Cosa, perché e come fare trackback e pingback in WordPress

Cosa, perché e come fare trackback e pingback in WordPress

Recentemente un utente ci ha chiesto informazioni su trackback e pingback in WordPress. Volevano anche sapere come queste due funzionalità possono essere utilizzate in modo più efficace.

Trackback e pingback sono modalità di comunicazione tra i blog di WordPress. Sono in circolazione sin dai primi giorni di blogging, ma pochissimi utenti conoscono queste funzionalità.

In questo articolo, spiegheremo trackback e pingback in WordPress. Parleremo della loro differenza, di come funzionano e di come usarli.

Cosa, perché e come fare per i pingback e i trackback di WordPress

Cos’è un trackback?

I trackback danno ai blogger la possibilità di comunicare tra i siti web. È quasi come se una persona dicesse a un’altra “Questo è qualcosa a cui potresti essere interessato”.

Ecco come funzionano i trackback in WordPress:

  • Scriviamo un post sul nostro blog.
  • Vuoi commentare il nostro post, ma vuoi che i tuoi lettori vedano quello che hai da dire e siano in grado di commentarlo.
  • Scriverai quindi un post sul tuo blog e invierai un trackback al nostro post del blog. (Per impostazione predefinita, WordPress non consente di inviare trackback manuali durante la scrittura di un post sul blog).
  • Riceveremo il tuo trackback e sceglieremo di visualizzarlo come commento o meno. La visualizzazione dei commenti sarà un titolo, un estratto e un collegamento al tuo post sul blog.

Cos’è un pingback?

I pingback danno ai blog la possibilità di comunicare attraverso un sistema automatizzato. È quasi come commenti remoti.

Ecco come funzionano i pingback in WordPress:

  • Scriviamo un post sul nostro blog.
  • Dopo di che scrivi un post sul tuo blog menzionando / collegando al nostro articolo.
  • Il tuo software di blogging invierà automaticamente un pingback alla nostra piattaforma di blog.
  • Il nostro software di blogging riceverà il pingback. Quindi andrà automaticamente al tuo blog per confermare che il pingback ha origine lì e che il collegamento è presente.
  • Dopodiché, avremo la possibilità di visualizzare il tuo pingback come commento. Questo sarà solo un collegamento al tuo sito.

I pingback funzionano anche all’interno del tuo sito. Ciò significa che se si collega a uno dei propri articoli sullo stesso sito, WordPress invierà automaticamente un pingback a se stesso.

Questo è chiamato self-ping e una volta che inizi a scrivere regolarmente sul tuo blog potresti trovarli fastidiosi. Non preoccuparti, possono essere facilmente disattivati ​​come ti mostreremo più avanti in questo articolo.

Qual è la differenza tra Trackback e Pingback?

Non molto in realtà. Entrambi fanno la stessa cosa ma adottano un approccio leggermente diverso.

La prima differenza è che i trackback sono manuali mentre i pingback sono automatici (diversa tecnologia di comunicazione).

In secondo luogo, i pingback non inviano alcun contenuto mentre i trackback sono accompagnati da un estratto del contenuto.

Come inviare trackback e pingback in WordPress

A partire da WordPress 5.0, la possibilità di inviare manualmente un trackback ad altri blog è stata rimossa dalla schermata di modifica del post.

La funzione non è stata utilizzata molto e WordPress ha già i pingback automatici abilitati per impostazione predefinita.

Tuttavia, la funzionalità è ancora presente e disponibile con il vecchio editor classico. Modifica semplicemente un post nell’editor classico e troverai l’opzione per inviare trackback sotto l’area di modifica.

Invia trackback nell'editor classico

Se non riesci a trovare il metabox dei trackback nell’editor classico, fai clic sul pulsante Opzioni schermo nell’angolo in alto a destra dello schermo. Seleziona la casella accanto all’opzione “Invia trackback” e WordPress inizierà a mostrare la casella di invio trackback sotto l’area di modifica.

Mostra la casella di invio trackback

Come moderare pingback e trackback in WordPress?

La moderazione è abbastanza semplice. Sia i trackback che i pingback vengono visualizzati nell’area di moderazione dei commenti. Da qui puoi approvarli, eliminarli o contrassegnarli come spam.

Pingback e trackback moderati

Dalla nostra esperienza, il 99% di tutti i trackback e i pingback sono spam. Questo è il modo più semplice per gli spammer di ottenere un backlink dal tuo sito.

Nel nostro caso, spesso vediamo pingback da scrapper di contenuti (ladri di contenuti) che copiano i nostri interi articoli parola per parola, compresi tutti i collegamenti.

A causa di questi collegamenti, il loro software di blogging invia automaticamente pingback ai nostri articoli.

Le poche volte in cui abbiamo trovato utili trackback / pingback quando blogger legittimi si collegavano a noi, in realtà ci hanno aiutato a scoprire che eravamo presenti in Mashable e NYTimes.

In breve, abbiamo riscontrato che il 99% di tutti i trackback / pingback è spam. Questo è il motivo per cui li abbiamo disabilitati completamente. Non vale la pena di moderare una tonnellata di spam.

Esistono altri modi per scoprire chi è collegato ai tuoi articoli. Il più semplice è farlo usa Google Analytics per trovare chi si collega al tuo sito.

Come disabilitare trackback, pingback e self ping

Se sei stanco di ricevere trackback e pingback contenenti spam, c’è un’opzione per disabilitarli completamente.

Vai semplicemente al Impostazioni »Discussione pagina e deseleziona l’opzione “Consenti notifiche di collegamento da altri blog (pingback e trackback)”.

Disattiva trackback e pingback in arrivo su WordPress

Deselezionando questa casella verranno disabilitati solo i trackback e i pingback per i post futuri (non quelli esistenti).

Per disabilitare i trackback sui post esistenti, devi seguire il nostro tutorial su come disabilitare i trackback e i pingback sui post esistenti di WordPress.

Se sei stanco del fatto che il tuo blog si auto-ping, puoi semplicemente installare e attivare il file Nessun self ping collegare. Per maggiori dettagli, consulta la nostra guida passo passo su come installare un plugin per WordPress.

All’attivazione, il plugin disabiliterà i self ping sul tuo sito WordPress.

Ci auguriamo che questo articolo ti abbia aiutato a conoscere trackback e pingback di WordPress, potresti anche voler vedere il nostro elenco dei plugin WordPress indispensabili e i migliori servizi di email marketing per le piccole imprese.

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al nostro Canale Youtube per i tutorial video di WordPress. Puoi trovarci anche su Twitter e Facebook.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di guide WP.

Write a Comment