Utilizzo di Facebook Insights per proteggere i conteggi dei follower in calo

Utilizzo di Facebook Insights per proteggere i conteggi dei follower in calo

Quando si tratta di piccole imprese che commercializzano il proprio marchio, lo sappiamo Il 73% investe nel social media marketing, con canali come Facebook, Instagram e Twitter in testa. Ma recenti ricerche lo dimostrano un adulto su tre nel Regno Unito sta tagliando i social media perché si sentono abbastanza sopraffatti – e chi può biasimarli?

La piattaforma di social network più eliminata negli ultimi 12 mesi è stata Facebook, con un consistente 30,2% degli intervistati che ha affermato di aver eliminato il proprio account o rimosso l’app di Facebook dal proprio telefono. Questo potrebbe non sembrare preoccupante, ma immagina di svegliarti una mattina per vedere che le vendite sono diminuite del 30% durante la notte.

Per le aziende che fanno molto affidamento sui social media per raggiungere il proprio pubblico e realizzare vendite, questa è la potenziale realtà. Condivideremo a breve i nostri migliori suggerimenti sul monitoraggio e la riparazione dei tuoi follower di Facebook in errore, ma prima dobbiamo capire perché gli utenti dei social media (specialmente quelli nel fascia di età millenaria) corrono per le colline. E scopri come evitare di perdere follower.

1. Disinformazione

Facebook sa che non ci piacciono i contenuti sensazionali o di spam. Clickbait è già abbastanza dannoso, anche se ha il suo posto, ma informazioni decisamente false possono avere un impatto importante nella vita reale sugli utenti che seguono tali consigli. Facebook lo ha ammesso contenuti sulla salute fuorvianti è tutt’altro che positivo per la comunità della piattaforma, ma cosa hanno fatto i dirigenti del quartier generale del gigante dei social media al riguardo? Per combattere la montagna di disinformazione che fluttua online, Facebook ha aggiornato il suo algoritmo per ridurre la frequenza (la frequenza con cui vengono mostrati i post) di post che fanno affermazioni sulla salute esagerate o sensazionali o tentano di vendere prodotti o servizi sulla base di tali affermazioni relative alla salute.

Come questo si applica a te

Se la tua pagina aziendale di Facebook è incentrata su argomenti relativi a nutrizione, fitness o salute, probabilmente non vedrai un’enorme differenza nel modo in cui i tuoi contenuti vengono distribuiti ai tuoi follower. Se stai facendo affermazioni sulla salute sensazionali o stai incoraggiando le persone a prestare attenzione a indicazioni sulla salute mal informate, preparati a vedere una portata ridotta.

2. Sovraccarico

Chiunque utilizzi Internet regolarmente sa che ci sono MOLTI contenuti là fuori. Su Facebook, così tante informazioni sono condensate in uno spazio così piccolo che è facile sentirsi sopraffatti. Sia che il tuo pubblico sia nuovo su Facebook o lo usi da anni, ogni giorno, si trovano di fronte ai contenuti dei loro amici, ai post di ogni pagina Facebook che seguono e una forte dose di pubblicità di Facebook e post sponsorizzati su misura per il loro utente dati demografici.

Tutto ciò rende più difficile per te tagliare il rumore in modo che i tuoi follower vedano i tuoi post. Invece, gli utenti di Facebook possono comprendere e modificare il modo in cui le informazioni demografiche influenza gli annunci che vedono. Strumenti come “Perché vedo questo annuncio?” e Preferenze annunci esistono da un po ‘di tempo, ma molti utenti non sapevano che fossero lì.

Facebook ora fa di più per spiegare agli utenti perché vedono una pubblicità e la piattaforma sarà anche più chiara sulla provenienza delle informazioni (ad esempio, una pagina che potrebbe aver “apprezzato”), seguita dall’introduzione di modi molto più semplici per controllare il proprio utente Esperienza.

3. Tutela della privacy e dei dati

Nel studia sul motivo per cui più persone si stanno allontanando da Facebook, i problemi di fiducia e le preoccupazioni sulla privacy e la protezione dei dati sono arrivati ​​rispettivamente al terzo (26,2%) e al quarto (21,4%). Questa non è certo una sorpresa dopo lo scandalo dei dati di Facebook-Cambridge Analytica. Per contrastare questo illecito, Facebook ha raggiunto un accordo con la Federal Trade Commission.

