Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » Suggerimenti sui social media #semrushchat

Suggerimenti sui social media #semrushchat

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Negli ultimi anni, il ruolo dei social media nel marketing digitale è cresciuto a un ritmo astronomico. E questo canale non mostra alcun segno di diventare una parte meno influente del business online. Le aziende e gli individui lo utilizzano ampiamente per espandere la propria portata, sviluppare relazioni con partner e influencer e attirare l’attenzione dei clienti.

Quindi come puoi ottenere il massimo dai social media? Qual è il modo migliore per incorporarli nella tua strategia di marketing complessiva? Come eviti grandi errori e misuri l’efficacia della tua strategia sui social media? I nostri partecipanti alla chat di Twitter e ospiti speciali, team di strumenti di social media SumAll, avere le risposte a tutte queste domande!

Cominciamo con le statistiche. Abbiamo chiesto ai nostri partecipanti quale social network preferiscono e perché. Qui puoi vedere il numero di voti per ciascuno di essi. Come puoi vedere, il leader è Twitter, ma come Matthew Young @MatthewAYoung afferma che la tua scelta dovrebbe “dipendere dall’attività e dal pubblico di tale attività e da dove possono essere trovati”.

Il più grande vantaggio di Twitter: si tratta di essere veloci e di mantenere i messaggi brevi. Questo mix offre una risposta immediata e il massimo livello di coinvolgimento.

@semrush A1: Sceglierei Twitter perché le risposte sembrano essere più immediate e più facili da collegare con la comunità #semrushchat

– Cherry Kwan (@kwanstaa) 29 aprile 2015

Diamo un’occhiata ad altre piattaforme di social media e scopriamo i loro principali vantaggi.

#semrushchat A1- YouTube. Investi in una buona fotocamera, microfono e luci, quindi diventa creativo. Storytelling with marketing = power! – Jenny Foster (@LocalSEOJenny) 29 aprile 2015

A1: FACEBOOK. Mani giù. È la piattaforma con cui le persone si sentono più a loro agio e familiari. #semrushchat pic.twitter.com/M7LYak7MK4

– Kelly Ahern (@kelly_ahern) 29 aprile 2015

A1: Vado con G +, anche se lo odio assolutamente come social network, ha più valore dal punto di vista della ricerca. #semrushchat

– Anthony Randall (@tonyxrandall) 29 aprile 2015

A1: LinkedIn. Attività B2B, LinkedIn spinge la maggior parte degli utenti su cui è possibile agire per eseguire conversioni tramite il web. #misurare #semrushchat

– Andrew Epperson (@eppand) 29 aprile 2015

Come puoi vedere, ogni social network è importante. Nelle nostre prossime domande daremo uno sguardo più da vicino allo sviluppo della strategia e scopriremo come ottenere il meglio da ogni piattaforma social.

Nessuna singola attività di marketing esiste da sola. Se hai appena iniziato a pensare di aggiungere l’integrazione dei social media al tuo marketing mix, ho una brutta notizia per te: potresti perdere molte opportunità. Se vuoi evitarlo, abbiamo alcuni suggerimenti e trucchi che ti aiuteranno a ottenere di più dai social media rispetto ad altre attività di marketing.

A2: I social media aiutano con il branding, il content marketing, la leadership di pensiero e così via! #semrushchat

– KoMarketing (@KoMarketing) 29 aprile 2015

Penso che sia noto che i social media possono aiutare con molti problemi di marketing. Diamo uno sguardo più da vicino a ciascuno di essi. Parliamo prima di tutto della distribuzione dei contenuti. “Approfitta di tutti i contenuti del tuo sito e utilizza i social media per condividere / viralizzare”. – Erik Campo @erikcampoparra.

A2 Mi piace condividere il contenuto che scrivo per un blog attraverso i social media e vedere quali canali funzionano meglio per determinati contenuti 🙂 #semrushchat – Josephine Hardy (@JosieMHardy) 29 aprile 2015

Una cosa grandiosa dei social media: puoi condividere più di un semplice contenuto aggiornato. Diverse piattaforme social offrono diverse opportunità per promuovere i contenuti pubblicati mesi fa. La cosa fondamentale qui: riutilizzare e riutilizzare. Basta non essere troppo invadenti!

D2: Content marketing e social dovrebbero andare di pari passo. Ma ricorda la regola generale 80/20: non condividere solo le tue cose #SEMrushchat

– Andrew Dennis (@ AndrewDennis33) 29 aprile 2015

Questa semplice regola ti aiuterà anche a costruire relazioni: dai credito ad altri autori e condividi i contenuti degli opinion leader. Ti aiuterà a diversificare il tuo feed di notizie e creare nuove connessioni.

A2: I social media sono ottimi per costruire il tuo rappresentante come esperto e marchio. Il marketing mix dovrebbe sfruttarlo e non vendere. #Semrushchat – Larry Prevost (@larryprevost) 29 aprile 2015

I social media ti aiuteranno a stabilire il nome del tuo marchio e ad aumentarne la visibilità. Insieme a contenuti di valore e posizionamento proattivo, i social media sono tutto ciò di cui hai bisogno per costruire credibilità e aumentare la tua influenza.

Tutto questo duro lavoro, prima di tutto, richiede coerenza. Ricorda che uno sforzo costante e un piano ben sviluppato possono portare al successo.

A2: 1: impostare un piano, stabilire obiettivi. 2: Sii coerente, nella pubblicazione, nei contenuti, nel marchio. 3. Cross-post, ma adattato alla piattaforma #semrushchat

– Blu medio (@MediumBlueSEM) 29 aprile 2015

Prima di tutto, prima di discutere di metriche specifiche, parliamo del processo di misurazione in generale.

@semrush #semrushchat A3 1. Identificare le metriche pertinenti 2. Misurarle 3. Confrontare con gli obiettivi aziendali – Rohan Ayyar (@searchrook) 29 aprile 2015

Questo rapido piano di Rohan Ayyar descrive davvero tutto: non importa come misuri i tuoi risultati, contano solo se li confronti con i tuoi obiettivi di business. Esistono molte metriche che possono essere monitorate e molti strumenti che possono fornirti queste informazioni. Ma non sovraccaricarti di dati! Proiettare i tuoi obiettivi di business sulla tua strategia sui social media ti aiuterà a determinare le giuste metriche del ROI.

A3. Non profit? ROI = sensibilizzazione. B2C? ROI = Connettiti con i consumatori. B2B / industriale? ROI = mostra la tua esperienza. #semrushchat

– Ecreativeworks (@ECWseo) 29 aprile 2015

Un ottimo esempio di misurazione del ROI legato agli obiettivi di business di SumAll:

A3. Misuriamo il ROI in base alle iscrizioni. Oltre il 50% delle nostre oltre 800 iscrizioni giornaliere proviene da pagine di destinazione incentrate su Twitter. #semrushchat – SumAll (@SumAll) 29 aprile 2015

Sì, i social media possono essere un potente strumento di vendita, ma pensarli come un canale di vendita è un errore.

A3. Ridefinisci cos’è veramente il ROI sociale. SMM non è un’impresa di soldi, soldi fuori #semrushchat

– Matthew Young (@MatthewAYoung) 29 aprile 2015

Il modo migliore per misurare il ROI dei social media: misura il suo impatto sulla consapevolezza del tuo marchio, sulla tua reputazione e sulla costruzione della tua comunità. “Direi che puoi utilizzare i social media per misurare il ROI sociale seguendo le conversazioni che si verificano intorno al tuo marchio. I social sono ottimi per creare notorietà e reputazione del marchio: se lo fai bene, queste conversioni saranno positive “- Andrew Dennis @ AndrewDennis33.

A3: Condivisioni, coinvolgimento, conversioni da referral e, soprattutto, il più grande numero di follower: x #semrushchat – David Prochaska (@DavidProHQ) 29 aprile 2015

Tieni presente che i numeri assoluti non sono di per sé significativi: la verità verrà rivelata attraverso il confronto.

A3: Mi piace / follower sono misurazioni morte. Hai bisogno di misurare il coinvolgimento. Inizia con un rapporto post: condivisioni. #semrushchat

– Ryan Johnson (@ rsj8000) 29 aprile 2015

Se vuoi saperne di più sulla misurazione del ROI dei social media, leggi questi due articoli consigliati dai nostri partecipanti:

Come misurare il ROI sui social di The Media Octopus @themediaoctopus;

Come monitorare il ROI dei tuoi contenuti web di Julia Spence-McCoy, consigliato da Tara Clapper @TaraMClapper.

Abbiamo preparato un enorme elenco degli errori che i marketer di solito fanno nei social media. Sebbene l’elenco sia piuttosto ampio, ti consigliamo di dare un’occhiata più da vicino a questi due:

A4: Utilizzo dei social come canale di vendita diretta. Segui / Smetti di seguire per ottenere pubblico. 0 capacità di dimostrare quello che stanno facendo funziona! #semrushchat– AJ Ghergich (@SEO) 29 aprile 2015

A4- Pubblicare senza pensare. Pubblicare troppo. Pubblicare troppo poco. Non pubblicare affatto. Non misurare il ROI. #semrushchat– SumAll (@SumAll) 29 aprile 2015

L’idea dei social media come strumento di vendita e strategia incoerente non ti porterà al successo. Ecco gli errori più comuni che puoi correggere subito!

Non esiste una cosa come il pagamento o il biologico. Vanno insieme mano nella mano, ma l’equilibrio di questa felice unione può essere rotto se usi uno dei canali in modo eccessivo o non lo usi correttamente. Quindi quando e perché dovresti acquistare annunci?

A5. Acquista annunci in anticipo e inizia in piccolo. Trova parole chiave e messaggi che funzionano prima di entrare ufficialmente nel gioco. #semrushchat – SumAll (@SumAll) 29 aprile 2015

Se non hai mai acquistato un annuncio sui social media prima, un avvio lento può portare vantaggi alla tua azienda più di una grande campagna. Trovare le giuste parole chiave, trovare la voce giusta per i tuoi contenuti, sviluppare il tuo messaggio: tutto richiede tempo e un po ‘di sperimentazione

A5 Tendo a pagare per gli annunci quando ho una conversione specifica di valore definito. È facile ottenere un budget quando il ROI è evidente #semrushchat

– Nathan Grimm (@ n8ngrimm) 29 aprile 2015

E, naturalmente, una campagna a pagamento richiede una pianificazione: ti farà risparmiare tempo e denaro.

A5. Fai molta attenzione quando acquisti annunci social a pagamento. Devi avere una ragione e degli obiettivi chiari per farlo. #semrushchat – Reva Minkoff (@revaminkoff) 29 aprile 2015

Il tuo messaggio può facilmente raggiungere il tuo obiettivo quando sai chi è il tuo pubblico. Capirlo è una delle parti più importanti della tua ricerca.

@semrush #semrushchat A5) Quando sai “chi” è veramente il tuo pubblico e usi parole / termini che si riferiscono al loro comportamento offline / online

– Tony Dimmock (@Tony_DWM) 29 aprile 2015

Quando la tua campagna è in corso e hai un’idea generale del tuo posizionamento, pubblico e messaggio, allora arriva il momento per un po ‘più di sperimentazione. Ancora una volta, i social media sono ottimi per la distribuzione di contenuti, sia a pagamento che organici.

A5: Se sei un Content Marketer e non inchiodi la distribuzione sociale a pagamento … stai sbagliando! #semrushchat – AJ Ghergich (@SEO) 29 aprile 2015

Una campagna a pagamento offre enormi opportunità per la promozione incrociata dei messaggi.

D5: Acquista annunci per promuovere iniziative specifiche (come le lotterie), non semplicemente per creare follower. #semrushchat

– Ryan Johnson (@ rsj8000) 29 aprile 2015

A6. Per avere una presenza locale … essere locale. Investire in cause / comunità locali. Investire prima, poi sul mercato. #semrushchat – SumAll (@SumAll) 29 aprile 2015

Per un’azienda globale, la presenza locale è davvero importante. Innanzitutto perché aiuta a utilizzare messaggi diversi per luoghi diversi e ad utilizzare approcci diversi, a seconda delle caratteristiche e delle caratteristiche distintive locali. In secondo luogo, diventare locali ti aiuta a sembrare più “umano”. Dimostra che non sei solo un’enorme società senza cuore, ma che sei pronto a risolvere i problemi degli utenti, qualunque essi siano.

A6) USER.GENERATED.CONTENT. È locale sul marchio e gratuito 🙂 Pensa a una campagna intelligente che attiri il tuo marchio nel luogo #semrushchat

– Steve Miller (@STEVMLR) 29 aprile 2015

Inizia con il contenuto. E coinvolgi gli utenti nel processo di creazione dei contenuti! Stavamo già parlando dei vantaggi della ricerca a pagamento. Anche a livello locale la pubblicità è insostituibile.

A6) Globale o no, puoi creare annunci 1: 1 in base al targeting disponibile. Globale può ancora essere personale / locale. #semrushchat – joshkimber (@joshkimber) 29 aprile 2015

Migliora il tuo livello di coinvolgimento. La comunicazione è l’unico modo per dimostrare che ci tieni.

A6 I marchi non possono fingere il locale sui social. Se vuoi veramente la presenza locale / sociale, devi avere qualcuno impegnato nella comunità. #semrushchat

– Jeff Riddall (@JRiddall) 29 aprile 2015

Non è un segreto che adottare un approccio personale sia più vantaggioso; lo stesso vale per stabilire una presenza locale.

A6) Coinvolgi gli influencer nella scena locale. Usa un approccio più mirato, pur mantenendo un messaggio di marca coerente. #semrushchat – Kristel Cuenta (@kristelcuenta) 29 aprile 2015

Tieni traccia delle notizie locali e conosci la zona. Qualsiasi evento o notizia che puoi scoprire attraverso i newsfeed locali può aiutarti! Usa gli hashtag per dimostrare che sei “al corrente”.

A6 hashtag locali ed eventi !!! #semrushchat

– Ann Smarty (@seosmarty) 29 aprile 2015

Per oggi è tutto! Spero ti sia piaciuto il post!

Spero di vederti nella nostra prossima chat su Twitter!

Prima di salutarci, vogliamo ringraziare i seguenti partecipanti per i loro tweet, che abbiamo usato per le immagini:

@AdamDince
@AyeshaAmbreen
@BryceLiggins
@DavidProHQ
@DawnClicky
@ECWseo
@erikcampoparra
@JesseStoler
@joanna_rustin
@JRiddall
@KoMarketing
@kristelcuenta
@malavika_c
@manishwebmaster
@pagesauce
@revaminkoff
@SEO
@SeoKungFu
@seosmarty
@SumAll
@Tony_DWM
@TrondLyngbo
@writingforseo

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Social network.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *