Diego Fernando Torres » Blog di Monetizzazione » YouTube vs Vimeo: qual è il migliore? (Pro e contro)

YouTube vs Vimeo: qual è il migliore? (Pro e contro)

Cercavi un servizio di LinkBuilding o per acquistare backlinks di quilità italiana? Scopri i dettali sui link.

Quando si tratta di caricare video online, YouTube e Vimeo sono le due piattaforme più popolari sul mercato. Ecco perché ci viene spesso chiesto di YouTube vs Vimeo: qual è il migliore? Sono entrambe ottime piattaforme con i rispettivi vantaggi e svantaggi. In questo articolo, confronteremo YouTube e Vimeo e condivideremo i loro pro e contro per aiutarti a decidere sulla tua piattaforma video.

YouTube vs Vimeo: scegliere la migliore piattaforma per i video WordPress

Perché scegliere YouTube o Vimeo per i video WordPress

Se vuoi avviare un blog, WordPress è la piattaforma di blog più popolare consigliata dagli esperti.

Sebbene tu possa caricare direttamente i tuoi video su WordPress, non è progettato per lo streaming di video.

I video sono file di grandi dimensioni e la maggior parte dei provider di hosting WordPress non offre server ottimizzati per lo streaming video. Se più utenti accedono contemporaneamente ai video sul tuo sito web, il server potrebbe bloccarsi.

Inoltre, ogni utente ha un diverso tipo di connessione Internet. I tuoi video di alta qualità impiegheranno un’eternità a caricarsi su connessioni Internet più lente.

Video statico

D’altra parte, piattaforme di hosting video come Youtube e Vimeo sono progettati per fornire video. Hanno risorse e tecnologia del server per offrire un’esperienza di streaming video di gran lunga superiore rispetto a WordPress.

Ancora più importante, puoi incorporare facilmente questi video in WordPress.

Per ulteriori informazioni su questo argomento, consulta la nostra guida sul motivo per cui non dovresti mai caricare video su WordPress.

Detto questo, diamo un’occhiata a YouTube vs Vimeo e qual è il migliore per i tuoi video WordPress.

1. Prezzi

Sia YouTube che Vimeo sono società a scopo di lucro. Le loro opzioni di prezzo si basano su come fanno soldi online.

Youtube:

YouTube è gratuito. Principalmente perché fanno soldi mostrando annunci pubblicitari. Questi annunci vengono visualizzati all’interno del lettore video, nella barra laterale e nell’app YouTube.

YouTube offre anche un abbonamento a pagamento chiamato YouTube Red per gli spettatori. Questo servizio consente agli spettatori di sbarazzarsi degli annunci pubblicitari e di accedere agli spettacoli originali di YouTube.

YouTube Red

Tuttavia, come creatore di contenuti sarai in grado di caricare gratuitamente tutti i video che desideri.

Inizialmente, non sarai in grado di caricare video più lunghi di 15 minuti. Tuttavia, puoi aumentare questo limite verificando il tuo account.

Vimeo:

Il modello di business di Vimeo è molto diverso da YouTube. Guadagnano denaro vendendo servizi di hosting video, in modo che editori e aziende possano offrire ai propri utenti un’esperienza di visualizzazione senza pubblicità.

Offrono una gamma di piani tariffari a partire dal piano gratuito, che è limitato a 500 MB di spazio di archiviazione a settimana e 25 GB all’anno.

Dopodiché puoi aderire ai piani Vimeo Plus, Pro o Business. Ognuno di essi offre diversi limiti e funzionalità di caricamento.

Piani Vimeo

Il piano gratuito è piuttosto limitato in termini di spazio di archiviazione e funzionalità. Puoi iniziare con Vimeo Plus, costa $ 7 al mese e ti darà 5 GB di spazio di archiviazione a settimana.

2. Limiti di caricamento

Entrambe le piattaforme hanno politiche diverse riguardo alla quantità di contenuti video che puoi caricare.

Youtube:

Per impostazione predefinita, puoi caricare video illimitati, ma ogni video dovrebbe durare meno di 15 minuti. Tuttavia, dopo aver verificato il tuo account, puoi caricare video con un massimo di 12 ore di riproduzione o una dimensione del file di 128 GB.

Questo è molto generoso e abbastanza ragionevole per tutti i tipi di creatori di contenuti.

Vimeo:

Vimeo ha limitazioni diverse sulle dimensioni di caricamento per ogni piano.

  • Gratuito: 500 MB a settimana fino a 25 GB all’anno.
  • Inoltre: 5 GB a settimana fino a 250 GB all’anno
  • Pro: 20 GB a settimana fino a 1 TB all’anno
  • Business: nessun limite settimanale e fino a 5 TB di spazio di archiviazione totale

Vedi il confronto dettagliato di tutti i piani Vimeo.

3. Dimensione e copertura del pubblico

Entrambe le piattaforme offrono opzioni di condivisione video, hanno comunità dedicate e funzionalità social integrate nel loro prodotto.

Youtube:

Quando si tratta di dimensioni e copertura del pubblico, YouTube ha l’ovvio vantaggio.

Statistiche YouTube

È di proprietà di Google, quindi è notevolmente più visibile in tutti gli altri prodotti. Quasi tutti i telefoni Android nel mondo sono dotati dell’app YouTube preinstallata.

YouTube ha una community di oltre 1 miliardo di utenti, ovvero un terzo di Internet. È anche il secondo motore di ricerca più utilizzato al mondo.

Vimeo:

Vimeo ha una base di utenti molto più piccola di YouTube, ma è comunque abbastanza enorme. Vimeo ha oltre 170 milioni di utenti e sta crescendo a un ritmo significativo. Vimeo ospita alcuni dei creatori di contenuti più creativi al mondo.

Statistiche Vimeo

Oltre ai canali, ha anche una funzione Gruppi in cui gli utenti possono creare e partecipare a gruppi. Gli utenti possono anche limitare il contenuto del gruppo visibile solo ai suoi membri.

Vimeo ha una funzione di ricerca abbastanza decente, che consente agli utenti di cercare video, persone, canali e gruppi. La loro funzione di rilevamento dei contenuti mostra i video pertinenti nella barra laterale. Tuttavia, in base alla progettazione, non sono così evidenti come su YouTube.

4. Controlli sulla privacy

Non tutti gli editori vogliono che i loro contenuti siano visti da tutti. Ad esempio, se vendi corsi online o gestisci un sito Web di abbonamento, desideri limitare l’accesso ai video solo agli abbonati paganti.

Vediamo come entrambe le piattaforme consentono agli editori di controllare la privacy dei loro video.

Youtube:

Impostazioni sulla privacy dei video di YouTube

YouTube offre tre impostazioni sulla privacy per i video che carichi.

  • Pubblico: questi video sono accessibili pubblicamente da chiunque. Possono essere cercati, elencati e visualizzati sulla piattaforma YouTube.
  • Non in elenco: questi video possono essere accessibili da chiunque abbia l’URL. Tuttavia, non verranno visualizzati nella ricerca di YouTube o nei video correlati
  • Privato: questi video sono visibili solo a te e a utenti specifici che scegli.

Oltre a queste impostazioni, puoi anche disabilitare i commenti sui tuoi video. YouTube ti consente di non consentire l’incorporamento dei tuoi video su qualsiasi sito Web, ma ciò ti impedirà anche di incorporare video sul tuo sito Web WordPress.

YouTube non è una piattaforma ideale se desideri ospitare video privati.

Vimeo:

Privacy video di Vimeo

Vimeo offre più opzioni di privacy rispetto a YouTube. Le loro impostazioni sulla privacy ti consentono di rendere i video pubblici, privati ​​o non in elenco. Puoi anche condividere video solo con gli utenti che segui.

Gli utenti del piano a pagamento possono anche limitare gli incorporamenti video solo ai propri siti web. Possono persino impedire la visualizzazione dei loro video su Vimeo.com stesso.

Puoi anche proteggere i video con una password e gli utenti dovranno inserire quella password per visualizzare il video. Puoi quindi aggiungere quei video in post protetti da password sul tuo sito Web WordPress.

Se vuoi avere un maggiore controllo su chi guarda i tuoi video, allora Vimeo è una piattaforma molto migliore per te.

5. Editing video

Entrambe le piattaforme offrono ottimi strumenti per caricare, modificare e gestire i tuoi video.

Youtube:

Modifica video di YouTube

YouTube offre potenti funzionalità di editing video. Offrono un editor video che ti consente di creare video dai tuoi video, foto, titolo e altro caricati in precedenza.

Puoi anche creare video utilizzando i tuoi video e le tue foto in Google Foto. I loro strumenti di editing video basati sul web offrono un processo di creazione video semplice e facile.

YouTube ti consente anche di aggiungere link, annotazioni, didascalie e sottotitoli ai tuoi video. Offre anche funzionalità di live streaming in cui puoi trasmettere eventi, notizie o solo vlog casuali.

Vimeo

Impostazioni video di Vimeo

Vimeo non offre tante funzioni di editing video come YouTube. Tuttavia, offre tutte le basi di cui avrai bisogno.

Ti consente di aggiungere titolo, descrizione, categoria, tag, licenza e classificazione del pubblico del video. Puoi anche caricare didascalie e sottotitoli sui tuoi video. Vimeo non ha funzioni di annotazione, quindi non puoi aggiungere link cliccabili nei tuoi video.

La parte migliore di Vimeo però è che puoi sostituire il tuo video con una versione più recente senza dover cambiare l’URL del video o le statistiche. Questo è qualcosa che non puoi fare su YouTube senza caricare un nuovo video su un URL completamente nuovo.

Questa funzione specifica è davvero utile perché se hai commesso un errore o hai solo bisogno di aggiornare gli screenshot nei tuoi tutorial, puoi farlo facilmente mantenendo tutto il conteggio delle visualizzazioni e gli stessi URL video sul tuo sito di abbonamento.

6. Opzioni di monetizzazione

Entrambe le piattaforme consentono ai propri utenti di guadagnare online dai propri video.

Youtube:

Guadagna dai video su YouTube

YouTube consente ai creatori di contenuti di aderire al programma partner di YouTube iscrivendosi a Google Adsense per monetizzare i propri video. I creatori di video ottengono un taglio per gli annunci visualizzati sui loro video.

Tuttavia, devi prima accumulare almeno 10.000 visualizzazioni per il tuo canale prima di poter partecipare al programma.

YouTube consente inoltre ai creatori di contenuti di utilizzare altre opzioni di monetizzazione. Gli editori possono vendere prodotti nei loro video, aggiungere recensioni a pagamento, aderire a programmi di affiliazione, ottenere sponsor per i loro video, chiedere donazioni e altro ancora.

Molti dei creatori di contenuti più famosi di YouTube utilizzano piattaforme come Patreon dove gli spettatori possono supportare direttamente il loro canale con donazioni.

Vimeo:

Vimeo su richiesta

Vimeo è orgoglioso di offrire una piattaforma video senza pubblicità. Non hanno un programma pubblicitario a cui puoi aderire.

Tuttavia, offrono “Vimeo on Demand”. Una piattaforma in cui puoi vendere video direttamente agli spettatori. Avrai bisogno almeno di un account Vimeo Pro per partecipare al programma. Pensa a questo come alla tua versione di Netflix.

Vimeo ti consente anche di menzionare gli sponsor nei tuoi video, aggiungere collegamenti nella descrizione del video e chiedere agli utenti di supportare il tuo canale su piattaforme come Patreon.

Conclusione

YouTube e Vimeo sono entrambe eccellenti piattaforme per i tuoi video WordPress. A seconda di cosa stai cercando di fare con i tuoi video, una piattaforma potrebbe essere migliore per te rispetto all’altra.

Se sei un blogger o una piccola impresa che desidera utilizzare i video per creare una base di iscritti e raggiungere un pubblico molto più ampio, YouTube sarà migliore per i tuoi obiettivi.

Se stai realizzando un sito web con opzioni di abbonamento o vendendo corsi, allora hai bisogno di maggiore privacy e un’esperienza visiva di prim’ordine. Ecco quando Vimeo è una scelta migliore.

Ci auguriamo che questo articolo ti abbia aiutato a saperne di più su YouTube vs Vimeo e su quale sia il migliore per i tuoi video WordPress. Potresti anche consultare la nostra guida SEO per WordPress passo passo per principianti.

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al nostro Canale Youtube per i tutorial video di WordPress. Puoi trovarci anche su Twitter e Facebook.

Sono contento che sei arrivato fin qui, puoi tornare alla sezione di guide WP.

Cosa pensi di me?
Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *