziende conducano marketing sui social media (o marketing in generale) senza prima sviluppare personaggi” – Thomas J. Armitage@ThomasJArmitage.

    Quindi, se non vuoi essere tra queste aziende infelici, dai un’occhiata ai tuoi dati sui social media quando crei e identifichi il tuo acquirente. Prima di tutto, assicurati di utilizzare una varietà di canali per un’analisi completa.

    A3: Facebook Insights, Twitter Analytics, LinkedIn Groups, GA: analizza i dati di tutti questi per trovare confronti #semrushchat

    – GML Team (@GMLConsulting) 23 settembre 2015

    Inizia con le basi, come i dati demografici e geografici. Questi dati possono essere presi da vari canali e social media, ovviamente.

    A3: creare dati demografici e dati geografici dai canali SM; chiedi loro tramite quiz o alcuni giochi promozionali #semrushchat – Peter Nikolow (@PeterNikolow) 23 settembre 2015

    Inoltre, i social media sono una buona fonte di dati diretti sul tuo pubblico stesso. Il feedback dei tuoi utenti non solo ti aiuterà a identificare il tuo acquirente, ma ad adattare la tua strategia e il tuo approccio.

    A3 Crea i tuoi buyer personas e poi vai a fare un po ‘di ascolto sociale per assicurarti che siano quelli da cui vuoi sentire. #SEMRushChat

    – Bill Slawski (@bill_slawski) 23 settembre 2015

    La cosa più importante su cui gli esperti di marketing dovrebbero concentrarsi sarebbe il coinvolgimento …

    A3 Utilizzando i dati sul coinvolgimento, guarda cosa dice il tuo pubblico e come .. imita e usa la loro voce per creare una persona corrispondente #semrushchat – Julia McCoy (@JuliaEMcCoy) 23 settembre 2015

    … anche importante è la fonte di traffico e i tassi di conversione; presta attenzione alle pagine che convertono e, per le pagine che non funzionano così bene, tieni d’occhio le frequenze di rimbalzo e il tempo trascorso sulla pagina.

    A3. Il modo più semplice è guardare la canalizzazione dell’utente e vedere quali pagine portano all’acquisto e quali portano al rimbalzo. #semrushchat

    – Chris Desadoy (@EliteYouTubePro) 23 settembre 2015

    Ora scopriamo come ottenere il massimo dai dati che ricevi da diverse piattaforme di social media. Presta attenzione a dove vedi il maggior coinvolgimento e la massima conversione, come Liz Da Ponte@lizdaponte consiglia. Definisci quali piattaforme di social media il tuo pubblico mirato utilizza di più e concentra i tuoi sforzi su queste reti particolari.

    #semrushchat A4: Sii attivo dove è attivo il tuo pubblico, usa gli strumenti per scoprire dove si trova e di cosa sta parlando. – John Dietrich (@ John_Dietrich1) 23 settembre 2015

    Scopri quale tipo di contenuto e quali argomenti generano il maggior coinvolgimento. I tuoi follower preferiscono contenuti scritti o infografiche? Sono più disposti a condividere post tecnici approfonditi o casi di studio? Puoi facilmente apprendere queste informazioni semplicemente contando il numero di condivisioni e Mi piace.

    A4. identificare post, articoli, foto, ecc. che coinvolgono maggiormente il pubblico. tutto riguarda DATI DATI DATI! #semrushchat

    – SEO Locale (@SeoLocale) 23 settembre 2015

    Sapere dove hai fallito è essenziale quanto sapere dove hai avuto successo. Analizza le tue statistiche, chiedi al tuo pubblico, identifica i tuoi problemi e poi risolvili!

    A4. Identifica i punti deboli, se fai parte della comunità come dovresti essere, chiedi dove sei difettoso, quindi risolvilo. #semrushchat – Chris Desadoy (@EliteYouTubePro) 23 settembre 2015

    Analizza il comportamento dei tuoi visitatori prestando attenzione alle frequenze di rimbalzo e alle visite ripetute:

    R4: Notare che i visitatori rimbalzano rispetto alle visite ripetute da nuove condivisioni di post sul blog. Vengono ogni volta che pubblichi? Convertili! #semrushchat

    – Thom Craver (@thomcraver) 23 settembre 2015

    Definisci quali follower sono più attivi sui tuoi social media e collabora con loro. I social media riguardano la comunicazione e la costruzione di relazioni

    A4 Identifica i tuoi migliori interattori, guarda come puoi incorporarli nella tua strategia sociale. #semrushchat pic.twitter.com/Veime4Xrqy – Direct Online Mktg (@directom) 23 settembre 2015

    Non esiste una strategia universale; l’unico modo per scoprire la tua strada verso il successo è provare nuove tecniche e analizzare i tuoi risultati. E non perdere mai l’occasione di utilizzare una buona idea dei tuoi concorrenti di successo.