È ora disponibile un nuovo quadro completo per proteggere la privacy delle persone e le informazioni che danno a Facebook. Questo framework introduce processi più rigorosi per identificare e documentare i rischi per la privacy e introduce misure più approfondite per garantire che Facebook soddisfi questi nuovi requisiti. Anche la piattaforma è stata recentemente aperta Pop-up di Facebook Privacy Cafe in tutto il Regno Unito per offrire controlli della privacy digitale davanti a un caffè gratuito.

Cosa puoi fare

Come azienda, avrai poco controllo su come le persone si sentono riguardo a piattaforme specifiche, incluso Facebook. L’unica cosa che puoi fare è monitorare l’output dei tuoi contenuti per assicurarti di non diffondere notizie false, condividere un numero enorme di aggiornamenti o fornire dati personali inappropriati. Fai questo e aiuterai a proteggere quei follower importantissimi e il coinvolgimento.

Approfondimenti sulla pagina Facebook

Oltre a prestare attenzione ai tuoi contenuti, puoi rivolgerti a Approfondimenti scheda sulla pagina Facebook della tua attività per aiutare a riparare un conteggio in calo dei follower. Non confondere la scheda Insights della pagina Facebook con il file Audience Insights strumento (che si trova in Ads Manager), che viene utilizzato per indirizzare gli annunci di Facebook.

Se stai cercando una guida che ti mostri come monitorare le intuizioni di Facebook per creare annunci migliori, sei nel posto sbagliato, ma possiamo mostrarti dove andare! Prova invece a guardare questa guida alla pubblicità su Facebook. Le informazioni sulla pagina Facebook sono disponibili solo per le pagine Facebook professionali (non per gli account personali). Ciò consente all’amministratore della pagina di tenere traccia di informazioni come Mi piace, visualizzazioni, copertura del post, coinvolgimento del post, follower della pagina e altro.

Come accedere alla pagina degli approfondimenti di Facebook

Dopo aver effettuato l’accesso alla tua pagina aziendale di Facebook (tramite Gestisci pagine), vedrai una scheda in alto. La scheda Approfondimenti si trova tra Notifiche e Strumenti di pubblicazione.

Per visualizzare le informazioni della tua pagina, fai clic sulla scheda Approfondimenti, che ti porta alla pagina Panoramica approfondimenti.

Pagina Panoramica di Facebook Insights

La pagina Panoramica di Insights è un tesoro di dati preziosi.

Oltre a mostrare i tuoi follower, i Mi piace, la portata e il coinvolgimento – i più importanti di tutti – puoi anche scorrere verso il basso per vedere i tuoi cinque post più recenti. Ciò ti consentirà di confrontare i livelli di copertura e coinvolgimento.

Se desideri una panoramica più completa, fai clic su “vedi tutti i post”.

Questa funzione è particolarmente utile per visualizzare i post a colpo d’occhio per vedere quali sono stati eseguiti e, con la stessa moneta, quali no. Puoi anche aumentare i post da qui. Se noti che un post funziona particolarmente bene a livello organico, probabilmente andrà ancora meglio con un piccolo aumento monetario. Puoi anche utilizzare la sezione Azioni sulla pagina per accedere a un coinvolgimento specifico, ad esempio quando un utente di Facebook ha fatto clic sul tuo sito Web da un pulsante dell’account.

Pagina Insight di Facebook: Esporta dati

Per approfondire ulteriormente le statistiche della tua pagina Facebook, puoi esportare i dati in una comoda tabella da condividere con i tuoi colleghi. Prima di tutto, devi scegliere un periodo. Lo selezioni dall’opzione di riepilogo della pagina nella parte superiore della pagina.

Per una panoramica completa, seleziona 28 giorni. Se stai monitorando il rendimento di un determinato post o campagna, vorrai essere più specifico, quindi valuta la possibilità di esaminare i dati nell’arco di sette giorni.

Puoi anche esportare i dati nella pagina Insights per periodi di tempo personalizzati e persino per l’intera durata dell’account, il che può darti anni di dati grezzi. Per fare ciò, seleziona “Esporta dati” nella parte superiore della pagina. Quindi, scegli il tipo di dati che desideri (metriche della pagina chiave, metriche dei post chiave o dati video) e personalizza il formato del file, l’intervallo di date e le opzioni di layout in base alle tue preferenze.

Esporta dati Insight

Quando si tratta di esportare i dati, puoi scegliere tra un file Excel (.xls) o CSV. Se selezioni un formato Excel, sarai anche in grado di lavorare la tua magia con le tabelle pivot all’interno di Microsoft Excel per analizzare in modo più efficace i tuoi dati.

Pagine da guardare

Nella parte inferiore della tua pagina Insights, sotto “I tuoi 5 post più recenti” c’è “Pagine da guardare”. Qui puoi aggiungere pagine della concorrenza e spiare le prestazioni dei loro post su Facebook. La ricerca della concorrenza è un ingranaggio cruciale in qualsiasi strategia di marketing ben oliata.

Utilizzando “Pagine da tenere d’occhio”, non solo vedrai quando i tuoi post stanno superando la concorrenza, ma fantastico! – ma anche dove sei in ritardo, che puoi infine utilizzare per migliorare e creare contenuti più coinvolgenti.

Altre cose da notare

Il marketing di Facebook dovrebbe essere abbinato all’attività offline per mantenere i tuoi follower attivamente coinvolti e investiti nei tuoi post. Molte persone mantengono i social media per restare in contatto con i propri amici. Se i tuoi follower vedono la tua pagina come una preziosa fonte di informazioni, avrai maggiori possibilità di mantenerli coinvolti. Fornisci un valore sufficiente e potresti essere responsabile di mantenerli completamente sulla piattaforma.

Sostenendo il nostro ultimo punto, Facebook non è più un luogo per post autopromozionali, nonostante la popolarità degli annunci di Facebook e le loro metriche avanzate.

Riconsidera i tuoi dati demografici: potresti essere stato sfortunato. Il tuo gruppo demografico corrisponderà al tuo settore e ai tuoi obiettivi aziendali. Come nota a margine, se operi nella nicchia della salute come fonte di informazioni o distributore di prodotti, i tuoi contenuti sono particolarmente a rischio su Facebook. Visualizza i nostri punti sulla disinformazione sopra e evita di fare affermazioni sensazionali.

Le intuizioni più grandi arriveranno sempre direttamente dalla bocca del cavallo. Dovresti seguire I video dei gol personali di Mark Zuckerberg e la pagina delle notizie di Facebook per informazioni aggiornate. L’impostazione degli avvisi di Google News per i termini “Facebook” e “social media” sono anche modi rapidi per rimanere aggiornati su qualsiasi notizia importante (e affidabile).

Tieni sempre a mente i principali difetti, proprio come stanno facendo le piattaforme stesse. Questi sono i tre pilastri che abbiamo menzionato in precedenza: disinformazione, sovraccarico e riservatezza dei dati.

Se condividi post di auto-promozione su Facebook, dovresti evitare:

  • Fare affermazioni audaci o vendere prodotti non affidabili.

  • Vendere o indirizzare gli utenti a prodotti basati su informazioni come un eBook o una newsletter, che non sono considerati preziosi.

  • Chiedere troppe informazioni personali per costruire il tuo database o per fornire un regalo gratuito. Ciò include la richiesta di informazioni qualificanti quando le persone fanno domanda per partecipare a un gruppo Facebook privato. I gruppi non sono più un luogo in cui le persone possono digitare informazioni sulla propria attività, fascia di reddito o altre informazioni sensibili.

Evita di scrivere post che non siano collaborativi. La maggior parte dei post dovrebbe includere contenuti originali (foto o video) o un collegamento a un collaboratore, marchio o follower. Tali post aumentano il coinvolgimento e aggiungono responsabilità.

Aderendo a queste linee guida, ti assicurerai che l’input della tua pagina non influisca negativamente sui tuoi follower di Facebook, ma non dovresti fermarti qui. Tieni sempre traccia delle tue metriche analizzando l’output dei tuoi contenuti. Quando si tratta di rimanere al passo con gli algoritmi dei social media, c’è una formula chiave che dovresti sempre usare:

Contenuti affidabili di qualità + spiare i tuoi concorrenti + analizzare, analizzare, analizzare = più follower.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di Social.

Write a Comment