    A4: Usare alcuni strumenti per le statistiche SM e poi giocare come errore di sonda per vedere cosa funziona e cosa no; guarda anche i GRANDI marchi #semrushchat

    – Peter Nikolow (@PeterNikolow) 23 settembre 2015

    Misurare il ROI dei social media può essere una delle metriche di marketing più difficili, così come misurare il ROI delle pubbliche relazioni. Anche se questo è difficile, non è impossibile. Quando utilizzi i social media come parte di una campagna di marketing, non misurare solo i risultati dei social media, ma considera l’intero quadro. “Includi sempre i social media nelle tue campagne di marketing e misura l’efficacia dell’intera campagna” – Olga Andrienko.

    A5: Allontanati dall’ultimo tocco e passa a un modello di attribuzione reale che includa conversioni assistite. Come funziona l’assistenza sociale? #semrushchat – Thom Craver (@thomcraver) 23 settembre 2015

    Un ottimo modo per ottenere risultati corretti per una campagna è utilizzare un hashtag univoco, che ti aiuterà in una futura analisi dei dati.

    #semrushchat A5: usa hashtag unici per monitorare il coinvolgimento con gli strumenti, quindi segui i dati 🙂

    – John Dietrich (@ John_Dietrich1) 23 settembre 2015

    Guarda sempre il tuo traffico di referral dai social media. Carrie Morgan@morgancarrie – “Una delle mie metriche preferite è il traffico dei referrer del sito web: quale canale social sta indirizzando il traffico? Sta convertendo?” Ricorda che tutto il tuo pubblico non si convertirà.

    A5: e non puoi convertirli tutti. Esempio: io sono un fan di @Porsche ma non possedevo i 911 o altro. Solo FAN. #semrushchat – Peter Nikolow (@PeterNikolow) 23 settembre 2015

    Ed è per questo che è ancora importante prestare attenzione al coinvolgimento.

    A5 Come si misura il ROI del marketing? Non sono vendite o conversioni; invece coinvolgimento e conversazioni. #SEMRushChat

    – Bill Slawski (@bill_slawski) 23 settembre 2015

    L’elenco dei toolkit indispensabili proposti dai nostri partecipanti alla chat è diretto da Google Analytics. Oltre a fornire informazioni sul traffico e le sue fonti, questo strumento fornisce dati di conversione.

    A6) Mai uno strumento per niente, ma IME puoi ottenere una grossa fetta di quello che vuoi da GA per quasi tutto #semrushchat

    – Scrittura per SEO (@writingforseo) 23 settembre 2015

    Ecco alcuni altri toolkit che i nostri partecipanti considerano degni di essere utilizzati per l’analisi dei social media.

    A6: GA, @sumall, @RivalIQ, @SproutSocial e il @semrush strumento di social media! 🙂 #semrushchat – Olga Andrienko (@OlgaSEMrush) 23 settembre 2015

    A6: #Statistiche di Google, Twitter Analytics e Facebook Insights sono le basi. Tuttavia, ci sono lacune in ciascuno di questi strumenti. #semrushchat – Perfect Search Media (@Perfect_Search) 23 settembre 2015

    Ogni social media marketer può combinare diversi strumenti e creare il proprio kit di strumenti perfetto, a seconda delle funzionalità che trovano utili e del tipo di report che desidera.

    A6: io preferisco @SproutSocial per la pianificazione e alcuni rapporti. mi piace @simplymeasured per rapporti più dettagliati. #semrushchat

    – Thomas J. Armitage (@ThomasJArmitage) 23 settembre 2015

    Thom Craver fornisce consigli più utili riguardo ai migliori strumenti:

    A6: Buone fonti di dati. Sapere come segmentare per canali social. Strumenti di tagging marketing in entrata per una corretta misurazione. #semrushchat – Thom Craver (@thomcraver) 23 settembre 2015

    Gli strumenti sono indispensabili per raccogliere e visualizzare i dati, ma nessuno strumento può analizzare i risultati e trarre conclusioni come un essere umano. Quindi usa prima gli strumenti per ottenere informazioni, poi usa il cervello per sfruttarle al meglio.

    Q6. Non ho mai trovato il “singolo strumento” perfetto per misurare i dati: finisco sempre per combinare manualmente i rapporti, quindi interpretarli. #semrushchat

    – Carrie Morgan (@morgancarrie) 23 settembre 2015

    Questo è tutto per oggi. Speriamo di vedervi come al solito mercoledì. Usa #semrushchat per partecipare!

    Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Social network.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *